Notizie dal Mondo dei Motori
Gomme Invernali - Milano Provincia

Gomme Invernali - Milano Provincia

La Provincia di Milano ha introdotto l’obbligo di montare gomme invernali o di portare catene a bordo nel periodo più freddo: una norma condivisibile. Perché gli pneumatici da neve aumentano la tenuta di strada, migliorando sensibilmente la sicurezza.

Dimensione Carattere:

Il Codice della strada riformato ad agosto concede agli Enti locali la possibilità di imporre un obbligo agli automobilisti: quello di circolare con pneumatici invernali o, in alternativa, con catene da neve a bordo. E subito un’amministrazione ha giustamente sfruttato questa opportunità: la Provincia di Milano.

Infatti, sulle strade provinciali tutto intorno al capoluogo lombardo (ma non nella città stessa), dal 15 novembre al 31 marzo 2011, sarà possibile circolare solo se equipaggiati con pneumatici invernali o catene da neve a bordo, a prescindere dalla presenza di neve sulle strade. Questa misura è volta a migliorare in modo significativo la sicurezza sulle nostre strade nella stagione più a rischio per la mobilità a causa delle avverse condizioni meteo: freddo, ghiaccio, brina, pioggia e neve.

È un provvedimento che Newstreet.it condivide. Facilmente, avrà seguito in altre Province e in altri ambiti stradali: è sufficiente emanare apposite ordinanze. Infatti, se è vero che gli pneumatici invernali sono la miglior soluzione possibile durante la stagione fredda, è altrettanto vero che su neve esaltano le loro prestazioni: riducono gli spazi di frenata fino al 50% rispetto a una gomma estiva, senza la necessità di montare le catene. Su pioggia e al freddo accorciano gli spazi di frenata fino al 15%.

L’inosservanza di queste ordinanze è sanzionabile con una multa di 78 euro. Se, dopo la sanzione, le Forze dell’ordine effettuano un secondo controllo, possono intimare ordinare al conducente di non proseguire la marcia perché il veicolo si trova in condizioni tali da costituire un pericolo per la circolazione. Insomma, servono gomme invernali o catene per ripartire.
A tale proposito, ci ha detto Fabio Bertolotti, direttore di Assogomma: "In questi ultimi anni, gli pneumatici invernali hanno fatto passi da gigante, in termini di performance e di comfort, e ciò ha favorito una loro crescente applicazione e diffusione, dato che non hanno controindicazioni".

Tant’è vero che possono essere montate su tutte le vetture e, in caso di neve, non necessitano generalmente del montaggio di catene. Sulla carta di circolazione possono essere indicate specifiche misure per le gomme invernali che devono essere considerate aggiuntive, e non alternative, alle misura previste per i pneumatici estivi.

È comunque indispensabile rispettare le misure dimensionali e prestazionali indicate sulla carta di circolazione. Unica eccezione: il codice di velocità. Che può essere inferiore a quello previsto fino alla lettera Q. Ma a una condizione: all’interno dell’abitacolo ci dev’essere un adesivo ben visibile, il quale ricorda all’automobilista che la sua vettura non può superare i 160 km/h con quell’equipaggiamento.

I pneumatici invernali, conosciuti anche come pneumatici termici, da neve o lamellari, devono riportare per legge, sul fianco, la sigla M+S: può essere completata con altre simbologie aggiuntive come un fiocco di neve o tre montagnette stilizzate (o entrambi).

Gli pneumatici devono essere omologati (alla larga dalle cineserie!) e non hanno limiti temporali di impiego. Sono generalmente distinguibili grazie a sottili lamelle sui tasselli e da intagli principali più profondi presenti sul battistrada. È consigliabile montare quattro gomme invernali, anche se a termine di legge è possibile prevedere un equipaggiamento misto.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati