Notizie dal Mondo dei Motori
BMW X6: sempre sportiva, ma più raffinata nelle forme.

BMW X6: sempre sportiva, ma più raffinata nelle forme.

Ecco la nuova SAC (Sport Activity Coupé) di BMW Un successo chiamato “X” made in USA.

Video  BMW X6 M
In Relazione:
Articoli  X6
  Suv e Fuoristrada
Video  Video BMW
Video  Foto BMW

Dimensione Carattere:

Ogni 99 secondi nasce una nuova BMW “X”. Dalle linee di assemblaggio dello stabilimento di Spartanburg, Sud Carolina, sono già uscite oltre 2,8 milioni di vetture nel corso di 20 anni di onorata attività. Nel 1994 BMW fu infatti una delle prime Case europee a credere nel mercato USA dove oggi è leader tra le “premium” d’importazione. L’avventura ebbe inizio con la Z3, ma oggi lo stabilimento produce solo i modelli “X” (tranne la piccola X1) destinati a tutti i mercati del mondo (il 70% sono esportati). Qui ogni giorno vengono sfornati circa 1.250 Sports Activity Vehicles, 200 dei quali sono X6, il primo SUV-Coupé introdotto da BMW nel 2008 e giunto ora alla seconda generazione. L’abbiamo provata ed abbiamo potuto constatare le aspettative di un’auto migliorata sotto tutti i punti di vista. La robusta meccanica permette di disimpegnarsi anche fuoristrada, ma è in pista, soprattutto con le eccezionali versioni M e M50d che si vede tutto il suo valore dinamico.

Sembra un restyling, ma è tutta nuova
Anche se sembrerebbe più un restyling, la nuova X6 è veramente tutta nuova, a cominciare dal pianale che condivide con la nuova X5. Esteticamente le principali novità riguardano il frontale che rispecchia il nuovo corso stilistico BMW con fari sdoppiati bixeno (disponibili anche a Led) che si raccordano con la mascherina ora più verticale. Si notano anche i nuovi deflettori laterali integrati nei passaruota anteriori (Air Curtain) e gli Air Breather ricavati nelle fiancate che riducono i vortici ottimizzando il Cx a 0,32. Anche il posteriore ha un aspetto più muscoloso grazie ad uno sviluppo più orizzontale e nuovi gruppi ottici a Led. Due tinte ad effetto brillante inedite per la carrozzeria, sparkling storm e flamencorot, si aggiungono a 2 pastello e 9 metallizzate.

All’interno si respira un’aria di vera novità grazie alla plancia di ultima generazione con Control Display incastonato al centro, cruscotto digitale, nuovi materiali pregiati e abbinamenti cromatici. Il volante sportivo in pelle multifunzione con paddles è stato disegnato solo per la nuova X6, così come i poggia-ginocchia nella zona della consolle centrale ed i nuovi pacchetti di optional Design Pure Extravagance ed M Sport. Più pratica e versatile...la X6 studia da limousine La prima X6 era più cattiva nelle forme e “ignorante” nel senso buono del termine, in tema di fruibilità e praticità. Insomma una vettura vistosa, cattivissima, ma più adatta a single impenitenti (e danarosi) che ad un utilizzo familiare e a clienti più razionali che prediligevano la sorella X5. La nuova X6 rmane esclusiva ed unica con la sua forma da coupè rialzato, ma la sua versatilità è stata decisamente migliorata con lo schienale del divanetto posteriore (i posti sono 5 di serie) divisibile e ribaltabile (40:20:40), con un bagagliaio più capiente di 75 litri (580-1.525 litri) ed il portellone posteriore ad azionamento automatico con Soft Close. Anche le forme appaiono più raffinate ed eleganti rispetto al passato, soprattutto per un posteriore più basso e dalle linee più orizzontali.

Più “razionale” ed efficiente, ma anche più prestazionale
I nuovi motori sono più performanti e parsimoniosi, con consumi diminuiti fino al 22%. Il sei cilindri 3.0 della 30d, ad esempio, emette solo 157 g/km di CO2 (6,6 l/100 km, -19%) pur con una potenza aumentata di 13 CV a 258 CV che le permette di guadagnare 8 decimi nello scatto 0-100 km/h. Sbalorditiva la X6 M50d con il suo triturbo diesel da 381 CV e 740 Nm di coppia. Il cambio per tutte è l’automatico sportivo Steptronic a 8 marce con Launch Control abbinato alla trazione integrale xDrive.

Appena nata...già “cresce”
Ad arricchire una proposta che, come descritto, si presenta ancora più raffinata, confortevole, lussuosa, versatile ed efficiente della versione precedente, sono già pronte ad essere lanciate nella mischia nuove motorizzazioni che si aggiungono a quelle previste al lancio. Alla 30d da 258 CV, che farà presumibilmente la parte del leone nelle vendite in Italia, e alla strepitosa M50d da ben 381 CV e 740 Nm di coppia massima, si aggiungono infatti una 40d da 313 CV ed una 35i da 306 CV, oltre naturalmente alla 50i V8 da 450 CV, bestseller nel resto del mondo. Per i più esigenti non manca una specialissima versione X6 M motorizzata con un poderoso 4,4 litri a 8 cilindri da 575 CV. Una vera e propria belva in grado di regalare emozioni da supersportiva anche in pista. Tre gli allestimenti disponibili: base, Extravagance che punta su comfort e raffinatezza e MSport che sottolinea invece gli aspetti più sportivi e dinamici della vettura. Pressoché illimitate poi le possibilità di personalizzazione grazie al programma BMW Individual curato dallo speciale reparto BMW M. I prezzi sono compresi tra i 70.890 Euro della 30d ed i 128.500 Euro della X6 M. Le nuove motorizzazioni 35i e 40d, disponibili a partire dal primo trimestre del prossimo anno, sono già ordinabili con prezzi d’attacco fissati rispettivamente a 72.140 e 74.840 Euro. Completissima la dotazione Personalizzabile a piacimento, ma già la dotazione di serie della nuova BMW X6, fortemente ampliata rispetto al modello precedente, è esclusiva. Essa include proiettori bixeno, cerchi in lega da 19 pollici, comando automatico del cofano posteriore e cambio sportivo Steptronic a otto rapporti con paddles al volante, inoltre rivestimento in pelle, climatizzatore automatico bi-zona, specchietto retrovisore interno autoanabbagliante e pacchetto di sicurezza Driving Assistant di BMW ConnectedDrive. Sono...come tu mi vuoi, anche nell’assetto Se la trazione integrale intelligente di serie BMW xDrive (su X6 non è prevista la versione sDrive a due sole ruote motrici presente nella gamma X5) ottimizza permanentemente la trazione, la stabilità di guida e la dinamica in curva, si può avere ancora di più con i pacchetti di Assetto adattivo con Dynamic Performance Control che ne potenzia ulteriormente la dinamica di guida in senso sportivo o di comfort, a seconda dei gusti personali. Dynamic Performance Control viene offerto in combinazione con la stabilizzazione attiva antirollio Dynamic Drive nell’ambito del pacchetto Assetto adattivo Dynamic che esalta ancora di più le qualità di handling. Un aumento del comfort di guida lo assicurano invece gli ammortizzatori pneumatici dell’asse posteriore e il Dynamic Damper Control che sono inclusi sia nel pacchetto Assetto adattivo Comfort che nell’Assetto adattivo M (di serie nella BMW X6 M50d e parte del pacchetto M Sport nelle altre varianti di modello), che si distingue inoltre per una taratura particolare delle sospensioni, ad orientamento sportivo. Nel pacchetto Assetto adattivo Professional sono stati combinati i contenuti dei pacchetti Assetto Comfort e Assetto Dynamic.

A gentile...richiesta
Attingendo dalla vastissima lista delle opzioni è possibile accentuare il carattere della nuova BMW X6 con proiettori adattivi a LED, Comfort Access con apertura e chiusura touchless del cofano del bagagliaio, sistema di navigazione Professional con Touch Controller, Bang & Olufsen High End Surround Sound System e nuovo sistema di entertainment Professional per la zona posteriore. L’ampia offerta di BMW ConnectedDrive inoltre include in parte sistemi di assistenza del guidatore e servizi di mobilità unici sul mercato. Solo per citarne i principali troviamo il BMW Head-Up Display, Driving Assistant Plus con assistente di guida autostradale in colonna, BMW Park Assistant, i sistemi Surround View e BMW Night Vision con Dynamic Light Spot, Speed Limit Info e tutti i servizi di BMW ConnectedDrive, come anche Online Entertainment. La chiamata di soccorso intelligente è invece parte dell’equipaggiamento di serie della nuova BMW X6. Come prima, più di prima In sintesi la nuova X6 rimane una vettura unica e distintiva dalle caratteristiche dinamiche più vicine a quelle di una autentica sportiva stradale che a quelle di una SUV tradizionale, ma in questa sua nuova generazione perde un pizzico di cattiveria nelle forme ora più raffinate ed eleganti, ma guadagna molto in tema di dotazioni tecnologiche, comfort, abitabilità e versatilità. La minore cattiveria rispetto alla versione precedente è inoltre solo nelle forme in quanto tutti i motori sono cresciuti in prestazioni e, al contempo, in efficienza e contenimento di consumi ed emissioni. Al top della gamma per prestazioni e piacere di guida le versioni M e M50d, perfettamente a loro agio anche in pista. Nonostante la vocazione sportiva e stradale, la X6 riesce a stupire anche nell’off-road grazie anche al sistema di trazione intelligente, all’altezza da terra ed ai sistemi elettronici che pensano a garantire la migliore aderenza in tutte le situazioni..




A cura di Autolink News © riproduzione riservata.

Servizi e Link Consigliati