Notizie dal Mondo dei Motori
Alfa Romeo MiTo 2012 - 5 Porte

Alfa Romeo MiTo 2012 - 5 Porte

Più spazio e versatilità per la nuova Alfa Romeo MiTo 2012: linee rinnovate e versione 5 porte per il "piccolo grande" successo del biscione. Il render di Newstreet.it segue il nuovo percorso stilistico inaugurato dalla 4C. Sfrutterà il motore TwinAir.

Video  MiTo e Giulietta 2014 restyling e nuovi motori

Dimensione Carattere:

Dopo l’ormai celeberrima joint venture tra Gruppo Fiat e Chrysler, anche Alfa Romeo vuole conquistare il "Nuovo Continente". Sulla scia delle nuove vetture Lancia - Ypsilon, Thema, Delta e Voyager - sviluppate su piattaforme comuni tra i Marchi, anche le vetture di Arese aspirano a far bella mostra del loro stile italiano tra le Streets e le Avenues del Nord America. L’ambizioso compito sarà affidato alla Giulia e alla prossima generazione della piccola Alfa Romeo MiTo.

Per non farsi trovare impreparata all’appuntamento con gli States, la già apprezzatissima media Alfa si rifarà il trucco, magari attingendo dai nuovi percorsi stilistici inaugurati dal Centro Stile, ma soprattutto riceverà due sportelli in più: la versione a 5 porte dovrebbe arrivare nei primi mesi del 2012. Spazio, d’altronde, ce n’è.

Il pianale della attuale MiTo è infatti lo stesso della Fiat Punto EVO e della scorsa edizione di Opel Corsa, entrambe disponibili in configurazione 3 e 5 porte. Più spazio quindi, ma soprattutto più versatilità, offrendo anche a chi ha una famiglia numerosa e viaggia spesso in compagnia le stesse caratteristiche della hatchback a due sole porte.

Non conoscendo ancora nulla di concreto e soprattutto definitivo, il render di Newstreet.it vuole "buttare un occhio" nel futuro, anticipando le linee della nuova Alfa Romeo MiTo 2012 ispirandosi al nuovo percorso stilistico inaugurato dal Centro Stile Alfa Romeo con la Concept 4C, presentata durante lo scorso Salone Internazionale di Ginevra.

Il frontale abbandona i tratti fortunati ma fin troppo sfruttati della corrente 8C Competizione. I nuovi gruppi ottici hanno sviluppo più verticale, spigoli marcati e struttura interna cromata che integra le immancabili luci diurne a LED. Anche lo scudo Alfa è più aggressivo, con il vertice inferiore a spigolo vivo "piantato" tra le ampie prese d’aria old school. Al loro interno due baffi aerodinamici a contrasto con il colore della carrozzeria fanno da cornice ai proiettori fendinebbia.

All’interno la nuova MiTo è confortevole, razionale, con forte impronta sportiva. I materiali sono di qualità (plastiche solide e piacevoli al tatto, inserti di alluminio spazzolato o lacca lucida e rivestimenti anche in pelle) e l’equipaggiamento ricco: sicurezza offerta dai più moderni airbag, comfort garantito da climatizzazione efficiente ed insonorizzazione curata e divertimento affidato a moderni sistemi di infotainment. La consolle centrale adotta un design più pulito, accostamenti cromatici più accattivanti e l’immancabile selettore Alfa DNA.

Per quanto riguarda il comparto meccanico, la MiTo 2012 avrà un reparto sospensivo tutto nuovo, adattabile alle esigenze di mercati a volte molto diversi (europeo/americano) e sfrutterà le motorizzazioni più efficienti ora in produzione (MultiAir e MultiJet). È quasi certo che erediterà il propulsore bicilindrico turbo a benzina TwinAir da 0,9 litri, "rubato dalla sorella Fiat 500, nella configurazione da 105 cavalli, vista per la prima volta sulla Fiat 500 Coupè Zagato Concept..




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati