Notizie dal Mondo dei Motori
Chevrolet Volt, l’ecologica a basso consumo!

Chevrolet Volt, l’ecologica a basso consumo!

Elettrica pura, ma con un’autonomia che può arrivare fino a 500 chilometri, grazie al motore termico che interviene una volta esaurita la carica delle batterie

Video  Chevrolet Volt - 2010

Dimensione Carattere:

Volt, la nuova elettrica ad autonomia estesa di Chevrolet, è stata introdotta sul mercato come la prima auto elettrica “range extended” o, per dirla in italiano appunto ad “autonomia estesa”, lanciata sul mercato italiano. Questa definizione un poco “criptica” racchiude in sé una sorta di trovata alla “uovo di colombo” rappresentata dalla possibilità di circolare anche una volta esaurita la carica delle batterie, grazie ad un piccolo e parco motore termico che fornisce alle stesse l’energia necessaria per non interrompere il proprio viaggio e continuare senza problemi di autonomia. Volt costituisce una proposta unica nel panorama delle soluzioni per abbattere l’impatto ambientale.

Elettrica, ma senza limitazioni di utilizzo
Ma entriamo nel dettagli tecnico. Grazie al motore elettrico da 150 CV, infatti, ed al suo gruppo batterie da 16 kWh ricaricabili da una normale presa di corrente in meno di quattro ore, Volt è in grado di percorrere tra i 40 e gli 80 km in modalità 100% elettrica e con una ricarica effettuabile da normale presa di corrente o da apposita colonnina trifase (in questo caso la ricarica avviene rapidamente ed in meno di un ora si raggiunge l’80% della capacità totale di carica), consentendo così un utilizzo urbano e per il classico tragitto casa-ufficio ad emissioni zero. A queste prestazioni da auto elettrica convenzionale, Volt come dicevamo, offre molto di più. Un secondo motore elettrico da 72 CV che funge da generatore ed interviene a velocità superiori ai 100 km/h per abbassare il regime di rotazione del motore principale e ridurre così il consumo di batterie.E non è finita; Volt è equipaggiata anche con un efficiente piccolo motore termico da 1,4 litri ed 86 CV che entra in azione quando le batterie si scaricano completamente ed ha il compito di fornire energia al generatore che la trasforma in elettricità, consentendo così alla vettura di continuare a viaggiare con un’autonomia superiore ai 500 chilometri. A differenza di quanto avviene sulle normali autovetture ibride, “full” o “mild” che siano, in questo caso il motore non interviene in alcun modo sul movimento della vettura, ma si occupa semplicemente di fornire l’energia necessaria alle batterie. Questa tecnologia ha permesso così ai tecnici Chevrolet di realizzare una vettura versatile ed utilizzabile anche nei trasferimenti autostradali e sulle lunghe percorrenze in modo del tutto analogo ad una vettura tradizionale.


Design distintivo e grintoso sia fuori che dentro
Se tecnicamente Volt incuriosisce per la unicità delle sue soluzioni, a livello di design colpisce per le sue forme scolpite da vera sportiva. Il frontale, dove fanno bella mostra di sé la classica calandra col “cravattino” Chevrolet e forme decise e spigolose ed il posteriore, con il lunotto inclinato da coupé e la coda squadrata ed aggressiva, rendono Chevrolet Volt immediatamente riconoscibile. All’interno, la qualità dell’abitacolo è da vettura premium: interni in pelle e materiali piacevoli al tatto ed alla vista, si sposano con un avveniristico quadro strumenti costituito da due schermi Lcd e con una dotazione infotainment da prima della classe. Uno schermo touch screen al centro della plancia consente di visualizzare tutte le informazioni desiderate e di interfacciarsi con smartphone e tablet per i quali saranno messe a disposizioni applicazioni dedicate. L’abitabilità delle quattro poltrone singole è ottima, così come la volumetria del vano bagagli che va dai 310 ai 1000 litri.Un impianto audio della Bose che consente tra l’altro una risparmio energetico del 50% rispetto ai sistemi tradizionali, è disponibile a richiesta. Di serie invece l’avanzato sistema di navigazione satellitare, i comandi al volante, il riconoscimento vocale e la connettività Bluetooth. L’impianto di climatizzazione automatico consente di impostare la modalità desiderata scegliendo tra massima efficacia e basso consumo energetico.



Generosa e piacevolissima da “elettrica”
Una volta accesa la vettura tramite un pulsante posto sulla plancia e selezionata la modalità di funzionamento desiderata, si rimane colpiti dalla generosità del propulsore elettrico e dall’assenza di fruscii aerodinamici. Impagabile lo spunto da fermo grazie anche ad una generosa coppia massima da 370Nm, ancora più gratificante perché tutto avviene nella più totale assenza di rumorosità. Grazie al sistema di guida della Volt che consente alla coppia motrice di essere subito disponibile, infatti, la Chevrolet Volt scatta da 0 a 100 km/h in soli 9 secondi: un tempo quasi da sportiva.




A cura di Autolink News © riproduzione riservata.

Servizi e Link Consigliati