Notizie dal Mondo dei Motori
Jeep Commander

Jeep Commander

Arriva in Europa il primo SUV a 7 posti. Il suo nome è Jeep Commander, e sarà presentato come la novità Jeep al salone di Francoforte. Massima versatilità e carico posteriore. Motore 3.0 V6 turbodiesel e 5.7 V8 HEMI benzina. Sul mercato a febbraio 2006.

Video  Jeep Commander

Dimensione Carattere:

Francoforte - Jeep Commander, è una vettura dal design classico ed è il primo SUV Jeep con tre file di sedili e sette posti. Commander rappresenta il primo di una serie di modelli che la Casa Americana presenterà nei prossimi due anni. Jeep Commander è concepito per offrire quel genere di prestazioni che solo Jeep può offrire, ed è equipaggiato con avanzate tecnologie per la sicurezza che sapranno sicuramente soddisfare le aspettative dei clienti europei ed internazionali.

"Jeep Commander è il primo SUV a sette posti dalle linee eleganti e decise, " ha dichiarato Thomas Hausch, Executive Director International Sales and Marketing del gruppo Chrysler. "Commander è anche l'unico SUV nella sua categoria disponibile con due motori V8, e con il nuovo propulsore V6 turbodiesel common-rail. Inoltre, Jeep Commander si affianca a Wrangler, Cherokee e Grand Cherokee dando il via all'ampliamento della gamma previsto nella seconda metà di questo decennio."

LINEE TRADIZIONALI ED UN ABITACOLO COMPLETAMENTE NUOVO

Per lo sviluppo di Jeep Commander, i designer del gruppo Chrysler si sono ispirati alle Jeep del passato. Jeep Willys Station Wagon (1946-1962), Jeep Wagoneer (1963-1991) ed in particolar modo Jeep Cherokee (1984-2001) erano tutti modelli dal design classico e caratterizzati da linee tradizionali, superfici piane ed aspetto spartano. Jeep Commander 2006 è un'interpretazione moderna di questa filosofia di design.

Il parabrezza verticale, il lunotto e l'estremità posteriore di Jeep Commander, così come le fiancate della carrozzeria ed i finestrini laterali verticali, presentano il classico stile Jeep. Complessivamente, Commander appare forte e sicuro con il suo portamento fiero ed eretto.

Jeep Commander presenta un design dalle linee tradizionali ed allo stesso tempo totalmente inedite: una sintesi fra passato e presente che suscita emozioni.

"Jeep Cherokee ha una forma unica e tradizionale, radicata nell'immaginario collettivo" afferma Donald A. Renkert, Senior Manager, Jeep Studio, Chrysler Group Product Design Office. "Reinterpretando questo modello ed altre Jeep classiche del passato, Commander si è fatto subito apprezzare dal pubblico, pur trattandosi di una novità assoluta."

Entrando nell'abitacolo appare evidente la grande cura nella realizzazione di ogni dettaglio: dal pomello del cambio alla strumentazione bicolore con quattro quadranti circolari fino al nuovo volante, Commander è una Jeep dall'aspetto raffinato ed esclusivo.

I sedili di nuovo disegno sono comodi ed avvolgenti e, per la prima volta su una vettura Jeep, sono disposti su tre file, ognuna delle quali in posizione leggermente più rialzata rispetto alla precedente per consentire la massima visibilità a tutti gli occupanti. La seconda e la terza fila di sedili possono essere ripiegate in avanti per creare una superficie di carico piana. Pur essendo stato progettato per ospitare tre file di sedili, Commander è solo 37 millimetri più lungo di Jeep Grand Cherokee 2005 e, grazie allo stesso passo (2.780 mm), Commander ha una manovrabilità ed una capacità di guida in fuoristrada del tutto paragonabili a quelle di Grand Cherokee.

Il tetto di Jeep Commander è leggermente rialzato nella parte posteriore per aumentare l'altezza interna in corrispondenza dei sedili della seconda e terza fila. A complemento del tettuccio apribile montato anteriormente, è disponibile il nuovo tetto trasparente Command-View™ completo di tendine sopra la seconda fila di sedili.

La parte inferiore del cruscotto è la stessa di Jeep Grand Cherokee, mentre la sezione superiore è stata completamente rinnovata: quattro bocchette di ventilazione circolari ed i bulloni a vista contribuiscono a conferire alla strumentazione un aspetto tecnico e spartano. Sulla parte centrale del volante e sul pomello del cambio spicca il logo Jeep incorniciato in un anello cromato. Il quadro strumenti è composto da quattro elementi circolari con illuminazione a LED e presenta quadranti a sfondo nero con elementi grafici bianchi e lancette rosse, per assicurare la massima facilità di lettura in qualsiasi condizione di luce.

PER VIAGGIARE IN SETTE CON STILE

Commander è il primo veicolo Jeep con tre file di sedili. Come all'interno di un teatro, ognuna di esse è posta più in alto di quella anteriore: i sedili della seconda fila sono infatti montati 124 mm più in alto rispetto a quelli anteriori, mentre la terza fila risulta rialzata di 128 mm rispetto alla seconda per consentire la massima visibilità a tutti gli occupanti.

La seconda fila è frazionabile in tre parti di differente larghezza (40/20/40), ed è ribaltabile in avanti per agevolare l'ingresso e l'uscita dei passeggeri della terza fila, su entrambi i lati del veicolo. Tutti e tre gli schienali possono essere inoltre ribaltati per fornire un piano di carico completamente piatto.

Per garantire il massimo comfort, Jeep Commander può essere equipaggiato a richiesta con un condizionatore per la terza fila di sedili, indipendente dall'impianto di ventilazione e riscaldamento anteriore, che climatizza il vano posteriore attraverso una bocchetta singola sul pavimento e due bocchette circolari girevoli su ciascun lato dei pannelli laterali posteriori.

Oltre ad ospitare comodamente sette passeggeri, Jeep Commander è in grado di trasportare diverse combinazioni di passeggeri e di carico. Con sette occupanti a bordo, resta a disposizione per i bagagli un volume di 170 litri. Ribaltando la terza fila di sedili, la capacità di carico aumenta a 1.028 litri, e ripiegando anche la seconda fila si ottiene un totale di 1.951 litri.

PROGETTATA PER AFFRONTARE QUALSIASI SFIDA

Prestazioni off-road di riferimento e comportamento su strada impeccabile sono stati gli obiettivi dei progettisti di Jeep Commander. Per ottenere questi risultati Commander è stato dotato dello stesso sistema di trazione, delle stesse sospensioni e dello stesso gruppo motore/trasmissione di Jeep Grand Cherokee e comprende sospensioni anteriori indipendenti e sterzo a pignone e cremagliera.

"Jeep Grand Cherokee ha ridefinito i parametri di riferimento nel segmento dei SUV grazie alla eccellente fluidità di marcia e le sue doti di trazione e potenza," ha affermato Thomas Hausch. "Adesso, il nuovo Jeep Commander a sette posti, con il raffinato propulsore CRD da 3,0 litri e la possibilità di scelta tra i due motori a benzina V8, incluso il potente propulsore HEMI da 5,7 litri con MDS, rappresenta una novità davvero allettante per il pubblico europeo e degli altri mercati internazionali."

NUOVI MOTORI AD ALTE PRESTAZIONI

Il nuovo 3.0 CRD è un innovativo propulsore DaimlerChrysler di ultima generazione in grado di offrire valori di coppia elevati ed un'eccellente ripresa, garantendo al tempo stesso consumi ridotti. Grazie all'iniezione Bosch ad alta pressione (1600+ bar), al turbocompressore a geometria variabile e alla distribuzione a quattro valvole per cilindro, il nuovo motore soddisfa le normative di emissione Euro 4 ed è equipaggiato con un sistema di controllo delle emissioni dotato di filtro antiparticolato (DPF) di serie. La potenza massima erogata è pari a 160 kW (218 CV), mentre la coppia massima di 510 Nm è disponibile già a partire da 1600 giri/min. Il pedale dell'acceleratore è dotato della modalità kick-down che consente di scalare marcia senza dover premere a fondo l'acceleratore durante la guida normale e di offrire la massima potenza disponibile quando il pedale dell'acceleratore viene premuto a fine corsa.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati