Notizie dal Mondo dei Motori
Alfa MiTo - Crash Test

Alfa MiTo - Crash Test

Anche all’Alfa Mi.To vanno le 5 Stelle di Euro NCAP, posizionandosi ai vertici del segmento nella scurezza. Protezione totale grazie ai 7 airbag di serie di cui due Multistadio oltre ad un forte impegno nella sicurezza passiva. Di serie le luci diurne.

Video  Alfa Romeo MITO
Video  MiTo e Giulietta 2014 restyling e nuovi motori

Dimensione Carattere:

L’ Alfa Romeo MiTo si aggiudica le prestigiose 5 stelle Euro NCAP ponendosi ai vertici del segmento nel campo della sicurezza. Alfa Mi.To ha totalizzato nel rating adulti un punteggio di 36 punti su un massimo di 37 ed il giudizio "Good" (unica nel suo segmento con 3.35 punti su un massimo di 4) nelle nuove prove che Euro NCAP ha introdotto per valutare l’adeguatezza dei sedili anteriori a prevenire il "colpo di frusta".

Si tratta dunque di un riconoscimento importante che ancora una volta conferma la particolare attenzione di Alfa Romeo per tutti gli aspetti legati alla protezione di guidatore e passeggeri. L’Alfa Romeo MiTo è un’auto progettata e costruita per ottenere il massimo punteggio nei test di sicurezza passiva ed attiva.

L’adozione dei più avanzati dispositivi elettronici per il controllo del comportamento dinamico (dalla frenata alla trazione): il Vehicle Dynamic Control (non disinseribile) che gestisce importanti funzioni quali l’Hill Holder, il controllo di trazione, il panic braking assistito, l’MSR per la prevenzione del blocco ruote in rilascio, lo "sterzo elettronico attivo" DST (Dynamic Steering Torque) e l’Electronic Q2 che "simula" elettronicamente la presenza di un differenziale autobloccante.

Migliaia di ore di simulazioni virtuali hanno permesso di sviluppare il veicolo senza l’ausilio di prototipi in soli 16 mesi. Successivamente, la bontà della progettazione virtuale è stata verificata fisicamente sulle vetture prodotte nello stabilimento di Mirafiori con duecento prove su componenti e sottosistemi, più di cento simulazioni di impatto sulla slitta Hyge e oltre ottanta crash test (urti frontali, laterali, ribaltamento e tamponamento, tenendo conto delle diverse velocità alle quali possono avvenire gli urti, i differenti tipi di ostacolo e la tutela di occupanti con caratteristiche fisiche anche molto differenti tra loro).

Questi i numeri che testimoniano l’impegno profuso dall’Azienda per fare di Alfa Romeo MiTo una delle vetture più sicure, non solo del suo segmento, ma dell’intero panorama automobilistico, dal momento che il modello rappresenta il più avanzato stato dell’arte nel campo dei sistemi di sicurezza passiva.

Una protezione totale come dimostrano 7 airbag di serie (due dei quali Multistage); cinture a tre punti con doppi pretensionatori e limitatori di carico; sistema S.A.H.R. (Self Aligning Head Restraint), un nuovo dispositivo di seconda generazione ed integrato nello schienale dei sedili anteriori che, in caso di urto, avvicina gli appoggiatesta alla nuca degli occupanti attenuando così il "colpo di frusta". Senza contare il contributo alla tutela degli occupanti dato dalla carrozzeria, dal cofano, dalle porte e dalla traversa della plancia, oltre che ai sedili e al piantone dello sterzo progettati tenendo conto anche del loro comportamento in caso d’incidente.

Nel campo della sicurezza preventiva, Alfa Romeo MiTo adotta i proiettori anteriori con la funzione "luce diurna" (Day Time Running Light) che, alla messa in moto della vettura, automaticamente accende le luci di posizione - risponde ad una precisa normativa europea che entrerà in vigore nel 2012 - e i proiettori posteriori con LED che, rispetto alle lampade tradizionali, offrono una maggiore intensità luminosa per una maggiore sicurezza.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati