Notizie dal Mondo dei Motori
Aston Martin V12 Zagato Concept

Aston Martin V12 Zagato Concept

Design eccezionale, appena premiato a Villa d’Este, la Aston Martin V12 Zagato celebra i 50 anni della DB4 GT Zagato, prima collaborazione fra Aston Martin e Zagato. È mossa da un 6 litri V12 da 510 cavalli. Sarà una stradale a tiratura limitata.

Dimensione Carattere:

Lei, l’Aston Martin V12 Zagato ha già fatto boom al concorso d’eleganza di Villa d’Este (sulle rive del lago di Como), portandosi a casa con merito il premio Design Award for Concept Cars & Prototypes, ma ora l’abbiamo anche vista con una versione dotata delle appendici aerodinamiche. È proprio così che può fare una gara VLN di 4 ore e alla 24 ore del Nürburgring di giugno 2011.

Comunque, una versione stradale a tiratura limitata della Zagato è molto probabile. Sono passati 50 anni dal debutto della DB4 GT Zagato: adesso il team ufficiale parteciperà a alcune competizioni. Ulrich Bez ha spiegato di voler aspettare un po’ la risposta dei potenziali clienti. Basata sulla V12 Vantage, la coupé è stata cocepita proprio per festeggiare i 50 anni dalla nascita della Aston Martin DB4 GT Zagato, primo frutto della partnership Aston Martin più Zagato. Che venne guidata da piloti come Jim Clark e Roy Salvadori.

La storia parla di una DB4 GT Zagato del 1961, di una V8 Vantage Zagato del 1986, coupé e convertibile (la V8 Vantage Volante), di una DB7 Zagato coupé del 2002, e di un roadster DB-AR1. Queste le creature del centro di design Zagato e della casa madre Aston Martin di Gaydon.

Il design dell’Aston Martin V12 è favoloso. Zagato è stato geniale. Da una parte, ci sono le linee classiche della tradizione Aston. Dall’altra, ecco il tetto a doppia gobba, oltre all’alluminio lavorato artigianalmente. L’abbiamo osservata con cerchi in lega lucidi e con quelli verniciati in nero opaco, più racing. Molto compatta, col taglio dei finestrini che la rendono cattiva. Pur tuttavia, ci permettiamo di fare notare che le luci davanti, a nostro parere, ricordano vagamente quelle della Ferrari FF. Per il team Aston Martin, il progetto è stato guidato da Chris Porritt, che i aveva seguito lo sviluppo della One-77 in passato.

L’Aston Martin V12 Zagato è realizzata artigianalmente. È in alluminio: così i muscoli si vedono meglio che usando i pannelli preformati. Ha un poderoso 6 litri V12 da 510 CV e 570 Nm di coppia massima, che la rendono una belava assatanata. Dotata di roll bar integrale, serbatoio da 120 litri, ha l’impianto frenante da competizione. Da segnalare gli ammortizzatori Multimatic DSSV regolabili. Per competere anche con furie rosse come la Ferrari 599 GTO.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati