Notizie dal Mondo dei Motori
Audi: sistemi di ibridizzazione mild-hybrid entro 10 anni

Audi: sistemi di ibridizzazione mild-hybrid entro 10 anni

Il programma prenderà l'avvio l'anno prossimo.

In Relazione:
Articoli  AUDI
Video  Video AUDI
Video  Foto AUDI

Dimensione Carattere:

Entro una decina di anni, ad eccezione della gamma e-tron basata sull’alto voltaggio, Audi doterà tutti i nuovi modelli degli inediti sistemi di ibridizzazione mild-hybrid. Il programma scatterà il prossimo anno con l’introduzione della rete di bordo parziale a 48 Volt in un nuovo modello che sarà anche equipaggiato di un compressore ad azionamento elettrico e della stabilizzazione antirollio attiva elettromeccanica. Il superiore livello di tensione servirà in particolare a rendere più dinamiche le vetture rafforzando ulteriormente il piacere di guida.

Il successivo stadio di realizzazione del progetto è previsto per il 2017 quando sarà lanciato il sistema mild-hybrid su base 48 Volt e quasi contemporaneamente toccherà al sistema mild-hybrid su base 12 Volt. Audi è già all’avanguardia grazie alle innovative piattaforme di accumulo, idonee ad essere impiegate come fonte di corrente per stazioni di ricarica rapida con potenza superiore a 250 kW (ma la Casa ha già progettato grandi impianti con capacità di 500 kW). Piattaforme che, in alternativa, possono essere utilizzate come “buffer” per energie rinnovabili, per la rete di distribuzione pubblica e anche nelle abitazioni dei clienti. Al di là dell’ibridizzazione, la rete a 48 Volt offre numerosi vantaggi. La sua elevata tensione ammette infatti sezioni dei cavi molto più piccole, grazie alle quali è possibile ridurre sia il peso del cablaggio che la dissipazione di potenza, ma soprattutto è possibile mettere a disposizione una potenza quattro volte superiore rispetto alle reti a 12 Volt rendendo fruibili tecnologie completamente nuove per la propulsione e per l’assetto.

La sperimentazione Audi si è fino ad oggi concentrata sulle show-car TT clubsport turbo e RS 5 TDI competition concept (foto). La prima monta un 5 cilindri 2.5 TFSI potenziato a 600 CV (cambio manuale a 6 rapporti e trazione integrale) per una velocità massima di 310 km/h e grazie al compressore ad azionamento elettrico, nei primi 2,5 secondi di scatto da ferma percorre 6 metri in più rispetto ad auto paragonabili senza questa tecnologia. La RS 5 TDI competition concept utilizza una tecnologia simile a quella della TT clubsport turbo, quindi un compressore ad azionamento elettrico che fornisce subito una notevole potenza già ai bassi regimi, interagendo con un TDI V6 3.0 biturbo da 435 CV. Risultato? Record sul giro al Sachsenring per auto diesel.




A cura di Autolink News © riproduzione riservata.

Servizi e Link Consigliati