Notizie dal Mondo dei Motori
Frodi Rc Auto

Frodi Rc Auto

Piccoli criminali crescono: sono sempre più insidiose le truffe ai danni degli automobilisti che vogliono stipulare una Rc auto spendendo poco. Anche questa è una conseguenza sia del caro tariffe Rca sia della crisi economica che attanaglia l’Italia.

Dimensione Carattere:

Può darsi che un automobilista non ce la faccia ad arrivare alla terza settimana del mese; può darsi che sia davvero una vittima della crisi economica e, magari, sia rimasto coinvolto nei tagli all’occupazione; può darsi che non possa più permettersi le carissime polizze Rc auto vendute dai più noti Gruppi assicurativi operanti nel nostro Paese: quale soluzione per risparmiare allora sulla Rca? Si va a caccia di tariffe bassissime. Una strada lecita, normale, perfino consigliabile; ma c’è chi specula anche sui drammi delle persone, cercando di raggirarle.

Prendete il caso della Generali Belgium S.A., una Compagnia anch’essa peraltro soltanto vittima di un raggiro: l’Isvap (l’Istituto che vigila sulle Assicurazioni) ha reso noto che è stata segnalata la commercializzazione di polizze Rc auto contraffatte intestate a quell’Impresa assicurativa. I piccoli criminali che hanno messo in piedi la truffa, l’hanno pensata bene: vendono a basso prezzo (sui 50-100 euro l’anno) polizze fasulle. Non solo: quell’Assicurazione esiste davvero; ha sede legale in Bruxelles (Belgio), Tour Louise, Avenue Louise, 149. Per giunta, è regolarmente abilitata a operare in Italia in libera prestazione dei servizi anche nel ramo Rc auto: peccato che, come la stessa Generali Belgium S.A. ha messo in evidenza, non ha mai commercializzato in Italia polizze per l’assicurazione obbligatoria della responsabilità civile autoveicoli terrestri.

L’Isvap ha richiamato pertanto l’attenzione degli utenti e degli intermediari sui rischi di un’eventuale stipulazione di polizze Rc auto recanti l’intestazione di quella Assicurazione: per i contraenti c’è l’insussistenza della copertura assicurativa, e per gli intermediari si profila lo svolgimento di un’attività non consentita dalle vigenti disposizioni normative. Vuol dire che l’automobilista va in giro senza polizza e che, se causa un incidente, sarà il suo portafogli a essere direttamente toccato. Niente di più facile che, in caso di lesioni fisiche gravi, il conto corrente venga prosciugato. Chiarimenti e informazioni in merito potranno essere richiesti presso la sede Isvap (tel. 06 42.133.1): meglio fare una telefonata se avete dubbi su qualche polizza low cost che vi viene offerta.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati