Notizie dal Mondo dei Motori
Alfa Romeo rinnova il successo

Alfa Romeo rinnova il successo

Il 2011 è stato un anno ricco di soddisfazioni per l’Alfa Romeo, grazie soprattutto al successo riscosso dalla Giulietta. A farla da padrone, a Ginevra, saranno naturalmente la Giulietta e la MiTo, ovvero la nuova anima del marchio!

Dimensione Carattere:

Per Alfa Romeo, il 2011 è stato un anno di forte crescita, in termini di immagine e di vendite, classificandosi tra i brand che sono cresciuti di più, con un aumento pari quasi al 20%. Il successo è stato dovuto al giusto equilibrio tra divertimento di guida e praticità nell’uso quotidiano. Le Alfa sono da sempre principalmente scelte da un pubblico adulto ed esigente, costituito da un maggior numero di famiglie con figli. L’immagine del brand è cresciuta in maniera considerevole grazie alla Giulietta.

Tecnologicamente all’avanguardia e con motorizzazioni adeguate allo spirito sportivo, la Giulietta si rivela funzionale e in grado di offrire abitabilità e comfort ai massimi livelli, senza però trascurare i costi di gestione, con i tagliandi delle motorizzazioni diesel da eseguirsi ogni 35.000 Km. Secondo le valutazioni 2011 di EuroNcap, è la vettura più sicura della categoria, grazie alle 5 stelle raggiunte con il punteggio più alto di sempre nel suo segmento di riferimento, con 87/100.

Un altro indice della qualità al top di Giulietta è il mantenimento del valore nel tempo: secondo Eurotax, sul mercato dell’usato mantiene le migliori quotazioni tra le vetture del suo segmento: a dodici mesi, sul mercato italiano, il valore è pari 68,5%. Su quello inglese è del 77,5% mentre su quello spagnolo è del 66,9%. Per tutte queste motivazioni Giulietta ha una clientela sempre più varia ed ampia, raggiungendo quote mai raggiunte da un’Alfa Romeo nel segmento delle compatte: 2,8% in Europa e il 14,5% in Italia.

Ginevra è inoltre la vetrina ideale per la MiTo per presentare la rinnovata immagine pur mantenendo la collocazione di compatta sportiva. In Svizzera sfileranno la nuova versione Turbo TwinAir, equipaggiata con il bicilindrico 0.9 Turbo TwinAir, eletto International Engine of the Year 2011, con potenza di 85 CV a 5.500 giri/min e una coppia di ben 145 Nm costante tra i 2.000 e i 3500 g/min. Il tutto a fronte di una sensibile riduzione dei consumi e delle emissioni (solo 98 g/km di CO2).

A rappresentare l’anima più dinamica è la potente Quadrifoglio Verde 1.4 MultiAir Turbo da 170 CV, rinnovata nell’estetica e con contenuti di grande interesse nel campo del comfort. La MiTo Quadrifoglio Verde propone l’innovativo Alfa Active Suspension, per il controllo attivo e continuo degli ammortizzatori elettronici, sviluppato grazie al connubio tra i progettisti e la sperimentazione su strada Alfa Romeo. Infine, c’è spazio anche per la versione 1.4 Multiair Turbo 135 CV, con cambio automatico a doppia frizione Alfa TCT. Il consumo è di 7,1 l/100Km nel ciclo urbano, con emissioni pari a 126 g/km di CO2.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati