Notizie dal Mondo dei Motori
Bmw Serie 7: dalla Russia con amore

Bmw Serie 7: dalla Russia con amore

Un’auto elegante resa più dinamica nel look, con attitudine green e carica di tecnologia per semplificare la vita di tutti i giorni. A cominciare dal ConnectedDrive...

Video  BMW Serie 7
Video  BMW Serie 7

Dimensione Carattere:

L’ultima declinazione dell’ammiraglia made in Bmw muove i primi passi all’ombra dell’Hermitage di San Pietroburgo, elegante porta d’Europa di un mercato, quello russo, che ama alla follia vetture imponenti, eleganti, portabandiera di uno status (ancora) da affermare.

È il terreno ideale per il debutto della nuova Serie 7, l’evoluzione della specie, poiché a metà ciclo di vita il costruttore bavarese prevede sempre una serie di miglioramenti estetico funzionali per i propri modelli, a discapito di un’autentica rivoluzione di forme e contenuti. L’ammiraglia non fa eccezione, seppure il look rivisitato della quinta generazione (lanciata ormai nel 2008) offre spunti di riflessione up to date importanti, ben assortiti e associati a una consistente mole di innovazioni che riguardano meccanica e dotazioni.

In Russia il mercato del lusso cresce in doppia cifra ogni anno, ora si attesta almeno al +10%, in aperta controtendenza rispetto a quello europeo che soffre, molto; così le giornate di lancio del modello top di gamma sono l’occasione per scoprire che proprio qui s’installa uno dei due concept store al mondo dedicati alle vetture sportive Bmw Motorsport, modelli M, con l’unico altro esistente situato a Singapore. Ma accolti dalle interminabili ore di luce che contraddistinguono la stagione estiva, ci accorgiamo che sono anche l’occasione di valutare un’auto nel suo ambiente naturale, fra strade lunghe e trafficate tracciate fra file di case ti richiamo architettonico europeo, e soprattutto convulse rush hours animate in egual misura da macchinoni coi vetri scuri e utilitarie sgangherate.

La nostra Serie 7, una ActiveHybrid della seconda generazione, ha il motore (nuovo) sei cilindri in linea benzina TwinPower Turbo combinato con un elettromotore da 5 cavalli, dichiara immediatamente l’attitudine ecofriendly della nuova pattuglia di propulsori: oltre al modello 760i - con propulsore a 12 cilindri - e alla motorizzazione d’ingresso 730i, viene offerto un nuovo motore sei cilindri in linea per la 740i e un V8 a benzina rivisitato per la 750i. Tutti i motori si contraddistinguono per una maggiore potenza accompagnata da un calo del consumo di carburante, non fanno quindi eccezione i sei cilindri diesel - 730d e 740d – e il 750d xDrive che, all’esordio, sceglie il 6 cilindri diesel M Performance TwinPower Turbo per diventare l’unità più potente del mondo nella sua categoria. Grazie al cambio automatico 8 rapporti e ai principi EfficientDynamics come lo Start&Stop e la capacità di veleggiare a velocità comprese fra 50 e 160 chilometri orari (a assorbimento di potenza costante l’auto passa al folle), i consumi calano fino al 17% a fronte di prestazioni migliorati del 10%.

Esteticamente poi l’effetto scenico dell’auto è assicurato da una massa schiacciata a terra dalle linee dinamiche che i designer Bmw hanno espresso per vie ben più orizzontali che in passato, ma anche dai nuovi proiettori Led con i caratteristici anelli luminosi impreziositi ora da un ‘accento’ che rende Serie 7 inconfondibile, specie di notte. È però lo stesso frontale a dettare un nuovo punto di vista per i prossimi frontali Bmw, laddove il doppio rene è modificato con 9 listelli al posto dei consueti 12.

Alle modifiche estetiche fanno eco quelle – ben più consistenti – strutturali: la scocca è nuova come nuovi sono gli interni, sempre raffinati ed eleganti, e sempre più votati a miscelare nel living concetti di ufficio mobile e connettività totale. La star è il sistema ConnectedDrive, lo si ‘legge’ attraverso il grande schermo centrale in alta definizione, che consente di connettere l’automobile a Internet rendendo disponibile mappe 3D, servizi Google, navigazione, posta elettronica, social media e, ovviamente, telefono. Distrazioni? Macché: innanzi tutto Serie 7 sposta anche al posteriore due schermi di grandi dimensioni per facilitare la vita a bordo di chi ‘naviga’ mentre l’autista guida. Per chi preferisce far tutto da sé c’è il sistema vocale che legge i messaggi e accetta dettatura e comandi. Non un caso che anche gli strumenti nel quadro abbandonino la logica analogica per consacrarsi alla dimensione digitale. Il display multifunzione della strumentazione, incastonato dietro il volante, è ora programmabile secondo le esigenze personali del conducente. La tecnologia Black Panel ampliata offre una diagonale dello schermo di 10,25 pollici e delle possibilità di visualizzazione completamente nuove. In funzione della modalità di guida gli strumenti si presentano con colori e grafici differenti, fornendo informazioni dettagliate, per esempio sullo stato della vettura e sulle varie funzioni.

La novità più divertente? L’innovativa funzione comfort che prevede l’apertura touchless del bagagliaio: basta passare il piede sotto il posteriore (con le chiavi in tasca) per vederlo spalancare.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati