Notizie dal Mondo dei Motori
Daimler - Fiat Industrial

Daimler - Fiat Industrial

Il Gruppo tedesco Daimler, Mercedes per capirci, pare intenzionata ad avanzare una proposta di acquisto per Fiat Industrial, dopo lo scorporo di Fiat Auto. Il Lingotto dice che non c’è nessuna offerta da parte di Daimler. Ma è un’ipotesi affascinante.

Dimensione Carattere:

Le indiscrezioni sono molto insistenti e sono state riportate in Italia dal quotidiano "La Repubblica": la tedesca Daimler (Mercedes) avrebbe messo gli occhi sulla nuova società del Lingotto, Fiat Industrial. Obiettivo, portarla a casa con nove miliardi di euro.

Va ricordato che, il 16 settembre scorso, l’assemblea degli azionisti di Fiat S.p.A. ha approvato il progetto di scissione parziale proporzionale di Fiat S.p.A. a favore di Fiat Industrial S.p.A. e le deliberazioni connesse. Insomma, è avvenuto lo scorporo di Fiat Auto, come voleva il numero uno Sergio Marchionne.

E va pure detto che Torino s’è affrettata a commentare le indiscrezioni: in relazione a notizie di stampa riguardanti un’eventuale operazione relativa al futuro delle attività di Fiat Industrial, Fiat ha precisato che, nel normale andamento della gestione, il Gruppo esamina, per ciascuno dei suoi business, varie opportunità per aumentare le sinergie operative e accedere a nuovi mercati attraverso potenziali collaborazioni di diversa natura con altri costruttori internazionali.

Forse Marchionne è stato più diretto: "Noi parliamo con tutti i costruttori, i colloqui li facciamo con tutti, non ho niente da annunciare rispetto al comunicato stampa".

Di sicuro, come già annunciato in occasione della presentazione del Piano Strategico 2010-2014, uno degli obiettivi della scissione è un significativo aumento della flessibilità strategica per perseguire opportunità di collaborazione della nuova entità che emergerà dalla scissione.

Daimler vorrebbe mettere le mani sulle società del nuovo gruppo: Cnh, Iveco e Fpt.

Anzitutto Cnh, che produce macchine per l’agricoltura e le costruzioni. Cnh è una società globale che offre una gamma completa di prodotti per i settori delle macchine per l’agricoltura e il movimento terra, creata nel 1999 dall’unione di due costruttori con marchi riconosciuti a livello mondiale, New Holland NV e Case Corporation. L’ambito operativo di Cnh va dall’ingegneria integrata, alla produzione, al marketing e alla distribuzione di macchinari nei cinque continenti.

Poi Iveco, attiva nel settore dei veicoli, autobus, e motori diesel. Quindi alcune attività di Fpt (Fiat Powertrain), che sforna componentistica e sistemi di produzione, nonché motori molto appetiti: con una produzione annuale di circa due milioni seicentomila cambi e due milioni quattrocentomila cambi e assali, 20.000 addetti, 22 stabilimenti, 14 centri di ricerca e una rete commerciale in più di 100 Paesi, Fpt è una delle realtà più significative nel settore dei motopropulsori a livello mondiale. Sviluppa, produce e vende motori con un range di potenza da 20 a 870 CV per differenti settori e applicazioni: dall’automotive all’industriale, dal marino alla power generation.

Il Gruppo di Stoccarda come commenta l’ipotesi di offerta di ben nove miliardi di euro? "Non è un segreto che in questo settore tutti parlino con tutti, ma in questo momento non ci sono colloqui con Fiat su questo tema". E sentite l’amministratore delegato di Iveco, Paolo Monferino: "Non c’è nessun contatto su questo argomento tra Fiat e Daimler".

I gossip non si fermano qui. Pare che, come a un tavolo di poker con una posta altissima, Fiat Group avrebbe rilanciato: 10,5 miliardi anziché nove. Obiettivo, prendere quei soldi e consolidare i debiti della società, concentrandosi solo ed esclusivamente sull’auto. L’apoteosi dello scorporo di metà settembre.

Ma Fiat e Daimler sarebbero vicine tutto a un tratto? No. La storia inizia venti anni fa: si parlò di un timido tentativo del Lingotto di conquistare il marchio tedesco. Poi qualche collaborazione in ambito componentistica. Non resta che attendere le prossime mosse, fra bluff, coperture, rilanci e improvvisi cambi di direzione. Nel piatto, un pacchetto succulento di attività, che fa gola ai tedeschi.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati