Notizie dal Mondo dei Motori
Fiat Freemont - SUV in anteprima

Fiat Freemont - SUV in anteprima

A Ginevra debutta il Fiat Freemont, crossover in vendita da metà 2011. Nato sulla base del Dodge Journey, è il primo veicolo Fiat frutto della partnership con Chrysler. Uscirà dallo stabilimento messicano di Toluca, dove nasce la 500 per il mercato Usa.

Video  Fiat Freemont - 2011
Video  Fiat Freemont Cross

Dimensione Carattere:

Qual è il primo frutto del matrimonio fra Fiat e Chrysler? Per quanto riguarda Fiat, il Freemont, veicolo tuttofare, nato sulla base del Dodge Journey. Per le famiglie a caccia di un veicolo spazioso, comodo e versatile. Con una lunghezza di 489 centimetri, una larghezza di 188, e un’altezza di 172 cm, l’abitabilità interna è ottima, grazie anche al passo migliore della sua categoria (289 cm).

Con un design fortemente caratterizzato, questo crossover italo-americano (uscirà dallo stabilimento messicano di Toluca, dove nasce la 500 per il mercato americano) propone linee muscolose. Il posteriore è stato ridisegnato con l’adozione di un nuovo paraurti e fanali a LED.

Sette posti standard con una vera terza fila di sedili spaziosi, facilmente accessibili grazie all’apertura a 90° delle portiere. I sedili della terza fila vengono abbattuti facilemente, scomparendo sotto il pavimento e creando un vano di carico regolare. Si arriva a 1.461 litri di baule.

I sedili della seconda fila sono montati più in alto rispetto a quelli anteriori, mentre la terza fila è rialzata rispetto alla seconda: obiettivo, tutti gli occupanti devono godersi il viaggio, vedendo bene la strada. E per i bimbi? Ecco che la seconda fila ha il sistema "child booster": con cuscini di rialzo, consente la corretta seduta dei piccini.

Nell’abitacolo, la plancia è avvolgente con elementi cromati; in più c’è l’innovativo sistema infotainment con ampio schermo touch screen a colori.

Dotazione di serie con climatizzatore automatico a tre zone, sistema keyless entry, cruise control, trip computer avanzato, sistema di monitoraggio della pressione pneumatici (TMPS), fendinebbia e radio touch screen con schermo a colori e comandi al volante.

La sicurezza è ai massimi livelli con 7 airbag, sistema antibloccaggio (ABS) completo di Brake Assist, Electronic Stability Program (ESP) con Hill-Holder, sistema antiribaltamento (ERM) standard su tutti i veicoli.

Invece, nella versione più cittadina, si aggiungeranno i cerchi in lega da 17", la radio touch screen con schermo da 8,4", lettore DVD e SD card, il sistema bluetooth, i sensori di parcheggio posteriori, gli specchietti retrovisori ripiegabili, l’accensione automatica dei fari, i vetri posteriori oscurati e le barre sul tetto.

A trazione anteriore, il Freemont viene mosso da propulsori turbodiesel (2.0 Multijet da 140 CV o 170 CV) abbinati a un cambio manuale. Arriveranno anche le versioni 4x4 con le motorizzazioni 2.0 Multijet da 170 CV e 3.6 benzina V6 da 276 CV, entrambe con cambio automatico. Se il 3.6 è della famiglia Pentastar del Gruppo Chrysler, gli altri motori sono prodotti e sviluppati da FPT-Fiat PowerTrain.

Non c’è che dire, una scelta coraggiosa da parte di Fiat: una macchina grande, come il crossover Freemont, in un periodo di crisi di vendite in Italia e in Europa. Una bella scommessa. Esamineremo il feedback del pubblico al prossimo Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra per capire bene se funzionerà, insieme alla "cugina" Lancia Flavia, altro neoclone italoamericano.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati