Notizie dal Mondo dei Motori
Abarth 500C

Abarth 500C

Officine Abarth non conosce sosta e taglia il tetto della piccola citycar per creare la Abarth 500C. Stesso motore 1.4 T-Jet e stesse doti da piccola sportiva della sorella con 140 Cv e scatto 0-100 in 8,1 sec. Due colorazioni disponibili e tetto in tela.

Video  Abarth 500C - 2010
In Relazione:
Articoli  500 C
  CityCar
Video  Video ABARTH
Video  Foto ABARTH

Dimensione Carattere:

Lo Scorpione torinese è sempre più velenoso e dalle sue chele nascono senza sosta piccoli oggetti del desiderio. Dallo sviluppo del design della Abarth 500 unita all’unicità di 500C, senza tralasciare le prestazioni, nasce la nuovissima Abarth 500C, senza tetto per chi di corsa ci va con il vento tra i capelli.

La livrea bicolore salta subito all’occhio, come lo spoiler posteriore che, benché sia montato su di una cabrio, non tradisce il proprio carattere sportivo ed aggiunge carico aerodinamico al posteriore favorendo i flussi d’aria posteriori.
Ad impreziosire la Abarth 500C il nuovo design dei cerchi in lega diamantata da 17", e il già apprezzato 5 petali in versione bianca.

Il motore è l’ormai famoso 1.4 Turbo T-Jet del Gruppo Fiat, a benzina sovralimentato, dotato di 140 Cv e 206 Nm, che spinge la leggera "cinquina" fino a 100 km/h in 8 secondi e alla velocità massima di 205 km/h.

Altro punto di forza dell’Abarth 500C è lo straordinario comfort sia climatico sia acustico. Gli accurati studi aerodinamici permettono di ridurre al minimo le turbolenze quando si viaggia a vettura scoperta godendo così appieno la strada e il sound del motore.

Dunque, con la nuova vettura è possibile vivere a pieno le sensazioni di sportività ed arricchire l’esperienza della guida. Lla 500C Abarth permette di percepire in pieno le sensazioni di una vera sportiva: con la capote chiusa, assicura prestazioni degne della versione a tetto rigido; ma quando la capotte scorre giù, lo spettro delle sensazioni e suggestioni si amplia, andando dall’aria veloce nei capelli fino al vero suono della marmitta a doppio terminale di scarico.

La capote elettrica - che scorre sui laterali della vettura - permette alla Abarth 500C di essere goduta, al pari di una Cabrio / Convertibile, in qualunque periodo dell’anno. Vero e proprio oggetto di design, la capote si contraddistingue per i cinematismi molto raffinati del movimento con comando elettrico e per l’adozione di soluzioni tecniche di grande rifinitura e cura: dal lunotto in vetro al terzo stop incorporato nello spoiler.

Disponibile in 2 colorazioni (nero e grigio titanio), la capote è abbinata alle classiche colorazioni Abarth, oltre alle 2 combinazioni bicolore create ad hoc: la versione più sportiva (nero e bianco gara) e quella più elegante in due tonalità di grigio. Infine, un "liner" cromatico corre lungo la carrozzeria bicolore, un elemento che contemporaneamente divide e unisce le due anime della vettura: sotto le prestazioni di una vera sportiva, sopra l’eleganza di una cabrio.

TANTO PEPE E CAMBIO AL VOLANTE

La 500C è una vera Abarth e lo dimostra il propulsore 1.4 Turbo T-Jet che eroga ben 140 CV, per prestazioni importanti: 0-100 in soli 8,1 secondi e una coppia di 206 Nm a 2000 giri in modalità Sport. Un propulsore, insomma, che assicura prestazioni esaltanti e nel contempo rende la Abarth 500C estremamente piacevole da guidare anche nell’uso quotidiano.
In dettaglio, il motore è un 4 cilindri 16 valvole da 1.368 cm3 (sovralimentato con turbocompressore IHI RHF3-P a geometria fissa) che regala prestazioni esaltanti la velocità massima è di 205 km/h mentre l’accelerazione da 0 a 100 km/h avviene in appena 8,1 secondi. Merito anche della funzione overboost, attivata dal pulsante "Sport", che agisce sulla mappatura della centralina e sulla pressione del turbo, oltre che sul carico al volante. Performance in pieno spirito Abarth a fronte di consumi contenuti: 6,5 l/100 km nel ciclo combinato.

Dunque, brillante e progressivo, il nuovo propulsore si conferma a basso impatto ambientale: infatti, la nuova vettura Abarth è già predisposta per adempiere alle più severe restrizioni delle future normative europee (Euro 5).
Oltre al motore, la Abarth 500C mantiene tutti i contenuti tecnici già apprezzati sul modello da cui deriva come il TTC (Torque Transfer Control).

Ma la vera novità è il cambio "ABARTH Competizione" di derivazione racing. Con la stessa filosofia con cui Karl Abarth cominciava nel 1949 a commercializzare un cambio da gara per la Topolino, a distanza di oltre 60 anni, il cambio "ABARTH Competizione" viene proposto di serie sulla Abarth 500C. Si tratta di un cambio a 6 rapporti con comando elettroidraulico e interfaccia pilota realizzata con palette dietro il volante secondo uno schema che esalta le doti di economicità ed efficacia in condizioni di guida sportiva.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati