Notizie dal Mondo dei Motori
Ford Fiesta R2

Ford Fiesta R2

Ford porta al Motor Show 2009 la Fiesta R2, già vista al Rally WRC di Sardegna 2009. Con Kit di elaborazione profonda, il "piccolo" 1600 raggiunge quota 163 Cv e 182 Nm per gareggiare nei campionati nazionali, internazionali e nel FiestaSportTrophy 2010.

Dimensione Carattere:

Ford è protagonista assoluta al Motor Show di Bologna 2009, dove presenta la nuova Ford Fiesta R2, già vista in anteprima durante l’ultimo Rally WRC di Sardegna 2009.

All’interno dello stand Ford Italia fa bella mostra di sé la nuova piccola utilitaria dell’ovale blu, reinterpretata in chiave sportiva grazie alla stretta collaborazione tra Ford Motor Company, madre del modello, M Sport Ltd che fornitrice il kit di trasformazione omologato FIA e Motus Italia S.r.l., organizzatrice del Fiesta Sport Trophy 2010.

Questo evento competitivo monomarca, dedicato al nuovo modello, si propone di ripetere il grande successo che Motus Italia aveva riscosso lo scorso anno con l’edizione Fiesta Sporting Trophy 2008, riservato alla versione Fiesta ST.

La Nuova Fiesta R2 nasce come erede ideale della Fiesta ST Gr.N, che tanto successo ha riscosso nel recente passato. Al pari di quest’ultima, la R2 dimostra di avere tutte le potenzialità per conseguire grandi vittorie nella sua categoria, per quanto con un livello ingegneristico più sofisticato della versione precedente.

Il progetto si basa sulla nuova Fiesta, lanciata in Europa a fine 2009, prima vera automobile globale prodotta da Ford.

La R2 è spinta da un motore Zetec Ti-VTC da 1.6 litri, 4 cilindri in linea, DOCH, 16 valvole, capace di una potenza massima di 163 CV a 7.500 g/min e di una coppia di 182 Nm a 5.700 g/min.

In dotazione al kit R2 standard, sedili Sparco ADV con poggiatesta per impatti laterali, oltre a cinture di sicurezza a sei attacchi e fibbie ad apertura rapida. Inseriti in dotazione anche pannelli porta sostitutivi, appositamente progettati per garantire leggerezza ed adattarsi alla scocca di sicurezza.

L’allestimento coinvolge gran parte della componentistica motore, telaio, freni e sospensioni ed è acquistabile da M Sport Ltd al prezzo di 18.995 Sterline + Iva e spedizione (circa 21.500 Euro + Iva).

MOTORE

Il motore è uno Zetec Ti-VCT 16 V 1.598 cc da 1,6 litri, a quattro cilindri in linea, DOHC, 16 valvole, testa e blocco dei cilindri in lega con albero a camme a fasatura variabile. La coppa è stata modificata, consentendo di saldare direttamente sulla scocca i supporti di posizionamento per il motore, realizzati su misura. Il supporto motore sul lato destro è in alluminio lavorato, mentre il supporto del cambio a sinistra è fuso assieme all’alloggiamento del cambio; il risultato è un motore caratterizzato da leggerezza, forza ed efficienza in termini di costo.

Il kit di conversione del motore prevede pistoni, bielle, albero a camme, molle valvola, iniettori, una scatola per il filtro dell’aria, filtro dell’aria, candele e un kit di protezione della coppa. Il motore sprigiona 163 CV a 7.500 giri/min, con una coppia di 182 Nm a 5.700 giri/min.

SISTEMA DI SCARICO E COLLETTORE

Il sistema di scarico e il collettore in acciaio inossidabile, realizzati da Pankl, vantano saldature TIG. Nel sistema è incluso un catalizzatore omologato FIA, progettato per rispettare il limite massimo in esercizio di 98 dBa a 4.500 giri/min.

SOSPENSIONI

Le sospensioni sono composte da ammortizzatori regolabili Reiger con molle Eibach, oltre a tasselli duomo anteriori e posteriori a giunto sferico. Gli ammortizzatori anteriori regolabili consentono di attenuare sobbalzi e contraccolpi. I partecipanti alle gare potranno regolare l’assetto mediante le rondelle della campanatura sulla parte anteriore, un sistema analogo a quello delle vetture Ford Focus WRC più recenti. La barra delle sospensioni posteriori deriva dal modello standard, ma con supporti di livello superiore.

Rispetto alle giunture a bocchettone della Fiesta ST, il montante verticale della R2 è fissato con due bulloni. La R2 ha un perno adattatore saldamente fissato al montante e, per il collegamento con il braccio inferiore, un cuscinetto a sfera invece di un giunto a sfera. Si utilizzano montanti standard e, per garantire maggior sicurezza e resistenza, un mozzo a cinque perni anziché a quattro.

FRENI

Le pinze dei freni anteriori sono state rimosse e sostituite con pinze leggere a quattro pistoni da competizione. Il servofreno è stato eliminato per aumentare la sensibilità del pedale. Le normative sul Gruppo R indicano che le linee dei freni possono essere semplificate fino a un modello H standard con un regolatore di valvola diagonale, invece che secondo il doppio circuito del modello della Fiesta ST. I dischi dei freni AP misurano 285 mm (ghiaia) e 310 mm (asfalto), mentre la pinza resta la stessa per entrambi.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati