Notizie dal Mondo dei Motori
Ecoincentivi 2011 - A tutto gas!

Ecoincentivi 2011 - A tutto gas!

Riecco gli ecoincentivi per il gas: 500 euro per il Gpl e 650 euro per il metano. Il fondo messo a disposizione dal ministero dello Sviluppo economico ammonta a quasi 25 milioni di euro. I contributi vengono detratti in fattura sotto forma di sconto.

Dimensione Carattere:

Sarà anche vero che l’italiano medio ha un’anima ecologista, però per indurre a convertirsi all’auto a gas servono incentivi in denaro: lo dimostra il fatto che nel 2010, senza bonus per l’acquisto di vetture pulite, il diesel abbia fatto la parte del leone, col gas in calo. Ecco perché è preziosa la nuova ondata di incentivi per trasformare la macchina: nella sezione Incentivi MSE 2011 sul sito del Consorzio Ecogas www.ecogas.it è possibile prenotare (a cura delle officine di installazione) gli incentivi per la conversione a gas - Gpl e metano - degli autoveicoli.

Ma chi ne ha diritto per la precisione? Le persone fisiche e giuridiche (queste ultime nei limiti della normativa comunitaria sul "de minimis") che trasformano il proprio autoveicolo a Gpl o a metano presso un operatore aderente all’iniziativa di incentivazione. L’ammontare del contributo è di 500 euro per la conversione a Gpl e di 650 euro per quella a metano.

Alessandro Tramontano, Presidente del Consorzio Ecogas ci ha raccontato che il fondo a disposizione per l’anno è stato confermato dal ministero dello Sviluppo economico e ammonta a 24.811.266 euro. Non è nient’altro che il risultato degli stanziamenti residui, del fondo strutturale previsto dalla Legge 403/97 (la prima "rottamazione") e del monitoraggio finale relativo agli incentivi MSE (ministero Sviluppo economico) 2006/2010 condotto dal Consorzio Ecogas in qualità di referente del ministero dello Sviluppo economico per la gestione delle prenotazioni e del monitoraggio.

Nel dettaglio, gli autoveicoli oggetto dell’incentivazione sono gli M1 (trasporto di persone, aventi al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente) e gli N1 (trasporto merci, aventi massa massima non superiore a 3,5 t), appartenenti a qualsiasi categoria Euro.

Il denaro non si vede. Semplicemente, i contributi MSE vengono detratti sotto forma di sconto direttamente in fattura. Per le trasformazioni a Gpl e metano c’è un listino prezzi massimi al pubblico che gli operatori aderenti si impegnano a non superare e i cui importi sono invariati dal 2009.

Prima si prenota, prima si ha il bonus. Il collaudo dell’impianto perfeziona la posizione di ogni singolo intervento e va eseguito entro 90 giorni dalla prenotazione. Il Consorzio Ecogas (rappresentativo del comparto gas autotrazione, Gpl e metano, conta circa 1.000 aziende aderenti, per un totale di più di 6.000 addetti) mette a disposizione degli automobilisti il numero verde 800 500 501.

A fermare le prenotazioni, ci pensa il ministero dello Sviluppo economico: al raggiungimento dell’impegno dell’80% dello stanziamento ne dà avviso in Gazzetta Ufficiale, indicando la data di sospensione degli incentivi. Raggiunto il 100% dell’utilizzo del fondo, viene attivata una lista d’attesa in ordine cronologico delle richieste di contributi.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati