Notizie dal Mondo dei Motori
Citroen Berlingo Test Drive

Citroen Berlingo Test Drive

Citroen Berlingo: “fantasia al potere” e ci fai quello che vuoi.

Video  Crash Test Citroen Berlingo - 2008

Dimensione Carattere:

Nuova Berlingo, ovvero: non di sole auto vive l’uomo. Auto intese come vetture tradizionali, compromesso tra design e funzionalità, in ogni loro declinazione. Serve, talvolta, qualcosa di diverso. Un “Utility”, non necessariamente “Sport”, che sappia cioè far fronte alle più concrete necessità oggi sentite da gran parte degli utenti, privati o aziendali essi siano. “Spazio” allora alla fantasia. Da un prodotto di nicchia che in Italia si è moltiplicato in 130 mila esemplari in meno di un ventennio (prima generazione nel 1996), il mercato si aspetta il meglio e solo il meglio. E Berlingo non tradisce: l’edizione che Citroen porta al debutto in questi giorni ripercorre e rinforza le qualità che hanno fatto del suo multispazio semi-professionale una vettura di successo. Vale a dire abitabilità per le persone, capacità di carico per merci e bagagli, inoltre un design e un piacere di guida che non si allontanano troppo, in ogni caso, dall’esperienza automobilistica vera e propria. Prezzi a partire da 18.750 euro (Vti 75 CV).

Un sorriso, please
Il restyling 2015 interessa innanzitutto il frontale: griglia, parafango e luci diurne a Led sono i cardini di un “volto” ancor più espressivo e sorridente. Di immagine robusta e di carattere conviviale per natura, Berlingo riafferma quindi le sue caratteristiche di alta comunicatività e scarsa aggressività, sia in versione “civile” Multispace, sia in allestimento professionale “Van”. Il design è evoluto, tutt’altro che essenziale, perfettamente in linea col linguaggio formale Citroen. L’integrazione di ogni elemento anteriore, per prima cosa, è studiata con cura per ottenere un quadro omogeneo, sobrio e moderno. L’accresciuta personalità della multispazio francese è poi enfatizzata da un nuovo paraurti, appendice le cui linee si allungano fino ai lati della nuova calandra, a sua volta ridisegnata. Più bassa e larga, essa infatti struttura il frontale e conferma la percezione di solidità complessiva. Le luci diurne a diodi luminosi, in opzione su Berlingo Mulispace dal livello “Feel” e di serie sullo step “XTR”, sono a loro volta posizionate più in basso, così da trasmettere una maggiore sensazione di potenza e aderenza all’asfalto.

I “Feel” Good
Ridisegnato anche il classico “Double Chevron”: il marchio di fabbrica Citroen presenta ora uno sviluppo interamente orizzontale e arriva a toccare i fari stessi. Pur di adattarsi a qualunque circostanza ed evidenziare l’upgrade di gamma, il paraurti anteriore è disponibile in diverse varianti: mentre sulla finitura Feel di base esso è verniciato nello stesso colore della carrozzeria, in caso di opzione “Pack Look Plus” (pacchetto offerto in abbinamento ai modelli Feel), solo una fascia si presenta in tinta col resto delle superfici. Dei “patch” neri in rilievo prolungano inoltre visivamente la silhouette del corpo macchina e accolgono le luci diurne a Led e i fendinebbia. Finitura XTR: il frontale appare identico al livello Feel con Pack Look Plus, ma con una fascia nero Onyx, posizionata sotto gli Chevron e con l’aggiunta di una piastra di protezione inferiore a effetto alluminio. Nuova Berlingo si arricchisce infine di due nuove colorazioni per la carrozzeria, il Grigio Acier e il Grigio Moka.

Spazio alla quinta
Ma oltre che osservato, Berlingo va ovviamente vissuto: e gli interni davvero presentano soluzioni di comfort degne di un camper e un programma tecnologico che nulla ha da invidiare a una berlina. Spazi esterni tutto sommato contenuti (4,38 metri di lunghezza) e organizzazione interna più che mai intelligente, per un ambiente ospitale sia per i passeggeri (24,5 cm lo spazio dedicato agli ospiti di seconda fila), sia per gli oggetti. Quelli ingombranti trovano alloggio in un bagagliaio da 675 litri, che addirittura quintuplica la sua capienza estraendo i sedili posteriori. Accessori, valigette o piccoli strumenti da lavoro si sistemano invece in uno qualunque dei tanti vani ricavati da portiere, cruscotto, consolle centrale (anche completamente amovibile), persino il tetto in tutta la sua lunghezza. Il geniale sistema di organizzazione del tettuccio si chiama “Modutop” e riserva ad ogni occupante uno scompartimento personale. Nel complesso, dall’abitacolo è stato ricavato un volume portaoggetti di 170 litri supplementari.

Un tocco sartoriale
Il comfort di bordo passa dall’offerta di spazio, ma non solo: Berlingo Multispace si equipaggia così di nuovi piacevoli rivestimenti. In sostituzione del tessuto “Quad Blu”, sul livello Feel fa la sua comparsa il “Quad Grigio”, tinta con impunture turchesi, perfettamente intonata alla plancia. La configurazione XTR accoglie dal canto suo il nuovo tessuto “Liberia”, programma con impunture color ocra per un tocco ancor più moderno. Anche con queste nuove decorazioni interne, il posto di guida mantiene le precedenti caratteristiche di ergonomia, con una plancia estremamente funzionale e gradevole di aspetto. La leva del cambio è integrata nella plancia stessa, il sedile è regolabile in altezza, il volante si modula infine sia in altezza, sia in profondità. Proprio la corona del volante, eccessivamente inclinata in senso orizzontale, impedisce semmai uno stile di guida paragonabile in tutto e per tutto a quello che si sperimenta ai comandi di una vettura a seduta bassa. Dettaglio, tuttavia, col quale basta acquistare un briciolo di dimestichezza e adattare il proprio modo di guidare. Con 1,80 metri di altezza, Berlingo offre in ogni caso una superficie vetrata (tra parabrezza panoramico, vetri laterali e laterali posteriori) di ben 4,35 mq: per un grado di visibilità eccellente sia in senso frontale che in campo periferico.




A cura di Autolink News © riproduzione riservata.

Servizi e Link Consigliati