Notizie dal Mondo dei Motori
Honda: target 6 milioni di unità non è più una priorità

Honda: target 6 milioni di unità non è più una priorità

L’eccessiva pressione sul raggiungimento del target ha comportato qualche negligenza nella qualità produttiva.

In Relazione:
Articoli  HONDA
Video  Video HONDA
Video  Foto HONDA

Dimensione Carattere:

Il Gruppo Honda si era posto l’obiettivo di incrementare i volumi di vendita globali a 6 milioni di esemplari l’anno entro il 2017. Ma l’eccessiva pressione sul raggiungimento del target ha comportato qualche negligenza nella qualità produttiva tanto che Honda è stata costretta ad una serie di richiami lo scorso anno che ne hanno in parte minato l’immagine. Da qui, il ripensamento sull’obiettivo, o meglio non rappresenta più una priorità, come annunciato dal Presidente, Takanobu Ito.

Molti dei richiami erano in realtà stati causati dai problemi agli airbag forniti da Takata, ma hanno riguardato anche i sistemi ibridi della compatta Fit (Jazz da noi) e del SUV Vezel. Lo stesso Ito ha spiegato che Honda collaborerà con Takata per risolvere definitivamente i difetti, senza però esborsi economici (si parla anche di un nuovo fornitore da aggiungere a Takata per evitare analoghi rischi). Le operazioni di richiamo hanno inoltre costretto Honda a tagliare di 40 mila esemplari le previsioni di vendita in Giappone per l’anno fiscale che si chiuderà il 31 marzo. I richiami della Fit (cinque volte dal lancio della nuova generazione avvenuto a fine 2013) hanno indotto Ito a creare un’apposita divisione sulla qualità gestita da Koichi Fukuo che è comunque rimasto alla guida del settore ricerca e sviluppo. E proprio nell’ottica di migliorare la qualità produttiva della gamma, la Casa ha deciso di ridurre del 20% il numero di modelli caratterizzati da differenti specifiche tecniche sotto la stessa egida.




A cura di Autolink News © riproduzione riservata.

Servizi e Link Consigliati