Notizie dal Mondo dei Motori
Ford Focus per Neopatentati

Ford Focus per Neopatentati

In Italia, nel primo anno di patente, gli automobilisti possono guidare solo macchine sotto un certo limite di potenza. Così, le Case sfornano modelli adatti ai neopatentati. Come la Ford Focus. Depotenziata a 95 CV: un 1.6 TDCi cinque porte e wagon.

Video  Ford Focus Elettrica - 2011
Video  Ford Focus EcoBoost 1000cc

Dimensione Carattere:

E arrivata la Ford Focus depotenziata a 95 CV (70 kW) della 1.6 TDCi: è disponibile sia cinque porte sia wagon, ed è configurabile con allestimenti Titanium e con tutta la gamma di optional. Ma perché la Casa americana ha fatto questa scelta. Per venire incontro alle esigenze delle famiglie. Infatti, in Italia, se hai conseguito la patente B per le auto dal 9 febbraio 2011, per un anno dal rilascio della licenza puoi guidare solo vetture con potenza specifica, riferita alla tara, non superiore a 55 kW/t. Nel caso di veicoli di categoria M1 (cioè autovetture), c’è un ulteriore limite di potenza massima, 70 kW. Altrimenti, multa di 152 euro, più la sospensione della patente da due a otto mesi.

Ebbene, la Ford Focus 1.6 TDCi 95 CV (70 kW) è la soluzione per il neopatentato. Che può essere un ragazzo come un 70enne: chiunque ha la patente da meno di un anno, a prescindere dall’età anagrafica. Così la Focus fa parte di quel mezzo migliaio di auto che il mercato offre ai neopatentati. Il motore Duratorq 1.6 TDCi promette consumi di 4,2 l/Km, ed emissioni di CO2 di appena 109 g/km.

Il modello ha meritato cinque stelle (il massimo) nei crash test di sicurezza Euro NCAP e due riconoscimenti speciali Euro NCAP Advanced Awards per le tecnologie di sicurezza: vedi l’Active City Stop (Sistema automatico di frenata in città), il Driver Alert (Sistema di livello di attenzione del conducente), il Blind Spot Information System (rileva veicoli nella zona d’ombra), il Lane Departure Warning (segnala la segnaletica orizzontale) e il Lane Keeping Aid (mantiene la corsia di marcia).

Newstreet.it vuole ricordare inoltre che chi ha la patente da meno di tre anni, in qualsiasi data l’abbia conseguita, deve rispettare limiti di velocità più bassi: non può oltrepassare i 100 km/h (non 130) sulle autostrade e i 90 (non 110) sulle extraurbane principali. E non può bere neppure un goccio d’alcol prima di mettersi al volante: non c’è per il neopatentato il limite di mezzo grammo di alcol per litro di sangue.

È tutto da dimostrare poi che il limite di potenza migliori davvero la sicurezza. Un ragazzo, se non ha un’auto poco potente, il primo anno non guida. Così, arrivati al secondo anno, quando può mettersi al volante di qualsiasi auto, ha dimenticato un po’ di guidare. Domanda: la sicurezza è migliorata in questo modo?




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati