Notizie dal Mondo dei Motori
Ferrari 458 - Richiamo Incendi

Ferrari 458 - Richiamo Incendi

Ferrari ha scoperto il problema che causerebbe probabili incendi nel vano motore del nuovo gioiello 458 Italia: un particolare collante utilizzato per fissare una paratia tra scarichi e passaruota che si scalda troppo. 5 auto distrutte, 1.248 richiamate.

Video  Ferrari 458 Spider
In Relazione:
Articoli  458
  Coupè
Video  Video FERRARI
Video  Foto FERRARI

Dimensione Carattere:

Se c’è qualcuno che si è appena messo in garage un favoloso esemplare di Ferrari 458 Italia e sta festeggiando con gli amici a suon di bicchieri di Champagne, sarebbe bene ne risparmiasse qualcuno nel caso non così improbabile che un giorno o l’altro il bolide prendesse fuoco.

Eventualità non così remota, visto che le vetture distrutte da improvvisi incendi nel vano motore sono già cinque, sparse un po’ in tutto il mondo, dove fortunati (magari non proprio fino in fondo) ferraristi si sono visti costretti ad abbandonare l’auto in fiamme dopo una corsetta per le strade della città. A parte un caso in cui, forse, grazie all’estintore (optional da 500 Euro) il proprietario è riuscito a salvare qualcosa, nel resto degli episodi della "Italia" non è rimasto un gran chè dei loro 200.000 Euro di metallo e carbonio.

Per fortuna Ferrari è una serissima azienda che non si nasconde dietro le tende e patisce quando il Made in Italy più famoso del mondo viene immortalato fumante dai telefonini di passanti sghignazzanti e pubblicato in rete, perciò ha studiato il problema ed in men che non si dica ha identificato il colpevole: una particolare resina collante. Tale composto utilizzato per fissare una copertura paracalore tra scarichi e passaruota sinistro, sottoposto ad altissime temperature generate dall’uso intenso e prolungato potrebbe sciogliersi, colare sui collettori incandescenti ed innescare un incendio che velocemente invaderebbe tutto il vano motore.

Trovata la causa è subito partita la campagna di richiamo, che coinvolge tutte le 1.248 vetture vendute, le quali saranno ricoverate nei centri assistenza dei Dealer Ferrari internazionali e subiranno un aggiornamento ai supporti della paratia ignifuga, eliminando verosimilmente la colla incriminata sostituita da fissaggi meccanici adeguati e meno pericolosi.

Un episodio del genere, tra l’altro velocemente ed ufficialmente risolto, non rischia certo di ledere l’inossidabile prestigio del fiore all’occhiello dell’industria automobilistica mondiale, ed infatti gli ordini della Ferrari 458 Italia, giustamente, non accennano a placarsi, ma ci chiediamo una cosa: il rogo potrebbe innescarsi solo dopo un uso veramente intenso, dicono da Maranello, ma è possibile che i tester ufficiali non abbiano tirato il collo della berlinetta abbastanza da farla scaldare? Nel caso noi di Newstreet ci offriamo volontari, il sogno di una vita.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati