Notizie dal Mondo dei Motori
Ford B-Max bella e spaziosa

Ford B-Max bella e spaziosa

Nasce per la città ma è sempre pronta alle fughe extra-urbane. Ha il portellone posteriore scorrevole, strizza l'occhio alla tecnologia ed è a misura di famiglia!

Video  Ford B-MAX: Easy Access Door in azione!
Video  Ford B-Max
In Relazione:
Articoli  B-Max
  Monovolume
Video  Video FORD
Video  Foto FORD

Dimensione Carattere:

Nasce per la città ma è (sempre) pronta alle fughe extra-urbane. Ha il portellone posteriore scorrevole per non concedere neppure un centimetro all’ormai troppo congestionata superficie metropolitana, con il montante integrato per distinguersi dalla massa offrendo al contempo un vano d’accesso senza pari. La novità Ford per l’autunno è B-Max è lunga 4 metri e, trattandosi di un’auto contemporanea, interpreta al meglio ogni moderna fissazione.

Le principali novità, se troveranno conferma nei favori dei clienti saranno presto declinate anche su altri modelli in gamma, sono due. La prima strizza l’occhio all’attuale desiderio di implementare la dotazione delle vetture più eclettiche con sistemi evoluti di infotainment: si chiama Sync, è sviluppato con Microsoft, e dopo alcune stagioni di utilizzo negli States arriva per la prima volta anche in Europa. Nel dettaglio: il sistema associa lo smartphone personale al veicolo, rendendo utilizzabili con comandi vocali rubrica, messaggistica, telefono, mappe, musica.

Il secondo è più un fattore geometrico, nel senso che B-Max rompe gli schemi e ‘nasconde’ i montanti centrali. Quelli che solitamente dominano le fiancate interrompendone le linee, sono ora integrati nelle due portiere di ogni lato. L’effetto di questo sistema Ford Easy Access Door è clamoroso: incernierata come da tradizione quella anteriore ma scorrevole quella posteriore, spalancate contemporaneamente restituiscono un accesso all’abitacolo di circa un metro e mezzo. Non solo si tratta del doppio rispetto all’offerta delle concorrenti, bensì facilitano ogni operazione di carico e scarico allorché si tratti di passeggei, seggiolini per bambini, oggetti ingombranti. Per questi ultimi lo spazio davvero non manca; a sedili abbattuti si ottiene una superficie di carico uniforme in grado di contenere forme lunghe fino a 2,3 metri.

La massima sicurezza richiesta a una vettura per famiglie, B-Max strizza l’occhio a nuclei giovani e in espansione, è garantita da oltre 5000 test virtuali così, in caso di urto laterale, è stabilito che la resistenza offerta dal sistema ‘senza montanti’ a vista Easy Access Door è la medesima di un’auto a montante fisso. B-Max ha ottenuto anche l’eccellenza in tema di sicurezza, aggiudicandosi le 5 stelle nel test EuroNcap. Non bastasse, ci sono 7 airbag (frontali, laterali, a tendina, gionocchia guidatore) e sistemi elettronici integrati di ausilio alla guida come l’Active City Stop, capace di fermare la vettura in caso di necessità a 30 chilometri orari, evitando le tipiche collisioni cittadine.

Non si possono trascurare però anche gli aspetti strettamente legati alla dinamica di marcia della vettura, un unicum fra materiali e tecniche di costruzione da un lato, motori e gestione della marcia dall’altra, che rendono B-Max davvero una vettura EcoFriendly. Innanzi tutto c’è il nuovo motore EcoBoost 1.0, recentemente nominato Motore dell’Anno 2012, che ha solo 3 cilindri ma sviluppa ben 120 cavalli e installa la Start&Stop, garantendo consumi bassi ed emissioni ridotte: con 114g/km di emissioni di CO2 e consumi di 4.9l/100km, il 15% in meno rispetto alla concorrenza, è leader nel segmento. A questi si affianca il Diesel Duratorq 1.6 TDCi, anch’esso ai vertici della categoria, con soli 104g/km di CO2.

B-Max sale in cattedra e offre lezioni di guida responsabile grazie all’implementazione di diverse tecnologie ECOnetic come l’indicatore di cambio marcia nel quadro strumenti perché mantenere il numero idoneo di giri del motore concorre sensibilmente a massimizzare l’efficienza del Ford Eco Mode, un sistema che analizza lo stile di guida e fornisce consigli su come migliorarlo per abbassare i consumi e migliorare il comfort. Alla parte ‘teorica’ si uniscono il servosterzo elettrico EPAS, che ha bisogno di meno energia per il funzionamento rispetto a un servosterzo idraulico tradizionale, e la ricarica rigenerativa intelligente che ottimizza la ricarica della batteria riducendo il carico dell’alternatore sul motore (disponibile con i motori EcoBoost 1.0 e Duratorq TDCi 1.6).




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati