Notizie dal Mondo dei Motori
BMW fiduciosa sul futuro e amplierà la gamma X

BMW fiduciosa sul futuro e amplierà la gamma X

Obiettivo: accrescere i volumi di vendita oltre i 2 milioni di esemplari entro la fine dell'anno.

In Relazione:
Articoli  BMW
Video  Video BMW
Video  Foto BMW

Dimensione Carattere:

BMW è molto ottimista sull’andamento vendite e finanziario del 2014 dopo aver chiuso lo scorso anno con il quarto esercizio record consecutivo. Lo ha ribadito il Presidente Norbert Reithofer in occasione della tradizionale conferenza stampa sul bilancio annuale. L’obiettivo del Gruppo bavarese, già anticipato a Ginevra, è incrementare i volumi di vendita globali ad oltre 2 milioni di esemplari per fine 2014, soglia che dovrebbe consentirgli di conservare la leadership mondiale nel segmento premium. Fiducia anche sui dati economici. “Ci aspettiamo che l’utile pre-tasse cresca al massimo storico nel corrente esercizio nonostante le situazioni instabili del contesto operativo”. Un altro fattore chiave per il futuro di BMW è rappresentato dagli investimenti. Lo scorso anno le spese sono cresciute del 27,6% a 6,687 miliardi di Euro, dei quali 4,792 miliardi nel settore ricerca e sviluppo. “Posso assicurare che continueremo ad investire nei prossimi anni”. Un ruolo importante lo giocheranno le costruzioni leggere e la mobilità elettrica. Reithofer ha confermato che la nuova ibrida plug-in i8 sarà disponibile nelle concessionarie di USA, Cina e Giappone a partire da giugno, mentre l’elettrica pura i3 (che arriverà in USA entro l’estate) sta già superando le aspettative a livello ordini. BMW valuterà inoltre un incremento della capacità produttiva sia in Cina (attraverso la joint venture con Brilliance) che nella fabbrica americana di Spartanburg, Sud Carolina, dove nel 2013 sono uscite 300 mila unità. L’impianto è la culla della gamma X e a questo proposito, secondo Autocar, entro il 2017 dovrebbe debuttarvi anche la X2 (secondo altre fonti potrebbe essere la X7). La Casa sta investendo 200 milioni di Euro per costruire uno stabilimento in Brasile che aprirà il prossimo autunno con capacità annuale di 30 mila esemplari e dall’estate avvierà l’assemblaggio della MINI anche nel sito olandese di Born, ex Mitsubishi. Confermando le indiscrezioni dei giorni scorsi e anticipate da Autolink, Reithofer ha infine annunciato che il Gruppo BMW ha in programma per il futuro di sviluppare i nuovi veicoli su soltanto due piattaforme: una a trazione posteriore per i modelli BMW e una a trazione anteriore per modelli sia BMW che MINI, migliorando le sinergie.




A cura di Autolink News © riproduzione riservata.

Servizi e Link Consigliati