Notizie dal Mondo dei Motori
Fiat Multiair "Engine of the Year"

Fiat Multiair "Engine of the Year"

Meritato riconoscimento per il propulsore FPT 1.4 Turbo, che ha portato al debutto la rivoluzionaria tecnologia MultiAir: è un "Engine of the Year" nella categoria "miglior nuovo motore dell’anno". Un innovativo quattro cilindri, molto efficiente.

In Relazione:
Articoli  FIAT
Video  Video FIAT
Video  Foto FIAT

Dimensione Carattere:

I propulsori FPT 1.4 Turbo, che hanno fatto debuttare la tecnologia MultiAir, si sono aggiudicati il prestigioso riconoscimento "Engine of the Year" nella categoria "miglior nuovo motore dell’anno". E non poteva essere diversamente, visto che questi innovativi quattro cilindri sono eccezionalmente efficienti, grazie all’abbinamento della gestione elettro-idraulica delle valvole di aspirazione MultiAir con la sovralimentazione mediante turbocompressore.

La "mente" è FPT, ossia Fiat Powertrain Technologies: qui sono nate le motorizzazioni 1.4 Multiair Turbo, con potenze comprese fra 135 e 170 CV. Che equipaggiano le Alfa Romeo MiTo e Giulietta, oltre alla Fiat Punto Evo e Abarth Punto Evo, e sono in arrivo su Fiat Bravo e Lancia Delta. Il tutto all’insegna del purissimo downsizing: pochi centimetri e tanti cavalli; potenza sì, ma a bassi consumi.

In particolare, la versione di punta da 170 CV, con i suoi 124 CV/litro, con coppia massima di 250 Nm, assicura emissioni da record: siamo a 134 g/km di CO2 sulla nuova Alfa Romeo Giulietta. Questi i dati dichiarati dalla Casa: come sempre (il discorso vale per tutti i Costruttori) sono numeri magari da rivedere leggermente verso l’alto, perché nell’uso pratico quotidiano le cose cambiano. Ma si tratta pur sempre di motori del futuro.

Infatti, la tecnologia MultiAir riduce i consumi e le emissioni di CO2 fino al 10%, ottenendo un incremento della potenza del 10% e un miglioramento della coppia del 15%: questo grazie al controllo diretto dell’aria di aspirazione cilindro per cilindro e colpo a colpo, senza l’utilizzo della farfalla. Altra nota positiva: il MultiAir è una tecnologia applicabile a tutti i motori a benzina e con futuri potenziali sviluppi anche ai diesel.

Va anche segnalato che, in generale, il MultiAir presenta due ulteriori vantaggi. Anzitutto, può raggiungere una maggiore efficienza in termini di consumo di carburante pari al 25% rispetto ai motori naturalmente aspirati, però mantenendo lo stesso livello di prestazioni. In secondo luogo, l’ottimizzazione delle strategie di controllo delle valvole in fase di "warm-up" del motore e di ricircolo interno dei gas di scarico, genera una riduzione delle emissioni del 60% di Nox.

È stato l’ingegnere Aldo Marangoni, Product engineering vice president di Fiat Powertrain Technologies a ritirare il premio "Best New Engine of the Year", assegnato da una giuria internazionale composta da 65 giornalisti specializzati provenienti da 32 Paesi. Marangoni ha ricordato che l’attuale vittoria è la riconferma della riconosciuta capacità d’innovazione tecnologica del Gruppo Fiat, che già nel 2005, con il piccolo ma sofisticato 1.3 Multijet, si aggiudicò il primo premio dell’"International Engine of the Year" nella categoria riservata ai motori di cilindrata da 1.0 a 1.4.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati