Notizie dal Mondo dei Motori
Chevrolet Dual Power - Il GPL per l’intera gamma

Chevrolet Dual Power - Il GPL per l’intera gamma

Chevrolet offre per tutti i suoi modelli la doppia alimentazione benzina/gpl (Dual Power) con garanzia ufficiale di tre anni anche sull’impianto a gas, di tipo multipoint. Minori spese anche rispetto al diesel, minori restrizioni alla circolazione.

Dimensione Carattere:

Chevrolet è la prima Casa automobilistica a proporre la doppia alimentazione benzina/gpl su tutta la propria gamma di modelli. Da Matiz ad Evanda si possono avere versioni Dual Power con impianto ad iniezione gassosa multipoint il cui costo è di 1.950 Euro , IVA inclusa, che deve essere aggiunto al prezzo di listino.

In questi mesi di continue restrizioni alla circolazione per le auto a benzina e diesel (targhe alterne, euro3, euro4 etc.) e di forte aumento dei prezzi dei carburanti tradizionali, l’alimentazione a gas liquido si propone come ideale connubio tra risparmio ed ecologia. E senza alcun complesso di inferiorità né tecnico né sul piano della praticità d’uso.

CHE COS’È IL GPL?

GPL significa Gas di Petrolio Liquefatti ed è una miscela di gas, in buona parte butano e propano, che liquefa se sottoposta a pressioni di poche atmosfere. In Europa proviene per circa metà da fonti naturali e il resto dai processi di raffinazione del petrolio greggio dei quali costituisce di fatto un inevitabile sottoprodotto.

ECONOMIA: IL DIESEL RESTA DIETRO

Il costo alla pompa del gpl supera di poco la metà di quello del gasolio. Pur considerando un incremento del 15/20% di consumo (dovuto esclusivamente al peso specifico inferiore del gas liquido) rispetto al funzionamento a benzina, il costo chilometrico resta inferiore anche rispetto a un turbodiesel. In più, i privati possono godere di un incentivo governativo di 650 euro (salvo esaurimento, verificabile prima dell’acquisto, dei fondi annuali) che rende certamente conveniente l’opzione gpl rispetto a un diesel. Incentivo che le amministrazioni locali possono estendere con altri, cumulabili con quelli statali: la Regione Lombardia, ad esempio, raddoppia il contributo concedendo altri 650 euro. La stessa Lombardia, inoltre, ha istituito una tessera, rivolta ai privati residenti nella regione, che consente uno sconto di 0,055 euro litro (con un risparmio quindi di circa il 10% ) sull’acquisto di gpl per autotrazione.

Inoltre le associazioni di settore si battono da tempo per la riduzione delle accise sul gpl, che paradossalmente risulta il carburante più tassato in Italia. In ogni caso, il sistema degli incentivi varia da regione a regione e persino a livello provinciale e comunale e l’invito è quello di rivolgersi ai siti dedicati all’argomento o a quelli istituzionali della propria zona di residenza.

Va infine considerato il costo di manutenzione inferiore di un sistema a doppia alimentazione benzina/gpl rispetto al turbodiesel, dato che l’impianto a gpl richiede solo qualche controllo periodico e non utilizza elementi delicati e costosi come iniettori ad altissima pressione e turbocompressore. Rispetto alla benzina, il gpl non lascia depositi carboniosi e allunga la vita di olio, candele e valvole.

RESTRIZIONI ALLA CIRCOLAZIONE, IL GPL È ESENTE

L’attenzione posta negli ultimi anni verso le polveri sottili, con abbassamento costante dei limiti tollerati, ha portato a frequenti blocchi o restrizioni della circolazione veicolare. Provvedimenti imposti dalla Comunità europea che potrebbero diventare molto frequenti in futuro: se oggi le limitazioni scattano al superamento dei 50 mg/Mc di PM10 per 35 giorni consecutivi, tra meno di cinque anni il periodo consentito scenderà a soli 7 giorni. Da queste restrizioni alla circolazione sono oggi esentati i veicoli a gpl con catalizzatore, grazie alle ridottissime emissioni di polveri sottili. I pregi del gpl in termini di emissioni si estendono poi alle presenza praticamente nulla di zolfo e idrocarburi aromatici nel carburante. In questo quadro, particolarmente importante risulta l’estensione dell’opzione gpl alla Matiz, auto tipicamente utilizzata in città e in zone molto congestionate, proprio quelle a maggior rischio di provvedimenti di blocco temporaneo del traffico.

Infine, il contenuto di idrogeno del gpl, più elevato rispetto a benzina e gasolio, contribuisce a ridurre le emissioni di anidride carbonica (CO2) ritenuta responsabile dell’effetto serra e dei conseguenti cambiamenti climatici in atto.

OLTRE 2.000 DISTRIBUTORI IN ITALIA
180 PUNTI DI ASSISTENZA CHEVROLET, 3 ANNI DI GARANZIA

E’ solo un luogo comune, legato spesso alla confusione con il metano, quello della scarsità dei punti di rifornimento di gpl in Italia. Oggi sono oltre duemila, ben distribuiti su tutto il territorio incluse le autostrade. Ma anche in altri paesi europei, come la Francia o l’Olanda, non ci sono problemi a trovare punti di rifornimento, mentre la Gran Bretagna sta investendo molto per potenziare la rete distributiva. Va anche considerato che si può sempre ricorrere al serbatoio della benzina, invariato rispetto ai modelli alimentati solo con questo carburante: l’autonomia complessiva è quindi molto elevata.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati