Notizie dal Mondo dei Motori
Alfa Romeo 156

Alfa Romeo 156

A partire dal 21 giugno saranno disponibili le Nuove Alfa 156 e Sportwagon, vetture destinate a sostituire un modello che da cinque anni miete successi commerciali e riconoscimenti prestigiosi.

Video  Alfa GT - Q2

Dimensione Carattere:

Nuove Alfa 156 e Alfa Sportwagon esprimono con forza tutta la vitalità creativa del Marchio, un particolare modo d’intendere l’automobile distante dal semplice concetto di "utile mezzo di trasporto". Da sempre, infatti, le Alfa Romeo sono destinate a tutti coloro che da una vettura si aspettano anche una risposta ad attese destinate a superare il campo della necessità per sconfinare in quello delle emozioni: dal gusto estetico alla passione per la tecnica raffinata, dal piacere di stare dietro ad un volante all’espressione della propria personalità. Da queste premesse sono partiti stilisti e ingegneri della Business Unit Alfa Romeo per dar vita a due vetture molto diverse rispetto ai modelli attuali.

Basta un rapido sguardo all’esterno per rendersene conto.

Reinterpretate dalla prestigiosa matita di Giorgetto Giugiaro, le Nuove Alfa 156 e Sportwagon rappresentano il connubio perfetto tra sportività ed eleganza, tra performance ed equilibrio delle forme. Insomma, i tratti distintivi del Marchio.
Spiega il designer italiano: "La reinterpretazione di un modello vincente come Alfa 156 doveva comunicare massima grinta e aggressività, in modo da renderla ancor più accattivante. Da qui una maggiore modernità delle linee esterne ottenuta attraverso una specifica modellazione e un particolare trattamento dei volumi e dei tagli".

Ecco allora una nuova parte anteriore con interventi significativi sulla calandra, oggi di maggiori dimensioni e arricchita da fari dal nuovo disegno. Anche la zona inferiore del paraurti è stata ridotta in larghezza rispetto alla versione precedente. Il risultato finale è un frontale che esprime contemporaneamente sportività e classe.

Nella parte posteriore, invece, il team di Italdesign ha privilegiato l’eleganza. Interventi leggeri, dunque, sono stati eseguiti sui fanali posteriori, sottolineati nella loro parte inferiore da due leggeri baffi e nella parte superiore da un motivo che incornicia il logo del Biscione ed enfatizza il volume del cofano posteriore.

Insomma, l’intervento stilistico di Giorgetto Giugiaro rispetta gli elementi distintivi del Marchio, enfatizza i tratti di un modello vincente e conferma ancora una volta la proficua collaborazione che da oltre trent’anni vede insieme Alfa Romeo e il maestro eletto "Designer del Secolo" nel 1999 a Las Vegas da oltre 120 giornalisti internazionali.

Infine, in occasione del lancio delle Nuove Alfa 156 e Sportwagon, la Casa automobilistica adotta nuovi riferimenti per definire i nomi dei colori, nel rispetto dei valori storici del Marchio. Il cliente può scegliere il colore di carrozzeria della propria vettura fra sedici tinte. Tre sono pastello: Rosso Alfa, Bianco Carrara e Nero Kyalami. Undici tinte sono metallizzate: Rosso Siena, Verde Stresa, Grigio Luce di Amalfi, Blu Taormina, Blu Capri, Blu Daytona, Azzurro Le Castellet, Grigio Gonzaga, Grigio Vesuvio, Grigio Lipari e Nero Jarama. Infine, due metallescenti: Azzurro Nuvola e Bianco Nuvola.

Tanti, dunque, i cambiamenti estetici che caratterizzano le Nuove Alfa 156 e Sportwagon. Ma la trasformazione non si ferma qui. Infatti, anche all’interno l’ambiente si arricchisce di grandi e piccoli cambiamenti di stile che ne modificano l’aspetto. Obiettivo: aumentare la sensazione di luminosità ed eleganza, oltre a proseguire il family feeling con Alfa 166 e Alfa 147.

Ecco allora una plancia che è stata completamente rivista e resa ancora più bella dai tre abbinamenti bicolore: nero e beige, nero e grigio, grigio scuro e grigio chiaro ("tono su tono"). A queste soluzioni si aggiunge l’attuale plancia nera sportiva. Tra l’altro le Nuove Alfa 156 e Sportwagon sono tra le prime vetture di questa fascia ad offrire la plancia rivestita in pelle, l’ideale per un cliente sportivo e al tempo stesso raffinato.

I rivestimenti sono - a seconda delle versioni e del livello di allestimento - in speciali tessuti appositamente realizzati e con elevate caratteristiche qualitative ed estetiche. In particolare è stato introdotto l’Alfatex, un nuovo tessuto dall’impronta tecnica che riveste i sedili e i pannelli delle porte.

Brevettato da Alfa Romeo, l’Alfatex è costituito da una microfibra che migliora la traspirazione e assicura ottimo comfort di seduta e grande eleganza. Per le versioni in pelle, poi, una particolare cura è stata prestata agli abbinamenti dei colori dei sedili con quelli dei sotto-plancia (nero, grigio o beige). Un’altra novità si scopre al centro della plancia. In alto, infatti, spicca il display multifunzionale dal design innovativo e moderno, mentre in basso si trovano la radio integrata e i comandi del climatizzatore manuale "mono-zona" o automatico "bi-zona", secondo l’allestimento. Tra l’altro, l’autoradio, completa di lettore di musicassette o di CD secondo l’allestimento, propone un eccellente impianto acustico studiato e tarato sull’abitacolo, composto da sei altoparlanti e con una potenza di 4x40 Watt.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati