Notizie dal Mondo dei Motori
International Mini Meeting 2013

International Mini Meeting 2013

Il più grande raduno di Mini (classiche) ha scelto l’Italia: erano 3000 le vetture, d’epoca e non, all’appuntamento del Mugello.

In Relazione:
Articoli  MINI
Video  Video MINI
Video  Foto MINI

Dimensione Carattere:

Quando la Mini classica inventata da Sir Alec Issigonis nel 1959 incontra quella made in Bmw, il risultato è forte: specie se dall’unione di queste due mitiche silhouette prende la mossa la prossima Mini. Si dice che la terza declinazione della vetturetta più amata, infatti, avrà i connotati di entrambe i genitori. Quando? In autunno, allorché al salone di Los Angeles, in novembre, sarà finalmente svelata.

Tra futuro e passato però hanno vissuto gli appassionati scesi in Toscana lo scorso week end per celebrare l’originale, e la nuova originale: il raduno che si svolge ogni anno in una diversa città europea, ha scelto i confini (veloci) del Mugello, il suo autodromo e le colline della regione che fa battere i cuori ai turisti di tutto il mondo.

In scena per l’intero fine settimana un ricco calendario di eventi e attività lifestyle, esclusive esposizioni di modelli originali e re-interpretati, pezzi unici e l’intera flotta delle nuove MINI, comprese la neo-nata Paceman.

Molti degli appassionati, circa 5000 a fronte di almeno 3000 vetture, sono intervenuti percorrendo centinaia di chilometri. Chi ha attraversato le Alpi, ha addirittura incontrato la neve, proprio come i corridori del concomitante Giro d’Italia.

La retrospettiva che si è presentata ai fan Mini è stata unica, specie per chi (come noi) ha approfittato dell’itinerario per scoprire un'infinità di legami fra Mini e il costume degli anni che ha attraversato, dagli Swinging Sixties a oggi. Dalla Raticosa a Pratolino e Fiesole, poi giù fino alla splendida Val d’Orcia, la carovana MINI Italia ha vissuto l’atmosfera suggestiva dell’abbraccio (ideale) fra Mini classica e moderna.

L’appuntamento con IMM è nato in Germania nel 1978, da allora ogni anno si ripete Non poteva essere altrimenti, scegliendo sempre un Paese diverso ma, ogni 5 anni, la tappa è d’obbligo in Inghilterra. Là, dove la storia di Mini ebbe inizio, quando il rapporto fra la stella nascente su quattro ruote era un tutt’uno con la moda. Erano gli anni di Mary Quant e della minigonna, gli anni in cui BMC (British Motor Company) svelò il risultato del lavoro di Issigonis, alla ricerca di una rivoluzionaria vettura compatta dal design mozzafiato, un design finalizzato alla funzione, dalle dimensioni esterne contenute e con una generosa offerta di spazio interno. Un’auto capace di battere tutti gli altri macchinoni concorrenti nei rally di mezzo mondo, compreso il mitico Monte Carlo, perché capace di esprimere una sportività ineguagliabile.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati