Notizie dal Mondo dei Motori
Infiniti FX30d Diesel

Infiniti FX30d Diesel

Infiniti FX30d è l’incredibile novità a gasolio della top class Nissan. Disponibile da luglio 2010 monterà il nuovo propulsore V6 da 3 litri con 238 Cv e 550 Nm, lo stesso delle sorelle M ed EX, destinate a conquistare il mercato europeo. Da 59.700 Euro.

Dimensione Carattere:

Infiniti FX30d è il nuovo SUV che il reparto lusso di Nissan ha pensato e realizzato per entrare di gran voce nel mercato europeo dominato dalle berline e Sport Utility con propulsori a gasolio.

La novità in Casa Infiniti è assoluta, in quanto il V9X (così è chiamato in codice) rappresenta il primo motore a gasolio montato sulle vetture del marchio, disponibile anche su Infiniti M ed Infiniti EX.

I cilindri sono 6, disposti a V, per una cubatura totale di 3 litri, ed è capace di erogare una potenza massima di 238 Cv (175 kW) con una coppia di 550 Nm. Lo scatto da 0 a 100 km/h è di 8,3 secondi, che è un’ottima prestazione per un veicolo di queste dimensioni.

Il cambio è l’automatico a sette rapporti montato di serie sugli altri modelli FX, qui rivisitato ed irrobustito per reagire meglio alle sollecitazioni di una dose di coppia più elevata.

L’Infiniti FX30d sarà in vendita da luglio 2010 con prezzi a partire da 59.700 Euro.

UN NUOVO CUORE A GASOLIO: IL V9X

Battezzato V9X, il nuovo motore diesel V6 di Infiniti è stato sviluppato in Europa da ingegneri Infiniti che collaborano con altri ingegneri di Renault e Nissan ed è prodotto in un avanzatissimo stabilimento in Francia. Sin dalle prime fasi dello sviluppo, il nuovo motore è stato concepito per soddisfare l’esigenza di Infiniti di un diesel potente ma superlativamente raffinato e abbastanza silenzioso da avvicinarsi agli elevati standard imposti dai motori a benzina.

I dati sulle prestazioni parlano da soli. Il motore sviluppa 175 kW (238 CV) e una ragguardevole coppia massima da 550 Nm e, con il cambio automatico a sette marce, spinge l’EX30d da 0 a 100 km all’ora in 7,9 secondi e l’FX30d in 8,3. E comunque, con quella coppia massima, è soprattutto nelle fasi di sorpasso che si riscontra la differenza che fa un Infiniti.

Il vero elemento di successo del nuovo V6 è il materiale scelto per il blocco motore. Gli ingegneri hanno optato per la ghisa a grafite compatta (CGI), un materiale che presenta tutti i vantaggi della ghisa e molti altri (come una maggior rigidità e una maggior assorbimento dei rumori) senza essere così pesante. Il risultato è un’unità compatta, rigida dal punto di vista architettonico e raffinata che consegue in sé due degli obiettivi di progettazione di Infiniti: alti livelli di raffinatezza e mantenimento dell’equilibrio dello chassis.

Nei test, gli ingegneri dell’Alleanza hanno stabilito che il motore V9X ha le più basse vibrazioni a 250 Hz e 500 Hz fra tutti i motori di comparazione.

Raggiunte prestazioni pari o persino superiori agli obiettivi, la fase finale dello sviluppo consisteva nel garantire gli obiettivi di efficienza dei consumi e di emissioni, tra cui la conformità allo standard Euro 5. Oltre ai miglioramenti dovuti alle modifiche della camera di combustione, il motore V9X incorpora anche un numero di funzioni innovative concepite per ridurre le emissioni e migliorare l’affidabilità.

Tra queste vi è l’adozione di un sistema di ricircolo dei gas di scarico (EGR, Exhaust Gas Recirculation) superraffreddato che riduce le emissioni di NOx, un convertitore catalitico dell’ossidazione metallico (che presenta una minore perdita di pressione rispetto a un sistema in ceramica), un catalizzatore esotermico e un filtro catalitico antiparticolato diesel (DPF) riuniti nello stesso contenitore.

Oltre ad offrire alte prestazioni e grande sofisticatezza, il motore V9X riduce le emissioni di CO2 nella EX a 224 g/km e aiuta questo modello a ottenere consumi combinati di 8,4 l/100 km. Per la FX questi valori sono rispettivamente di 240 g/km e 9,0 l/100 km.

La raffinatezza del motore è completata dal fluido cambio automatico a sette marce di Infiniti, di serie sulla EX e sulla FX, che è stato messo a punto in modo da sfruttare appieno gli alti livelli di coppia massima.

DESIGN ED ALLESTIMENTI

Le differenze tra le versioni benzina e diesel dei modelli FX sono significative e comprendono un nuovo sottotelaio frontale, paraurti anteriori ridisegnati per agevolare l’ingresso dell’aria nel vano motore e, all’interno di questo, una lastra metallica rivisitata per ospitare gli ulteriori radiatori necessari per il raffreddamento.

I clienti FX possono indirizzare la loro scelta verso il lusso degli allestimenti "GT" o la sportività di quelli "S". La versione GT del 2010, sia nell’FX30 diesel che nell’FX37 a benzina, propone di serie:

cambio automatico a sette velocità e palette in magnesio; trazione integrale intelligente; rivestimenti in pelle e sedili anteriori con riscaldamento e ventilazione; fari bi-Xenon con sistema AFS; telecamera posteriore e sensori di parcheggio; regolazione elettrica dei sedili anteriori con memoria della posizione del sedile del conducente; regolazione elettrica dell’altezza e della profondità del piantone dello sterzo; tettuccio in vetro; cerchi in lega leggera da 20 pollici; I-Key con accesso intelligente; Intelligent Cruise Control; vernice autoriparante Scratch Shield; sistema audio a 7 altoparlanti con caricatore per 6 CD, decoder MP3, Aux-In e Bluetooth per la connettività mobile.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati