Notizie dal Mondo dei Motori
Apple sale a bordo delle nostre auto

Apple sale a bordo delle nostre auto

Siri, l’assistente vocale dell’iPhone, aveva già fatto la sua comparsa a bordo della nuova Mercedes Classe A: ora Apple annuncia una partnership con altri 9 produttori d’auto

Video  Mercedes Classe A, rivoluzione di stile
Video  Skin lancia la nuova Classe A

Dimensione Carattere:

Continua a tappe forzate la conquista da parte di Apple del mondo delle quattro ruote: dopo aver collaborato con la Mercedes per l’integrazione dello smartphone iPhone all’interno della nuova Classe A, ora da Cupertino arriva la conferma di una partnership con altre 8 Case automobilistiche per portare l’assistente vocale Siri anche a bordo delle future BMW, General Motors, Land Rover, Jaguar, Audi, Toyota, Chrysler e Honda, oltre che sulle Mercedes-Benz. L’occasione per la presentazione di questo nuovo progetto è stata la Worldwide Developer Conference 2012, dove Scott Forstall di Apple ha mostrato in anteprima mondiale una versione di Siri con integrata la nuova funzionalità Eyes Free.

Ti guido con la voce
Grazie al nuovo assistente vocale dell’iPhone, recentemente rilasciato anche in italiano, tutti i guidatori delle future automobili potranno utilizzare il proprio smartphone senza mai staccare le mani dal volante e con gli occhi sempre fissi sulla strada e su ciò che accade attorno all’automobile, con evidenti e positive ricadute sulla sicurezza di guida. In pratica, i conducenti delle auto interessate dal progetto Eyes Free potranno utilizzare Siri mediante un pratico pulsante posizionato direttamente sul volante: attivato l’assistente vocale, basterà la voce per scrivere, ad esempio, un messaggio SMS, o per chiedere all’iPhone di leggerci quelli ricevuti, comunicarci le informazioni stradali del navigatore integrato, ascoltare la musica memorizzata nella memoria dello smartphone e conoscere la situazione meteorologica durante il viaggio.

Il futuro entro un anno
Secondo Apple, il progetto Eyes Free potrebbe vedere la luce sui modelli di automobili dei 9 costruttori partner entro i prossimi 12 mesi, candidandosi a diventare il principale concorrente del sistema di infotainment Sync sviluppato da Ford in collaborazione con Microsoft e già presente sulla monovolume compatta B-Max e sulla Focus. La presenza di Chrysler tra i costruttori che partecipano allo sviluppo di Siri, inoltre, lascia intravedere la possibilità che anche il Gruppo Fiat potrebbe in futuro abbandonare il suo sistema Blue&Me (anche questo sviluppato in collaborazione con Microsoft) per passare al progetto Eyes Free di Apple.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati