Notizie dal Mondo dei Motori
BMW i3 Test Drive

BMW i3 Test Drive

BMW i3, più che un’auto...un nuovo sistema integrato al servizio della mobilità. Non la prima elettrica, ma la prima BMW...elettrica.

Video  BMW i3 le foto della prima elettrica pura della gamma i
In Relazione:
Articoli  i3
  Medie e Compatte
Video  Video BMW
Video  Foto BMW

Dimensione Carattere:

Con la nuova i3, BMW introduce un tipo di vettura che non esisteva e con caratteristiche dinamiche, tecnologie e processi produttivi davvero unici. L’auto elettrica è una realtà. Molte volte l’abbiamo sentito dire, a volte persino in maniera eccessiva e troppo ottimistica, forse più legata a motivi di immagine che a veri contenuti.
I tempi cambiano, le tecnologie si affinano e sempre più players si affacciano al segmento. Ultima in ordine di tempo, ma in realtà il progetto è partito nel lontano 2007, BMW con la sua i3. Alla luce di quanto abbiamo potuto toccare con mano nel corso della nostra prima presa di contatto, la Casa di Monaco si posiziona uno step più avanti degli altri sotto molti punti di vista; dal dinamismo e e dal comfort, fino all’immagine ed allo stile unico e distintivo, fino ad arrivare a tutta una serie di tecnologie e servizi che facilitano l’approccio ad una vettura 100% elettrica e tolgono molte delle preoccupazioni che possono disturbare anche solo psicologicamente la serenità del suo possessore.

Nulla è lasciato al caso e tutto è al servizio dell’utilizzatore
Un prodotto, dicevamo, che grazie ad un progetto complesso ed articolato che non lascia nulla al caso, a servizi dedicati e ad un pacchetto tecnologico impressionante che rivoluziona il concetto di mobilità, regala un piacere di guida che possiamo definire come un’evoluzione “2.0” di quello da sempre nel DNA di ogni BMW, certo la vettura è pensata per un impiego urbano e la velocità autolimitata a 150 km/h già da sola fa capire che la vettura non è nata per la velocità pura in pista. Alle alte velocità si avverte infatti un certo alleggerimento dell’avantreno che lascia invece il posto a piacere puro nella guida urbana e mista dove le accelerazioni fulminee e l’ottima ripresa regalano performace da compatta sportiva.

Il vantaggio di partire da...un foglio bianco
Il progetto i3 è partito da quello che si definisce il classico “foglio bianco”, con la consapevolezza che ci si sarebbe dovuti avvicinare al concetto i3 in un modo differente, per dare vita ad un’automobile diversa da qualunque altra già presente sul mercato o derivata da modelli tradizionali. L’approccio olistico e la cura con cui è stato tenuto in considerazione ogni più piccolo particolare, a partire dalla fase di produzione, è davvero impressionante. Il concetto di sostenibilità abbraccia infatti l’intero progetto, dalla realizzazione ai componenti, dall’energia necessaria alla processo di produzione fino a quella per alimentare le sue batterie al litio. Tutto su i3 è studiato per ridurre al minimo l’impatto sull’ambiente, estremizzando al massimo concetti già propri di BMW che con EfficientDynamics porta avanti da sempre con risultati che hanno del clamoroso in termini di incremento del piacere di guida e delle prestazioni, accompagnati da una drastica riduzione di consumi ed emissioni.

Non di sola...sostenibilità vive una vettura Sostenibilità, quindi, ma anche forma. Il design di i3 interpreta in modo inedito elementi classici come il doppio rene anteriore che diventa un motivo puramente stilistico e dall’aspetto hi-tech, ma introduce anche stilemi che rendono la vettura subito riconoscibile come qualcosa di unico. I proiettori ad “U” e le linee che esprimono tutta quella leggerezza, poi confermata nella sostanza grazie alla struttura in carbonio ed alle componenti della carrozzeria in policarbonato, tanto resistenti quanto leggere e più economiche in caso di sostituzione, circoscrivono un ambiente interno dalla spaziosità insospettabile per una vettura dalla lunghezza inferiore ai 4 metri. Tanto spazio, ma anche ambienti che abbinano materiali e colori in modo originale ed ispirato alle tendenze metropolitane del design e dell’architettura.

Come un raffinato loft di tendenza...ma è in movimento che sorprende
Tanto, ma nulla rispetto a quello che si prova una volta in movimento. Si perché alla guida si riscontra poi una realtà che va oltre alle migliori aspettative. La i3 regala piacere di guida, comfort ed accelerazioni esaltanti con uno scatto da 0 a 60 km/h in 3,7 secondi, il tutto nel silenzio più assoluto e con la tranquillità che i sistemi di assistenza regalano in tema di sicurezza e di capacità di togliere ogni ansia.

Con queste premesse, il motore termico offerto in opzione ad un prezzo di circa 3 mila Euro, appare come una concessione a limitazioni nel mondo esterno. Come dire, la i3 è pronta per il futuro, lo saranno anche il pubblico e le infrastrutture? Questa è la sfida di BMW. E queste sono le uniche perplessità che accompagnano la nostra prova pensando ad un paese come il nostro che, purtroppo risulta molto meno avanzato, razionale ed in grado di proporre visioni a medio termine quanto invece sembra sia di default per i progettisti e gli ingegneri delle case automobilistici. Anche in questo caso approfittiamo per sottolineare che sarebbe fantastico se le istituzioni, le infrastrutture ed i nostri esperti che da anni discutono e si dibattono senza alcuna ricaduta sul pratico, avessero compiuto negli anni gli stessi progressi messi in campo dalla sempre vituperata industria automobilistica che oltretutto ha dovuto e deve combattere contro provvedimenti miopi che intralciano invece di favorirne lo sviluppo.

Oltre l’automobile
Con i3, BMW inaugura un nuovo modo di intendere la mobilità e mette in campo un’offerta che va molto oltre al concetto di semplice vettura. Tutta una serie di servizi per rendere il più friendly, soddisfacente ed “intelligente” possibile la fruibilità di una vettura talmente innovativa da dare l’impressione di essere già pronta per il futuro, rientrano sotto il nome 360° Electric. È possibile, ad esempio, l’installazione di un Wallbox domestico che permette di velocizzare la ricarica a 3/5 ore. Ma c’è di più: spesso le auto elettriche vengono contestate sul concetto “emissioni zero”, in quanto la produzione dell’energia elettrica che serve per alimentarla può semplicemente spostare il problema “a monte”. BMW offre la possibilità di alimentarsi esclusivamente con energia prodotta da fonti “pulite” grazie a gestori di energie rinnovabili selezionati. Parliamo di una rete di colonnine Charge Now che già oggi comprende il 70% del totale in Europa e che consente di alimentarsi servendosi di una carta identificativa personale. Questo sistema permette l’80% della ricarica in meno di 30 minuti. Richiedere all’occorrenza una vettura tradizionale per spostamenti più lunghi, ConnectedDrive che indica lo stato della vettura, l’autonomia residua, le colonnine di ricarica disponibili e persino i mezzi alternativi per raggiungere la meta nel minor tempo possibile in base al traffico ed alle condizioni stradali, sono solo alcuni dei servizi che consentono di semplificare al massimo la vita di chi guida i3.

Il prezzo è da vettura premium, ma siete sicuri che sia cara?
BMW i3 ha un listino da 36.500 Euro (che diventano oltre 41 mila per la versione Range Extender). Si tratta di un prezzo certo non contenuto ed alla portata di tutti. Ma se si va a guardare bene il contenuto tecnologico e di innovazione ed i costi di gestione in termini di consumi, di manutenzione e persino di intervento sulla carrozzeria in caso di incidente, tutti aspetti tenuti in grande considerazione in fase di progettazione, ci si accorge che il costo sostenuto non è poi così elevato. Se si pensa poi al prezzo di altre auto elettriche arrivate con largo anticipo sul mercato e già datate sul piano stilistico e di tecnologia “imbarcata”, quindi molto meno raffinate sia sul piano tecnologico che su quello del design e delle qualità dinamiche, la cifra fa ancora meno impressione. Se siamo disposti a spendere cifre che sfiorano i 1.000 Euro per l’ultimo grido di smartphone...forse il costo di 37 telefonini non è poi così spropositato per un nuovo sistema di mobilità integrato..




A cura di Autolink News © riproduzione riservata.

Servizi e Link Consigliati