Notizie dal Mondo dei Motori
GM Daewoo in rapida crescita

GM Daewoo in rapida crescita

Daewoo segna una rapida crescita nello stagnante mercato europeo. Le vendite in Europa sono salite di oltre il 21% nel primo anno di attività e la crescita a livello mondiale è superiore al 51%. Espansione nei nuovi mercati e tre nuovi prodotti.

Dimensione Carattere:

In controtendenza con il mercato europeo dell’auto, l’esordiente GM Daewoo ha segnato vendite costantemente in ascesa nel 2003, il suo primo anno completo di attività. Se le vendite a gennaio 2003 erano ancora sotto i livelli 2002 (-23,8%), l’incremento a dicembre 2003 rispetto all’anno precedente è stato del 72,2 %. In totale, nel 2003 GM Daewoo ha venduto 133.000 auto in Europa occidentale e Centrale, con un incremento del 21,6% sulle 109.000 unità del 2002. La quota di penetrazione sul mercato è salita dallo 0,6% allo 0,75%.

Nel 2003, i mercati più importanti sono stati l’Italia, con oltre 34.000 immatricolazioni (+ 9%), e la Spagna, con quasi 23.000 auto vendute. (+ 33%). Altrettanto rapidi i progressi nell’Europa sud-orientale dove le vendite sono aumentate del 31%, superando le 14.000 unità. Il tasso di crescita più alto, tuttavia, è stato registrato nei piccoli mercati del Nord Europa. Danimarca e Norvegia, che partivano da numeri di vendita modesti, hanno registrato aumenti straordinari: rispettivamente del 480% e del 247%. Anche mercati ben più grandi, comunque, hanno registrato una crescita davvero imponente: nel 2003 in Germania sono state vendute 12.800 Daewoo, più del triplo rispetto all’anno precedente.

"Una crescita media superiore al 20% è davvero fenomenale in un mercato globale che quest’anno è cresciuto di un trascurabile 0,03 per cento" ha detto Hardy Spranger, amministratore delegato di GM Daewoo Europa. "Tutto il nostro staff europeo può essere soddisfatto dei risultati ottenuti. È pur vero, tuttavia, che in termini assoluti le nostre vendite sono ancora relativamente contenute. Per raggiungere il nostro obiettivo a medio termine di oltre 200.000 unità all’anno, dobbiamo continuare a crescere con lo stesso ritmo e con lo stesso impegno".

GM Daewoo dispone di un notevole potenziale per poter continuare questa veloce crescita. Fondata nell’ottobre 2002, la nuova azienda è stata celere nel dar vita a nuove organizzazioni di vendita per supportare le otto filiali europee che aveva rilevato dalla Daewoo Motor Co. Verso la fine del 2003, GM Daewoo ha avviato l’attività in diversi mercati dell’Est europeo. Il 2004 vedrà la creazione di ulteriori nuove strutture di vendita in mercati come la Turchia e la Polonia.

Per soddisfare esigenze strettamente locali, GM Daewoo commercializzerà i suoi prodotti con il marchio Chevrolet in alcuni di questi nuovi mercati. "Chevrolet è già il marchio prescelto dalla nostra Casa madre coreana per vendere i suoi prodotti in diverse parti del mondo", spiega Hardy Spranger. "Far parte della famiglia GM ci apre ogni genere di porta. Lavorare con la nostra ‘marca sorella’ Chevrolet ci permette di accedere a mercati dal potenziale elevato nei quali, altrimenti, avremmo avuto difficoltà ad entrare".

Una crescita continua è legata prima di tutto all’introduzione di prodotti nuovi e attraenti. A meno di un anno dalla fondazione, GM Daewoo ha lanciato tre nuove linee di autovetture: la Kalos, una compatta due volumi a 5 porte, la berlina Evanda, ammiraglia di GM Daewoo, e la Nubira, una berlina media a tre volumi. Con la gamma attuale, l’azienda è impegnata nel 43% del mercato globale. Nel 2004 saranno introdotti tre modelli nuovi. La Lacetti, compatta due volumi a 5 porte, farà parte della gamma dalla prossima primavera e sarà seguita in estate dalla Nubira station wagon. Un piccolo SUV arriverà nei saloni delle concessionarie europee prima della fine dell’anno. Nei primi mesi del 2005, GM Daewoo introdurrà una versione a tre porte della Kalos e la nuova generazione della Matiz. Nel 2003, Matiz e Kalos insieme hanno formato oltre l’80% delle immatricolazioni europee di GM Daewoo.

Il successo di GM Daewoo nel 2003 non è rimasto confinato all’Europa. Le vendite complessive sono salite del 51,4%: 570.000 contro le 375.000 del 2002. Con il mercato interno coreano che soffriva di una prolungata recessione economica, le esportazioni hanno giocato un ruolo di importanza cruciale, raggiungendo le 443.000 unità, quasi il doppio rispetto al 2002. Nel solo dicembre 2003, la Casa ha esportato 58.000 vetture, un incremento su base annua del 192%.

I partner dell’azienda, GM, Suzuki e Shanghai Automotive importano auto costruite da GM Daewoo (o le assemblano partendo da kit) e le vendono tramite le loro consolidate reti di distribuzione. I clienti di Nord e Sud America le conoscono come Chevrolet e Suzuki. In molti mercati asiatici, così come in Sudafrica, Chevrolet è di nuovo il marchio prescelto. La strategia multimarca è stata un grande successo. Le vendite sono elevate, i prodotti godono di una buona accoglienza. In Cina, per esempio, la Buick Excelle (Nubira in Europa) e la Chevrolet Spark (Matiz), costruite in loco, sono state elette "Auto dell’anno 2003" nelle loro rispettive categorie..




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati