Notizie dal Mondo dei Motori
Alfa Romeo MiTo - Model Year 2011

Alfa Romeo MiTo - Model Year 2011

Ginevra più Alfa Romeo MiTo Model Year 2011, accoppiata vincente per l’anteprima al Salone Internazionale dell’Auto. Estetica ritoccata, interni con nuovi tessuti ed un pieno di tecnologia. Motori brillanti ed optional esclusivi. Disponibile ad aprile.

Video  MiTo e Giulietta 2014 restyling e nuovi motori

Dimensione Carattere:

La più piccola di casa Alfa, dimostratasi capace di scalfire la supremazia tedesca nel campo delle medie/compatte (chiedere a Mini), sfruttare tecnologie avanzate nel campo delle trasmissioni con il cambio TCT e conquistare il cuore degli appassionati con motorizzazioni performanti unite a look da vera sportiva (MiTo Quadrifoglio Verde da 170 Cv) giunge all’inevitabile tappa del Model Year.

Boccata d’aria fresca che arriverà puntuale (benché non estremamente necessaria) all’appuntamento con il pubblico internazionale del Salone dell’Auto di Parigi 2011, e porterà nel listino nuovi colori metallescenti per la carrozzeria, inediti rivestimenti interni in tessuto tecnico e sistemi d’infoteinment ancora più completi e sofisticati.

Già insignita del titolo "Auto Europa 2009" dall’UIGA e delle prestigiose cinque stelle Euro NCAP, l’Alfa Romeo MiTo Model Year 2011 si conferma così una vettura di successo grazie alla sapiente combinazione tra look e prestazioni, stile italiano ed eccellenza tecnica finalizzata al massimo del piacere di guida in piena sicurezza. La commercializzazione è prevista per l’inizio di aprile.

Per l’anteprima mondiale della fiera ginevrina saranno esposte due fiammanti esemplari di nuova MiTo 2011.

La prima sarà equipaggiata con l’ormai famoso motore 1.4 Multiair Turbo 135 CV, in abbinamento al cambio "Alfa TCT", robotizzato a doppia frizione a secco. Con tale tecnologia la piccola del "biscione" regala ottime perfomance impiegando solo 8,2 secondi per passare da 0 a 100 Km/h, consumando 7,1 l/100Km nel ciclo urbano che significano 126 g/km di emissioni di CO2.

L’equipaggiamento interno comprende il navigatore portatile "Blue&Me-TomTom" comodamente integrato in plancia. Questo dispositivo offre funzionalità in più di un normale sistema di navigazione, rappresentando un vero sistema infotelematico che abbina la praticità d’uso alla completa integrazione con i sistemi vettura. Particolari personalizzazioni potranno essere scaricate da internet ed uploadate nel dispositivo, che fornisce anche particolari informazioni di viaggio: Fuel Efficiency, distanza percorsa, consumi ed autonomia, avviso di riserva di carburante e guida al distributore più vicino, punti di interesse con centri di assistenza Alfa Romeo e distributori GPL.

La seconda vettura in protagonista dello show Alfa Romeo in quel di Ginevra è la reale incarnazione dell’anima "dinamica" di Alfa Romeo MiTo: sfila sulla passerella svizzera la "Quadrifoglio Verde", simbolo leggendario che negli anni ha identificato le più sportive realizzazioni firmate Alfa. Il restyling interessa lo scudo centrale che inspessisce il frontale ed i nuovi caratteristici scudi triangolari in alluminio spazzolato con quadrifoglio in rilievo. Gli specchi retrovisori, le cornici dei proiettori e dei fanali e le maniglie sono rivestiti in materiale con colorazione cromata con trattamento satinato. Negli interni risaltano i nuovi sedili sportivi in Alcantara abbinata a tessuto, inseriti in un ambiente caratterizzato dal tono nero "totally black", impreziosito da cuciture a contrasto bianche e verdi.

Più ricco il listino degli optionali: cerchi in lega da 18" con trattamento lucido, sedili sportivi Sabelt con un schienale in fibra di carbonio, tessuto in Alcantara con logo Alfa Romeo. Non ultimo, debutta sulla MiTo MY 2011 una nuova presa USB e AUX-in che consente di collegare il proprio lettore MP3 direttamente al sistema Blue&Me.

La MiTo Quadrifoglio Verde "sputa" 170 Cv grazie al turbo, scatta da 0 a 100 in 7 secondi, consuma 4,8 litri ogni 100 km ed emette 139 g/km di CO2. Se non è questo il downsizing! A sostenere tale livello prestazionale, modulabile tramite il sistema DNA a tre livelli, troviamo l’innovativo sistema "Dynamic Suspension". Ammortizzatori elettronici a controllo attivo sviluppati su pista con l’ausilio dei tecnici Magneti Marelli.
La gamma di Alfa Romeo MiTo MY 2011 offre 2 turbodiesel (1.3 JTDM-2 da 95 CV e 1.6 JTDM da 120 CV con intervallo di manutenzione ogni 35.000 km), 4 motori a benzina: il 1.4 78cv e i 3 motori Multiair: il 1.4 da 105 CV e i due Turbobenzina da 135 CV (abbinato a cambio manuale o al cambio automatico "Alfa TCT") e da 170 CV.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati