Notizie dal Mondo dei Motori
Chevrolet Volt 2009

Chevrolet Volt 2009

Si ricarica dal 220V e consuma come un elettrodomestico. Con 60 Km ad emissioni Zero, il cuore elettrico di Chevrolet Volt è affiancato da un motore a bioetanolo E85, per la ricarica delle batterie al litio. Risparmio di 2.000 litri di benzina all’anno.

Video  Chevrolet Volt - 2010

Dimensione Carattere:

Pronta alla produzione in serie, l’innovativa e tanto attesa Chevrolet Volt, debutta al Salone dell’Auto di Parigi 2008 nella versione più definitiva.

Con un’autonomia estesa a 60 Km, grazie alla tecnologia E-REV (Extended-Range Electric Vehicle), si caratterizza appunto per essere un’auto a trazione anteriore che funziona sempre con motore elettrico, e che esaurita la carica delle batterie, o negli spostamenti più lunghi, aziona un motore a scoppio in grado di funzionare sia a benzina che con miscela E85 a base di bioetanolo, generando a sua volta l’elettricità necessaria per aumentare l’autonomia totale.

L’originale forma aerodinamica della vettura che sarà prodotta in serie contribuisce a sua volta a migliorare i consumi di carburante ed il comportamento su strada. Secondo General Motors, gli utenti che percorrono 100 Km al giorno potrebbero risparmiare anche 2.000 litri di benzina all’anno, rispetto a coloro che utilizzano una vettura di dimensioni analoghe che consuma mediamente 7,8 litri ogni 100 Km.

Per essere caricata, Chevrolet Volt può essere anche essere collegata per un tempo di circa 3 ore a una presa elettrica domestica standard a 220 V, andando a costare e consumare energia pari a quella di un frigorifero.

«Volt è il simbolo dell’impegno futuro di GM e concretizza appieno il tipo di innovazioni tecnologiche di cui ha bisogno il nostro settore per rispondere alle problematiche ambientali ed energetiche dei nostri giorni e degli anni a venire» ha detto Rick Wagoner, presidente ed amministratore delegato di GM.

Molte caratteristiche delle forme del prototipo si ritrovano anche nella Volt di serie, inclusa la griglia frontale chiusa, il senso di solidità, la linea posteriore, gli specchietti retrovisori esterni e altri particolari. Il profilo anteriore tondeggiante e privo di sporgenze della Volt, la griglia e gli angoli smussati hanno una valenza funzionale, migliorando la penetrazione nell’aria della vettura.

Nella parte posteriore, gli spigoli decisi e uno spoiler dalla forma rigorosamente studiata garantiscono un deflusso rapido dell’aria. La notevole inclinazione del parabrezza e del lunotto posteriore favoriscono la riduzione delle turbolenze e della resistenza aerodinamica.

I designer e i progettisti hanno lavorato a stretto contatto con gli esperti GM in aerodinamica per dare forma alla Volt e hanno sviluppato uno dei veicoli più aerodinamici nella storia di GM. Grazie alle migliorie aerodinamiche, GM ha raggiunto l’obiettivo di autonomia della Volt che consente di percorrere fino a 60 Km (ciclo MVEG) senza utilizzo di carburante e produrre emissioni inquinanti.

Gli interni di Volt offrono spazio, comfort, praticità e caratteristiche di sicurezza che il cliente si aspetta da una berlina a quattro posti, disponibile in una vasta gamma di opzioni per quanto riguarda il colore, l’illuminazione e i rivestimenti, per un livello di personalizzazione mai raggiunto da una berlina Chevrolet.

La strumentazione moderna e la bellezza dei materiali, due display informativi e il centro di "infotainment" dotato di un sistema di controllo a sfioramento con selettore integrato sono caratteristiche esclusive degli interni di Volt che non si trovano in altre vetture sul mercato.

Si prevede che Chevrolet Volt sarà prodotta nello stabilimento GM di Hamtramck (Detroit). L’inizio della produzione è programmato per la fine del 2010 per i modelli destinati agli Stati Uniti, e nel 2011 il via alla commercializzazione in tutto il resto dei mercati. Il listino prezzi è ancora assolutamente top secret.

IL PIENO A MENO DI 1 EURO

Chevrolet Volt annuncia l’inizio di nuova epoca per le auto elettriche con la creazione di un’innovativa classe di veicoli ad autonomia estesa denominati E-REV (Extended-Range Electric Vehicle).

Le ruote della Volt sono sempre azionate dall’energia elettrica. Per spostamenti non superiori a 60 chilometri, la Volt è alimentata solo dell’energia elettrica immagazzinata in una batteria agli ioni di litio da 16 kWh. Quando l’energia elettrica della batteria si esaurisce, un generatore alimentato da un motore a benzina/etanolo fornisce senza soluzione di continuità l’energia per l’azionamento del motore elettrico, caricando simultaneamente la batteria.

Questa modalità di funzionamento prolunga l’autonomia della Volt di diverse centinaia di chilometri, consentendo di ricaricare con comodo la batteria del veicolo. A differenza di un tradizionale veicolo elettrico a batteria, la Volt elimina "l’ansia da autonomia", creando fiducia e tranquillità nel conducente, che non rimarrà mai a piedi perché la batteria è scarica.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati