Notizie dal Mondo dei Motori
Bentley delle nevi

Bentley delle nevi

Un test particolare sulle nevi svizzere per scoprire che Continental GT e gli sci artigianali ZAI parlano la stessa lingua: divertimento, sicurezza, eleganza, unicità.

Video  Bentley delle nevi
Dimensione Carattere:

C’è un piccolo borgo Romancio in Svizzera, nel Canton Grigioni proprio a due passi dall’Italia, dove la passione per gli sport invernali si è trasformata in azienda di successo: si chiama ZAI la manifattura che applicata tecnologie uniche e modernissime, trasformando ogni sci prodotto in opera d’arte. Fibra di carbonio, pietra (si, pietra!), legno pregiato si uniscono per dare vita a sci eleganti e raffinati, tecnicamente imbattibili, su misura e personalizzati. Li ‘lavora’, inventa, studia, realizza Simon Jacomet: per dieci anni trainer della nazionale di sci Svizzera, con alle spalle studi in arte a Firenze. Una contaminazione fondamentale da cui scaturisce la pulizia di disegno degli sci e delle loro grafiche, estesa anche alla linea di prodotti che ZAI realizza, dall’abbigliamento tecnico agli accessori.

Vi chiederete cosa centra Bentley. Ebbene, l’unione delle due esperienze si unisce per similitudine: ogni vettura del costruttore inglese offre potenza senza pari, eleganza, carattere distintivo unico e raffinati dettagli di stile. Proprio come gli sci di Simon. Non un caso che ZAI e Bentley cofirmino uno sci realizzato in edizione limitata a 250 pezzi, Zai Supersport, capace di riassumere tutti questi concetti per trasferire le medesime sensazioni, che si guidi l’auto o si scivoli danzando per una pista. Ci vogliono circa dieci ore di pazienza certosina per realizzare gli sci ZAI, ci si mette un attimo per farsi conquistare dalla loro bontà: proprio a Disentis abbiamo provato prima le discese, poi l’auto. Una rapida successione che restituisce sensazioni davvero simili: merito dei materiali come la fibra di carbonio che alleggerisce le masse sull’auto, contribuendo a migliorarne l’handling, e che sugli sci si traduce in elasticità e resistenza. La fibra avvolge l’anima in legno e, addirittura per un modello particolare, un’anima in pietra. Un materiale desueto che rende lo sci davvero performante. La nuova Continental GT V8 invece è lo stato dell’arte delle vetture inglesi di lusso. Il motore 4 litri con doppio turbo da 500 cavalli è straripante, ma ciò che colpisce maggiormente durante la guida attraverso i passi e i tornanti di montagna coperti di neve (poco) battuta è come la vettura resta ancorata alla strada, pur lasciando scivolare quel tanto che basta per godere appieno, a bassa velocità e in tutta sicurezza, quella sensazione di danza che, proprio con gli sci, avevamo appena provato.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati