Notizie dal Mondo dei Motori
Audi R8

Audi R8

Una nuova rivale per le super sportive. La nuova Audi R8 è equipaggiata con un motore 4.2 V8 da 420 Cv, in grado di spingerla fino a 301 Km/h ed accelerare da 0 a 100 in soli 4.6 secondi. Trazione quattro, sospensioni magnetic e cambio 6 marce R Tronic.

Video  Audi R8
Video  Audi R8
In Relazione:
Articoli  R8
  Coupè
Video  Video AUDI
Video  Foto AUDI

Dimensione Carattere:

Audi fa rivivere il nome e i geni dell’Audi R8, per cinque volte vincitrice a Le Mans. Dalla pista alla strada, una sportiva spettacolare, che racchiude in se il patrimonio di numerosi successi comunicando con design distintivo ed affascinante. Rappresenta per il Marchio la punta di diamante sportiva, all’avanguardia della tecnica, coniugando spirito e prestazioni da competizione, il design esterno avveniristico ed interni pregiati e raffinati.

Il Audi R8 racchiude in se il meglio di quanto sia mai stato pensato e concretizzato da Audi in questi anni. Il design esterno richiama fortemente la concept da cui deriva, presenta tre anni: Audi Le Mans, contemporaneamente a molti elementi già visti su Audi TT ed internamente non passa inosservata la forte somiglianza con alcune finiture utilizzate anche su Q7.

Il motore centrale V8 FSI con 420 CV, la trazione integrale permanente quattro e la carrozzeria d’alluminio in tecnologia Audi Space Frame sono i presupposti per un dinamismo di marcia eccellente. Prestazioni indiscutibili, R8 scatta da 0 a 100 km/h in appena 4,6 secondi, e la velocità massima è di 301 km/h. Il motore è basato sul principio degli alti regimi di rotazione, raggiungendo così il regime massimo a 8.250 giri/minuto.

Associata al potente motore non poteva mancare la tradizionale trazione "quattro" accompagnata da due cambi, il primo meccanico a 6 rapporti ed il secondo robotizzato Audi R tronic, con comandi al volante ed innesti di marcia rapidissimi.

Molle e ammortizzatori sono stati tarati rigidamente per favorire il massimo dinamismo, pur offrendo allo stesso tempo un comfort eccellente. In alternativa agli ammortizzatori a gas di serie, è possibile, anzi doveroso, optare per il sistema adattativo Audi magnetic ride, a cui corrisponde una maggiore sensibilità ed una risposta più immediata nel misto stretto, oltre ovviamente ad un irrigidimento dell’intera vettura.

Ordinabile da settembre 2006, le prime consegne avverranno nel primo semestre del 2007, la nuova sportiva con motore centrale, debutta al Salone di Parigi, ora in versione di serie, irrompendo nel segmento alto di gamma delle super sportive da 300 Km/h.

DESIGN ESTERNO

Tutto a colpo d’occhio, basta uno sguardo per capire subito il calibro di questa vettura. La Audi R8, larga e imponente, domina la strada; la coda possente sembra tendere i muscoli allo scatto, come una velocista ai blocchi di partenza. La nuova Audi R8 è larga 1,90 m per una lunghezza di 4,43 m e un’altezza di soli 1,25 metri: sono le misure di una vettura sportiva.

Il frontale è caratterizzato dalla forma trapezoidale della griglia Audi single frame, affiancata lateralmente da grandi prese d’aria supplementari. Direttamente sul lato superiore delle prese d’aria poggiano le fasce piatte degli innovativi fari anteriori a LED con coprifari in vetro trasparente. L’Audi R8 è infatti la prima vettura di serie in cui, come optional a partire dalla fine del 2007, tutte le luci: anabbaglianti, abbaglianti, posizioni e indicatori di direzione, adottano la tecnologia a LED.

Anche lateralmente il profilo è familiare: parte anteriore, fiancata e parte posteriore confluiscono nella linea dinamica sopra i sottoporta e nella linea delle spalle, che plasmano le portiere e la transizione verso la presa d’aria laterale e che mettono ulteriormente in risalto i passaruota rotondi, nel tipico stile Audi, con i grandi cerchi.

L’abitacolo della Audi R8 è proteso in avanti: una configurazione tipica per una sportiva con motore centrale e un’esplicita citazione dell’omonima auto da corsa. Alle sue spalle, a monte del retrotreno, è posizionato il propulsore V8 FSI, un capolavoro della tecnica visibile sia attraverso il grande lunotto posteriore, sia dall’abitacolo. Dietro le portiere, tra il sottoporta e il tetto, si estende ad arco un convogliatore di flusso di ampio respiro (il cosiddetto "sideblade"), che fornisce sufficiente aria al V8. Questi sideblade sono verniciati in tonalità abbinate al colore di base della carrozzeria.

Da una prospettiva laterale, il gioco di linee concave e convesse disegna i contorni della parte posteriore. Sotto il profilo deciso del cofano posteriore si trova una superficie verticale piatta, incorniciata lateralmente dalle luci posteriori (anch’esse, naturalmente, a LED).




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati