Notizie dal Mondo dei Motori
CES 2014: Audi guida da sola

CES 2014: Audi guida da sola

Il futuro dell'auto in mostra al consumer electronics show di Las Vegas: fra auto intelligenti e piloti automatici

In Relazione:
Articoli  AUDI
Video  Video AUDI
Video  Foto AUDI

Dimensione Carattere:

L’abbiamo provata in anteprima, anche se in realtà ci eravamo già saliti l’anno scorso, sempre qui a Las Vegas: l’Audi col pilota automatico, un anno dopo, è sempre più vicina alla produzione di serie. Un paio d’anni ancora, e almeno la tecnologia che abbiamo potuto testare in questi giorni, a margine del CES 2014 (Consumer Electronics Show), potrebbe cambiare radicalmente il nostro modo di guidare nel traffico. La A7 con il pilota automatico, proprio come sugli aerei ha un cervello elettronico che mantiene la rotta sollevando il ‘pilota’ dall’incombenza, esclude il guidatore premendo un apposito tasto sul volante, se ci sono le idonee condizioni di sicurezza.

Non si deve viaggiare a più di 60 orari, un’auto deve precederci per saggiare la strada, non si possono chiudere gli occhi per dormire o indugiare troppo. Due telecamere sono sempre puntate sul guidatore per valutarne l’attenzione a un possibile stato d’allerta. Una volta rispettati tutti questi parametri, si parte: la ‘macchina’ gestisce autonomamente sterzo (in realtà ora si va solo dritti), cambio, acceleratore e freni. Alla strada e a riconoscere gli ostacoli pensa lo scanner laser incastonato nella calandra e coadiuvato dall’insieme dei sistemi elettronici della vettura. Il cuore e cervello dell’operazione è un computer che, a differenza dell’anno scorso quando occupava un intero bagagliaio ‘avant’, oggi è grande quanto un caricatore multi-cd.

Lì convergono i segnali e da lì partono gli ordini, ma è il cruise control attivo a gestire autonomamente il movimento della nostra vettura nel traffico. A noi resta il tempo per guardare fugacemente il telefono, chiacchierare con chi abbiamo di fianco, riposare gambe e braccia e svagarci brevemente: l’importante è che gli occhi siano sempre vigili, in caso d’allarme il pilota automatico restituisce l’ultima decisione all’uomo. Se le due telecamere che ci monitorano riscontrano una nostra assenza o disattenzione troppo prolungata, dopo un paio di messaggi di allarme acustici e visivi, attivano le quattro frecce e fermano l’auto in mezzo alla strada.




A cura di Autolink News © riproduzione riservata.

Servizi e Link Consigliati