Notizie dal Mondo dei Motori
Engine of the Year: Fiat TwinAir

Engine of the Year: Fiat TwinAir

Agli "International Engine of the Year Awards" primeggia il motore TwinAir di Fiat. Alla grande anche il V8 della Ferrari 458 Italia. Fiat conquista sei premi nel concorso dei propulsori. Così ha deciso la giuria composta da 76 membri di 36 Paesi.

In Relazione:
Articoli  FIAT
Video  Video FIAT
Video  Foto FIAT

Dimensione Carattere:

Fiat fa man bassa di premi agli "International Engine of the Year Awards". Quaterna di vittorie per il rivoluzionario motore TwinAir di Fiat Powertrain, più due titoli per il V8 4.499 cc montato sulla Ferrari 458 Italia. Il TwinAir si è aggiudicato ben quattro riconoscimenti, in tutte le categorie in cui ha gareggiato: record di una medaglia per competizione. Così ha deciso la giuria composta da 76 giornalisti ed esperti del settore, provenienti da 36 Paesi. Non solo: il TwinAir nella propria categoria di cilindrata (sotto i 1.000 cc), è stato eletto "International Engine of the Year 2011", il massimo riconoscimento (oltre ai premi "Best New Engine 2011" e "Best Green Engine 2011").

Fra l’altro, si tratta di una specie di bis, visto che il "Best New Engine 2010" era stato assegnato l’anno scorso al 1.4 MultiAir Turbo. Come dire che Fiat Powertrain è all’avanguardia sin materia di piccoli motori a elevato contenuto tecnologico e a basso impatto ambientale. Ossia in quei propulsori che hanno rappresentato la chiave per sfondare anche in Usa: Obama chiede vetture poco inquinanti, a partire dalla Chrysler. Che ora forma un unico Gruppo con Fiat, in attesa della fusione e della super azienda nel 2012.

Tornando al TwinAir, è disponibile Turbo da 85 CV sulla Fiat 500/500C e, a breve, sulla nuova Lancia Ypsilon. Dopodiché sarà introdotto sul mercato anche in versione aspirata da 65 CV e in un’altra variante prestazionale Turbo da 105 CV (visto sulla concept 500 Coupè Zagato), ai vertici della categoria per potenza specifica (120 CV/litro). Per non parlare dell’ecologico Turbo bi-fuel da 80 CV.

È downsizing puro: tanti cavalli in poco spazio. Il tutto grazie alla tecnologia MultiAir per la gestione intelligente della valvole di aspirazione: prestazioni brillanti, consumi ed emissioni di CO2 contenuti. Una coppia sorprendente ed estremamente efficiente ed affidabile, ma molta grinta.

"Il successo di oggi è il coronamento del duro lavoro che svolgiamo nella ricerca di innovative soluzioni tecnologiche e nella progettazione di motori sempre più efficienti": queste le parole di Aldo Marangoni, Product Engineering Vice President, e Dario Sacco, Engines Platform Vice President, al momento di ritirare il premio.

E non finisce qui. Fiat si toglie un’altra soddisfazione: premiato il 4.499 cc montato sulla Ferrari 458 Italia. È il miglior motore prestazionale e per il miglior propulsore con cilindrata superiore ai 4 litri.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati