Notizie dal Mondo dei Motori
Il Salone di Ginevra (3-13 marzo) parla sempre più italiano

Il Salone di Ginevra (3-13 marzo) parla sempre più italiano

106 mila mq espositivi, 77.323 mq assegnati e richieste per 78.657. Sono i numeri del Salone di Ginevra che si appresta ad aprire i suoi battenti martedì 1 marzo.

Dimensione Carattere:

La kermesse conferma la sua importanza internazionale, come Salone di riferimento per il mercato europeo. I visitatori attesi sono 700 mila a cui si aggiungeranno 10 mila rappresentanti dei media provenienti da tutto il mondo. Oltre il 50% del pubblico proverrà da Paesi stranieri e, tra questi, da qualche anno la parte del leone la farà chi giungerà dall’Italia.

Sempre molte le motivazioni di attrattiva: le anteprime mondiali saranno 88, quelle europee 32, senza contare altre 11 divise tra 4 mondiali e 7 continentali per il settore accessori e componenti. Tra le novità presentate dai 200 espositori di 30 Paesi, spiccano i crossover Audi Q2, Seat Ateca e Toyota C-HR, le MPV Citroën SpaceTourer, Peugeot Traveller e Toyota Proace, figlie dello stesso progetto e realizzate tutte nello stabilimento di Valenciennes, le versioni wagon di Kia Optima e Fiat Tipo, la Renault Scénic e la Volvo V90.

Ma a far brillare gli occhi degli appassionati sono soprattutto le supercar e anche sotto questo punto di vista il Salone di Ginevra offre un piatto ricchissimo. Aston Martin DB11, Bugatti Chiron, Ferrari GTC4 Lusso, Lamborghini Centenario LP 770-4, Maserati Levante e Porsche 917 Boxster e Cayman che su una carrozzeria che ristilizza le due posti abbinandole ad inediti propulsori a 4 cilindri turbocompressori sono solo le principali novità in questo segmento.

Attesissime anche vetture per mille motivi iconiche e rivoluzionarie come la versione cabriolet di Range Rover Evoque e il crossover Tesla Model X. Tornano la sportivissima Apollo e una versione spider di McLaren. Sempre forte la presenza di carrozzieri; tra questi spiccano Italdesign Giugiaro, lo svizzero Sbarro, Pininfarina e Touring Superleggera. Riflettori anche sullo stringente tema delle emissioni di CO2. In questo senso i visitatori potranno scaricare gratuitamente una applicazione che gli mostrerà sullo smartphone, evidenziandone tutte le caratteristiche tecniche, i modelli con emissioni di CO2 inferiori ai 95g/km.

Si confermano come ogni anno l’elezione dell’Auto dell’Anno (29 febbraio), scegliendo tra le 7 finaliste Audi A4, BMW Serie 7, Jaguar XE, Mazda MX-5, Opel Astra, Skoda Superb e Volvo XC90, e la mostra monografica che attraverso i modelli di cronografi Tag Heur percorre alcune delle tappe più significative del motorsport. Grazie alla collaborazione con l’Ente del Turismo Svizzero sono disponibili pacchetti all inclusive da 71 franchi al giorno con pernottamento. In attesa del successo annunciato di pubblico, si tirano già le somme sui numeri del sito web da primato con 1,8 milioni di accessi, 20 milioni di pagine visitate e 1,3 milioni di visitatori. Il Salone è al passo coi tempi anche dal punto di vista social con pagine dedicate su Facebook, Twitter ed Instagram.




A cura di Autolink News © riproduzione riservata.

Servizi e Link Consigliati