Notizie dal Mondo dei Motori
Gli italiani litigano per il parcheggio

Gli italiani litigano per il parcheggio

Un’indagine condotta dalla compagnia assicurativa Direct Line ha evidenziato che il 57% dei nostri connazionali litiga per un posto auto.

Dimensione Carattere:

Per 6 italiani su 10 il parcheggio per la propria auto è diventato un motivo di stress, che nella maggior parte dei casi porta a litigare con gli altri automobilisti. A confermare questi numeri, un’indagine condotta dal Centro Studi e Documentazione della compagnia assicurativa Direct Line, secondo cui il 57% dei nostri connazionali è pronto ad attaccar briga con quanti, in un modo o nell’altro, ostacolano la loro circolazione su strada.

Le motivazioni capaci di scatenare l’ira dell’automobilista medio sono le più diverse. Al primo posto c’è l’attesa causata da una vettura parcheggiata per più di mezz’ora in doppia fila, bloccando ogni possibile via d’uscita (il 56% degli intervistati si dice infastidito dal parcheggio selvaggio, con un picco del 71% tra gli under 25). Segue a ruota il parcheggio improprio, ovvero quello effettuato occupando due posti con un solo autoveicolo (40%), mentre il terzo posto su questo particolare podio della discordia spetta al "furto" dell’area di sosta all’ultimo momento (39%).

L’irritabilità dei guidatori nostrani è poi scatenata anche da altri motivi “correlati”: il 68% degli intervistati, ad esempio, si indigna verso coloro che parcheggiano nelle aree riservate ai portatori di handicap, mentre il 63% non sopporta chi lascia la macchina in seconda fila. Infine, il 57% degli automobilisti è infastidito da chi ferma la propria auto sul marciapiedi impedendo ai pedoni di camminare liberamente.

Interessante analizzare anche le reazioni avute dagli intervistati durante l’indagine condotta da Direct Line: il 34% di loro inasprirebbe le multe, mentre il 31% sarebbe più propenso a migliorare e intensificare il servizio di rimozione forzata delle auto parcheggiate scorrettamente. Poco più di un intervistato su 10 (12%) propone anche una decurtazione di punti dalla patente (ricordiamo che questa sanzione scatta già per chi parcheggia sulle piazzole riservate ai portatori di handicap). Infine, secondo un intervistato su 2 (49%) la situazione dei parcheggi è drasticamente peggiorata negli ultimi cinque anni.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati