Notizie dal Mondo dei Motori
I premi RCA possono scendere fino al 30%

I premi RCA possono scendere fino al 30%

Il presidente dell’ACI propone una serie di interventi che potrebbero abbattere i costi dell’assicurazione auto fino al 30%

Dimensione Carattere:

Il presidente dell’ACI Angelo Sticchi Damiani ha presentato al Presidente del Consiglio Enrico Letta alcune proposte urgenti, la cui attuazione porterebbe all’abbassamento delle tariffe RC auto del 20-30%. In Italia, gli automobilisti pagano in media 560 euro per la sola RC auto; aggiungendo anche furto e incendio, la copertura aggiuntiva più diffusa, il premio medio raggiunge i 740 euro.

Si tratta di una cifra importante, specie in tempi di crisi: come sottolinea Sticchi Damiani, oltre al sollievo per il portafogli degli assicurati, l’abbassamento dei premi porterebbe a una diminuzione del numero di auto che circolano senza assicurazione, che hanno ormai superato la soglia dei 3 milioni.

Non è la prima volta che l’ACI presenta una proposta simile al Governo: già nel 2012 Sticchi Damiani aveva sollecitato l’adozione di analoghe misure urgenti, ma in quell’occasione il Governo Monti si era limitato ad introdurre la normativa per arginare il fenomeno dei falsi colpi di frusta; una misura di certo non sufficiente a far ridurre i premi in maniera significativa.

Queste le proposte che, secondo il presidente dell’ACI, porterebbero ad un abbattimento dei premi RC auto fino al 30%:
• Approvazione di una tabella unica nazionale per i danni fisici dal 9 al 100%
• Introduzione di una nuova disciplina del danno morale per i superstiti, analoga a quella in vigore negli altri Paesi europei
• Modifica del periodo di due anni entro il quale è possibile richiedere il risarcimento per i danni derivanti da incidente stradale, per contrastare le frodi.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati