Notizie dal Mondo dei Motori
Bmw Serie 5 - Nuovo Crash Test

Bmw Serie 5 - Nuovo Crash Test

Bmw Serie 5 supera il primo crash test con sistema di frenata assistita. Il sistema, nel caso in cui la collisione non possa essere evitata in alcun modo, diminuisce la velocità di impatto standard EuroNCAP da 65 a 40 km/h agendo autonomamente sui freni.

Video  BMW Serie 5 - Crash Test
Video  BMW Serie 5

Dimensione Carattere:

La Bmw, gruppo leader nella produzione di autovetture premium, dopo aver rivoluzionato gli standard di sicurezza attiva e passiva delle proprie vetture, rivoluziona anche il metodo di verifica di tali tecnologie.

In particolare la Bmw, con la sua berlina di punta Serie 5, è la prima Casa automobilistica a superare un crash test con il sistema di frenata automatica attivo all’impatto.

La differenza sostanziale tra un crash test EuroNCAP tradizionale ed il nuovo crash test Bmw è che al momento dell’impatto, alla velocità standard di 64 km/h, il sistema di frenata assistita di cui la Serie 5 è equipaggiata diminuisce automaticamente la velocità, impattando contro l’ostacolo a soli 40 km/h.

Tale rallentamento è posto in essere da un sistema integrato di centraline elettroniche che agiscono sull’impianto frenante, interfacciate con il controllo della velocità, il controllo della distanza di sicurezza dal veicolo che precede e collegate ad avvisatori acustici e visivi in plancia.

In situazioni a rischio collisione, come una coda ferma dopo una curva cieca, il conducente riceve una segnalazione di pericolo mediante una spia lampeggiante rossa sul cruscotto e nell’head up display del parabrezza. Contemporaneamente l’impianto frenante viene precaricato ed aumentata la sensibilità di intervento della frenata assistita.

Se il pericolo persiste e lo scontro è imminente, il sistema entra nella fase due. A rafforzare la segnalazione visiva arriva anche un avviso sonoro intermittente, e se ciò ancora non "risveglia" il guidatore, l’auto frena autonomamente per 1,2 secondi, in modo da diminuire preventivamente la velocità prima dell’intervento umano.

Quando il radar di bordo comprende che la collisione non può più essere evitata qualunque sia la reazione del conducente, situazione limite, si attiva la frenata d’emergenza automatica che assicura una sensibile riduzione della velocità e conseguentemente della forza d’impatto.

In tutti i casi, il beneficio dell’intervento dei sistemi di bordo, aumenta il beccheggio sull’anteriore, abbassando il frontale del veicolo e garantendo la diminuzione dell’angolo d’incidenza tra cofano ed ostacolo.

Questo primo test dimostrativo organizzato da Bmw e Dekra anticipa il futuro delle prove in scenari di precollisione, con attivi sistemi di sicurezza attiva preventiva, che saranno sempre più diffusi in un numero crescente di veicoli.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati