Notizie dal Mondo dei Motori
Climatizzatore Cautela

Climatizzatore Cautela

Se la temperatura è troppo bassa o se si puntano i flussi dritti al corpo, sono in agguato, fra l’altro, contratture muscolari, dolori articolari, problemi intestinali. Massima prudenza anche con gli sbalzi di temperatura fra abitacolo ed esterno.

Dimensione Carattere:

Alzi la mano chi vuole rovinarsi la vacanza per via del climatizzatore dell’auto: se siete fra quelli che intendono godersi la vacanza o il ritorno sul lavoro in pace, allora leggete queste righe. Che saranno pure scontate, ma a giudicare dal numero di persone che si reca al pronto soccorso o dalla guardia medica sul luogo di villeggiatura, evidentemente le raccomandazioni non sono mai abbastanza. E poi una persona che non sta bene in salute, se guida diventa anche un pericolo per la sicurezza stradale.

Lungi da noi l’intenzione di demonizzare il "clima": la National University of Singapore ha dimostrato che una buona ventilazione dell’ambiente influisce sulla prontezza di riflessi, sulla concentrazione. Prezioso anche per chi guida. Ma, come rivela la Cornell University, l’aria condizionata, se usata male, fa diminuire la aumentare il numero di errori commessi.

Regola numero uno: i flussi d’aria fredda. Mai indirizzarli dritti al corpo. Lontano da petto, volto, occhi. Altrimenti, nella migliore delle ipotesi, la conseguenza si chiama problema intestinale. Ma sono in agguato anche contratture muscolari, torcicollo, dolore alle arcate sopraccigliari, mal di gola. Per non parlare di cefalea e mal di denti. I flussi puntano verso l’alto. Al massimo i piedi (per tempo limitato). Deve esserci il mescolamento dell’aria fredda con quella calda (che è più leggera).

Secondo: cautela con gli sbalzi di temperatura. Il doppio passaggio dal clima fresco dell’auto all’area di servizio con l’asfalto rovente e l’aria a 40 gradi, per poi imbucarsi nell’autogrill ancora più freddo, fa ammattire l’organismo. Che non ha tempo di trovare equilibrio e di adattarsi. Copritevi un minimo, senza esagerare col freddo in macchina.

Neppure voi dovete fare impazzire il climatizzatore automatico. D’estate, se lasciate l’auto in sosta sotto il Sole, la ventola sale gradualmente. Così non venite investiti di aria bollente presente nei condotti. Inutile sparare al minimo il "clima", e di ricorreggerlo strada facendo: rischiate solo di mandarlo in tilt e di non comunicargli bene che temperatura volete. Basta impostarlo attorno ai 20 gradi; poi il "clima" fa da sé con intelligenza.

Il vostro climatizzatore è manuale? Per 30 secondi, azionate il ricircolo (purché non siate in galleria) e il ventilatore a velocità medioalta; dopodiché, ok alla massima velocità. E il ricircolo? Non usatelo tanto: è sempre la stessa aria che gira.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati