Notizie dal Mondo dei Motori
Daimler e Toray: Joint Venture

Daimler e Toray: Joint Venture

Prende avvio una collaborazione fra Daimler e Toray per la produzione e la commercializzazione di componenti automobilistici in plastica rinforzata da fibra di carbonio. Obiettivo, macchine leggere e un notevole abbassamento delle emissioni inquinanti.

Dimensione Carattere:

Servono vetture sempre più efficienti in termini di emissioni e consumi; occorre una carrozzeria sempre più leggera, per far faticare il meno possibile il motore: così si spiega la joint venture fra la tedesca Daimler (Mercedes, per intenderci) e la giapponese Toray (maggior produttore di fibre di carbonio a livello mondiale). Obiettivo, produrre e commercializzare componenti automobilistici in CFRP, ossia plastica rinforzata da fibra di carbonio.

Già c’era un preaccordo di sviluppo congiunto, firmato nel marzo dello scorso anno: ora si dà il via allo sviluppo di materiali in CFRP. Toray ha lavorato ai processi di progettazione e stampaggio e Daimler alla progettazione e allo sviluppo delle tecnologie di assemblaggio dei componenti. Unendo le forze, le società sono riuscite a sviluppare una tecnologia innovativa per la produzione in serie di componenti in CFRP con un ciclo di stampaggio notevolmente più breve.

Ma quando i primi frutti del "matrimonio"? I partner prevedono di iniziare a utilizzare componenti in CFRP, prodotti in serie con l’innovativa tecnologia di stampaggio RTM (stampaggio per trasferimento di resina a ciclo breve) sviluppata da Toray, sulle vetture Mercedes-Benz di Daimler nel 2012.

L’adozione di strutture leggere è parte integrante della strategia Daimler per la mobilità sostenibile. Lo scopo è ridurre il peso della scocca nuda del 10% rispetto a tutti i precedenti modelli di vetture Mercedes-Benz. Per raggiungere questo traguardo, Daimler si è impegnata al massimo per sviluppare tecnologie il cui principio base fosse l’individuazione del materiale più adatto per i singoli componenti e la relativa disposizione. In quest’ottica, la società prevede di utilizzare attivamente i componenti in CFRP e di aumentare il numero dei modelli che montano tali componenti.

Non solo. Una maggiore leggerezza dell’auto compenserà in parte un eventuale aumento dovuto alla presenza di ulteriori dotazioni di sicurezza e comfort o legato alle nuove tecnologie utilizzate per i sistemi di propulsione alternativi.

Oltretutto, i componenti in CFRP contribuiscono poi a aumentare la rigidità della carrozzeria della vettura e, di conseguenza, anche la sicurezza della cellula abitacolo in caso di incidente, nonché il comfort.

Non per niente, Toray ha inserito tra i propri obiettivi primari l’espansione dell’attività produttiva di materiali compositi rinforzati in fibra di carbonio nel settore automotive. Nel giugno 2008, ha creato l’Automotive Center (AMC), un centro di sviluppo globale per applicazioni automobilistiche, seguito nell’aprile 2009 dall’Advanced Composite Center (ACC), un centro per lo sviluppo di tecnologia ed applicazioni per prodotti in CFRP. Queste strutture, di importanza strategica per l’A&A (Automotive & Aircraft) Center di Nagoya (Aichi), sono tutte impegnate nello sviluppo di materiali e processi ottimali per applicazioni automobilistiche.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati