Notizie dal Mondo dei Motori
Bmw Serie 1 Coupè M

Bmw Serie 1 Coupè M

La nuova BMW Serie 1 M Coupé ha un inedito frontale: il paraurti è stato ridisegnato per migliorare l’aerodinamica, e la presa d’aria centrale è più grande. Nel frattempo, Audi si muove sul fronte delle compatte con la S1, che dovrebbe arrivare nel 2011.

Video  Bmw M1 Coupè - 2011

Dimensione Carattere:

Compatta, super sportiva, tremendamente sexy: è la BMW Serie 1 M Coupé. Una due porte che va subito su di giri e che trasforma il semplice guidare in un’esperienza di piacere fisico. Ha il Dna di una vettura da corsa, ma si adatta anche alla guida giornaliera.

Con una lunghezza dell’automobile di 438 centimetri, la BMW Serie 1 M Coupé è il modello più corto e, con un’altezza di 142 centimetri, contemporaneamente il modello più basso nella gamma della BMW M GmbH. Una belvetta pronta ad assaltare l’asfalto. Rispetto alla BMW 135i Coupé, la larghezza della vettura è cresciuta di 55 millimetri (180,3 centimetri in tutto).

Il paraurti è stato ridisegnato per migliorare l’aerodinamica, mentre la presa d’aria centrale è più grande. La minigonna anteriore dal look robusto forma un’ampia superficie liscia, dominata nella sezione inferiore da tre grandi prese d’aria. Splendide le Air Curtain: grazie a queste aperture nella zona esterna della minigonna anteriore, l’aria aspirata viene condotta in due canali chiusi. Viene così convogliato il flusso d’aria lungo il lato interno della minigonna fino ai passaruota; all’uscita è deviato ad alta velocità attraverso un’apertura molto stretta situata vicino ai fianchi esterni delle ruote. Il flusso fuoriuscente forma una "tendina" davanti alle ruote anteriori: vortici limitati e spazio per accelerare di gusto.

Bixeno e led a profusione: la BMW Serie 1 M Coupé è equipaggiata di serie con luci bixeno. I tipici doppi proiettori del marchio sono tagliati nella zona superiore da una striscia di luci alimentate da unità led.

Vista di lato, l’attenzione cade sui passaruota fortemente bombati della due porte. Una caratteristica delle vetture M è l’esecuzione particolarmente allungata dell’elemento cromato a branchia sul passaruota anteriore: qui c’è il lampeggiatore di direzione, assieme al logo del marchio M. Anche il design degli specchietti retrovisori esterni è il risultato di un lavoro di precisione eseguito nella galleria del vento.

Nello spoiler posteriore sono state ricavate delle aperture laterali che riprendono il disegno delle prese d’aria della minigonna anteriore. La simmetria stilistica delle vetture M viene assicurata da doppi terminali di scarico tondi montati alle due estremità posteriori dell’automobile. Delle luci posteriori a L con coperchi rossi generano il classico design notturno del marchio. All’interno dei gruppi ottici, ancora led.

Ma cosa muove questo animale da strada? Il propulsore da 3,0 litri combina le caratteristiche prestazionali dei motori M con un’efficienza moderna. Con una potenza di 250 kW/340 CV, la BMW Serie 1 M Coupé raggiunge quasi esattamente il livello di potenza della BMW M3 della terza generazione.

La tecnologia M TwinPower Turbo utilizzata nella BMW Serie 1 M Coupé è composta da due compressori di dimensioni relativamente piccole. Già a 1.500 g/min il motore eroga la coppia massima di 450 Newtonmetri che mette a disposizione fino a 4.500 g/min; grazie alla funzione di Overboost, a pieno carico la coppia è potenziabile di altri 50 Newtonmetri. Accelera da 0 a 100 km/h in solo 4,9 secondi; la progressione viene limitata da un intervento della gestione motore a 250 km/h.

Ma come evitare che i "muscoli" del propulsore diventino troppo caldi? Un radiatore ad acqua supplementare e dei condotti dell’aria speciali tengono conto dell’elevato carico termico che si può manifestare per esempio durante la guida sportiva sul circuito.

Una serie d’interventi di BMW EfficientDynamics, come la Brake Energy Regeneration e i gruppi secondari controllati in base al fabbisogno reale, contribuiscono a limitare il consumo medio di carburante a 9,6 litri per 100 chilometri e il valore di CO2 a 224 grammi per chilometro.

E nella BMW Serie 1 M Coupé la coppia motrice viene trasmessa da un cambio manuale a sei rapporti. Il cambio sviluppato ex novo viene comandato con una leva M particolarmente corta.

La BMW Serie 1 M Coupé è equipaggiata di serie con un blocco variabile del differenziale M. In caso di necessità, il sistema forma una coppia di bloccaggio variabile che può raggiungere anche il 100 percento, assicurando così la trazione ottimale su tutti i fondi stradali. Il blocco variabile del differenziale M reagisce a differenze del numero di giri tra la ruota posteriore destra e quella sinistra e trasferisce la coppia motrice in frazioni di secondo da una ruota all’altra.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati