Notizie dal Mondo dei Motori
Hyundai i30 CrashTest

Hyundai i30 CrashTest

La seconda generazione di Hyundai i30 si fregia delle 5 stelle Euro NCAP, grazie agli ottimi risultati in tema di protezione adulti, bambini e pedoni.

Video  Hyundai - Live Ginevra 2012
Video  Nuova Hyundai i30 Turbo
In Relazione:
Articoli  i30
Video  Video HYUNDAI
Video  Foto HYUNDAI

Dimensione Carattere:

Alla celebre formula commerciale della “Tripla 5” si aggiunge ora un’altra voce prestigiosa: oltre a 5 anni di garanzia, soccorso stradale e controlli gratuiti, la seconda generazione di Hyundai i30 può infatti fregiarsi delle 5 stelle Euro NCAP.

A convincere l’autorevole organizzazione indipendente ad assegnare alla compatta coreana il punteggio massimo in termini di sicurezza hanno contribuito gli ottimi valori riscontrati sul piano della protezione degli adulti (32 punti, 90%) e dei bambini (44 p, 90%), ma anche i valorosi risultati emersi dal test per la sicurezza dei pedoni (24 p, 67%) e la conta dei dispositivi di sicurezza (6 p, 86%).

Come “cavia”, Hyundai ha messo a disposizione dell’equipe Euro NCAP una i30 1.4 alimentata a benzina. Ebbene, sottoposta ad impatto frontale la candidata vede il proprio abitacolo conservare integra la propria struttura.

L’analisi dei manichini mette in luce, in particolare, un grado di protezione di ginocchia e femore di guidatore e passeggero da considerarsi buono (15,4 punti), virtù che oltretutto non altera le sue proprietà nel caso di occupanti di differenti stazze né di posizioni insolite al momento dell’impatto.

Quanto all’urto laterale contro un’altra vettura (7,7 punti), altrettanto buona si dimostra la reazione delle varie regioni del corpo - fatta eccezione per il petto, che strappa una valutazione di un gradino inferiore (adeguata). Nel più severo test dell’urto laterale contro un palo, promozione a pieni voti per nuca e bacino, protezione adeguata per l’addome, scarsa infine per quanto riguarda il torace. Il punteggio si ferma così a quota 5,9 punti.

L’assorbimento del famigerato colpo di frusta nell’eventualità di un tamponamento, in compenso, si rivela buono (3,3 p) potendo contare su sedili e poggiatesta di specifica progettazione. Passando in rassegna le “pagelle” riservate al capitolo bambini, la i30 strappa il voto massimo sia sottoposta alla prova della protezione di neonati sotto i 18 mesi, sia di infanti di età compresa tra i 18 mesi e i 3 anni.
Per niente eccessivo risulta infatti il movimento in avanti della testa di un bambino di 3 anni, simulato attraverso un apposito manichino sistemato dentro apposito seggiolino, in caso di impatto frontale. Allo stesso modo, l’urto laterale viene ben gestito dal guscio dei seggiolini di ambedue le categorie di minori, limitando l’eventualità di un contatto con parti interne della carrozzeria dell’auto. L’airbag passeggero è a sua volta disinseribile, consentendo di installare in tutta sicurezza un seggiolino in senso contrario alla marcia: sullo status dello stesso airbag, se in funzione o se correttamente disattivato, il guidatore riceve informazioni sufficientemente chiare e puntuali.

Il punteggio massimo la i30 2012, nella fattispecie il suo paraurti, lo riceve poi in materia di protezione pedoni: buono l’assorbimento garantito dal bordo del cofano motore, anche in relazione all’urto con la nuca di un bambino - quindi nella sua sezione inferiore. Semaforo lampeggiante, invece, per tutte quelle porzioni di carrozzeria frontale sottoposte alla fatalità dell’urto col capo di un adulto. Infine, le dotazioni di bordo: di serie il controllo elettronico di stabilità, approvato anche il “reminder” per le cintura di sicurezza anteriori e posteriori.

“Bocciato” risulta solamente il limitatore di velocità, in quanto offerto solo in opzione."




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati