Notizie dal Mondo dei Motori
Fiat Panda - Soluzioni Tecnologiche

Fiat Panda - Soluzioni Tecnologiche

La nuova Fiat Panda offre soluzioni tecnologiche sofisticate ma fruibili in modo semplice che soddisfano sia i bisogni concreti della mobilità quotidiana sia la crescente sensibilità sociale verso l’ambiente e la sicurezza. La city-car tecnologica.

Video  Fiat Panda - Soluzioni Tecnologiche
Video  Fiat Panda 4x4 Trekking e Natural Power
In Relazione:
Articoli  Panda
  CityCar
Video  Video FIAT
Video  Foto FIAT

Dimensione Carattere:

Oggi chi sceglie un’auto compatta non vuole rinunciare alla tecnologia che troverebbe su vetture più grandi in quanto è abituato a standard tipici di segmenti superiori e a questi tende a riferirsi. La nuova Panda riesce a conciliare queste necessità con l’esigenza di una mobilità sostenibile, sicura e accessibile per prezzo e costi di gestione. Ecco perché la nuova vettura Fiat può essere la "prima auto" di un nucleo familiare soprattutto in un momento incerto sul piano economico come quello attuale.

In particolare, dietro a quell’aria simpatica e spigliata, la nuova Panda offre soluzioni tecnologiche sofisticate ma fruibili in modo semplice che soddisfano sia i bisogni concreti della mobilità quotidiana sia la crescente sensibilità sociale verso l’ambiente e la sicurezza. Si chiamano Start&Stop, Gear Shift Indicator (GSI), ecoDrive e modalità ECO dei motori TwinAir. Sigle ormai entrate nel linguaggio comune che Fiat ha contribuito a far nascere o evolvere e che oggi sono raggruppate in Air Technologies". A queste dotazioni già note, si aggiungano due nuovi dispositivi di grande valore che ci si aspetterebbe solo su vetture di segmento superiori: "Low Speed Collision Mitigation" e "Blue&Me TomTom 2 LIVE".

In particolare, a conferma del carattere protettivo della nuova Panda, entro il primo anno di vita sarà offerto a richiesta il "Low Speed Collision Mitigation". Si tratta di un innovativo sistema di frenata che, a velocità inferiori ai 30 km/h, rileva ostacoli a distanza ravvicinata e frena automaticamente.
La piccola Fiat si dimostra anche brillante e disinvolta nel suo habitat naturale: la città. Merito certamente delle sue dimensioni compatte, dell’articolata gamma motori e dall’affidabile schema delle sospensioni, cui aggiunge quei dispositivi che cambiano la vita a bordo di una vettura. Tra questi citiamo il servosterzo elettrico Dualdrive con funzione "City" di serie che, alleggerendo lo sterzo, si rivela perfetto durante la marcia in città e nelle manovre di parcheggio.
Oltre alle doti di agilità e brio, ad una vera "cittadina" si chiede anche di consumare poco e di essere rispettosa dell’ambiente.

In questo ambito la nuova Panda non conosce rivali grazie all’adozione dei numerosi sistemi pensati per aumentare l’efficienza dinamica del veicolo: dallo Start&Stop al Gear Shift Indicator (GSI), dall’ecoDrive alla modalità ECO dei motori TwinAir. Nomi tecnici ormai entrati nel linguaggio comune che Fiat ha contribuito a far nascere o evolvere e che oggi sono raggruppati in "Air Technologies", il nuovo marchio che identifica le tecnologie a basso impatto ambientale capaci di coniugare ecologia e piacere di guida.

Comunicare e viaggiare: è quanto promette e mantiene l’ingegnosa Panda grazie alla pluripremiata piattaforma Blue&Me e alla sua ultima evoluzione, il "Blue&Me TomTom 2 LIVE", che unisce i vantaggi di un sistema di infotainment integrato e connesso a quelli di un navigatore portatile.
Dunque, con la nuova Panda Fiat sposta l’asticella più in alto per confermarsi protagonista dell’evoluzione tecnologica delle super-compatte, un segmento dove tanta parte di storia porta il suo nome: dalla prima 600 alla 500, dalla 126 alla prima Panda, dalla Cinquecento alla Seicento, dalla seconda generazione di Panda (2003) alla nuova 500 lanciata nel 2007.
C’è sempre stata una city-car Fiat accanto alla gente, adesso è di nuovo tempo di Panda.

Panda è protettiva
LSCM (Low Speed Collision Mitigation)
Il sistema "Low Speed Collision Mitigation" è un innovativo contenuto di sicurezza attiva capace di riconoscere ostacoli posti di fronte alla vettura e di frenare automaticamente quando il guidatore non interviene per evitarli. A seconda di alcuni parametri (condizioni del fondo stradale, dinamica e traiettoria dei veicoli, scenario degli ostacoli e stato degli pneumatici), l’intervento del sistema LSCM può evitare completamente l’urto ("Collision Avoidance" ) o ridurne le conseguenze ("Collision Mitigation").




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati