Notizie dal Mondo dei Motori
Jeep Wrangler: un'icona!!!

Jeep Wrangler: un'icona!!!

Jeep Wrangler 2.8 CRD Unlimited Sahara, famigliare da...avventura. E d’estate, il piacere della guida en plein air.

Dimensione Carattere:

Abbiamo sempre pensato che l’acquisizione di un marchio glorioso come quello Jeep da parte dl Gruppo Fiat, non è stato sottolineato con la giusta soddisfazione. Se la stessa cosa fosse successa in un altro Paese con sentimenti meno “Tafazzeschi” del nostro, l’evento avrebbe scatenato ben altre reazioni. Jeep è un brand che ha fatto la storia del fuoristrada tanto da diventarne, caso più unico che raro, il nome con cui i profani chiano tutte le auto con impostazione fuoristradistica. All’interno della gamma , il modello che più di ogni altro ha raccolto il testimone dei primi Willy che abbiamo imparato a conoscere dallo sbarco degli Americani nel nostro Paese, è senza dubbio la Wrangler. La targhetta in alluminio applicata al maniglione del passeggero anteriore con impresso “Jeep, since 1941” è tanto suggestiva, quanto esemplificativa di quello che significa mettersi al volante di un veicolo che ha fatto la storia del fuoristrada nel mondo.

Evoluzione, non rivoluzione
Jeep Wrangler si evoluta nel corso degli anni acquisendo motori sempre più performanti, diventando sempre più confortevole e sicura e arricchendosi di tutti gli accessori in termini di infotainment e connettività oggi indispensabili anche su una vettura votata all’avventura ed all’off-road. Nel corso del tempo è stata equipaggiata anche con motorizzazioni diesel sempre più efficienti, a questo proposito l’ultimo step evolutivo è un poderoso 4 cilindri da 2,8 litri in grado di erogare ben 200 CV ed una coppia di 410 Nm tra i 2 mila ed i 3 mila giri/minuto, ed allungata nel passo diventando così una perfetta vettura per famiglia con l’aggiunta di 2 comode porte posteriori e di un vano bagagli degno di questo nome dalla capienza che sfiora i 500 litri ed arriva a 1.100 ribaltando i sedili posteriori. Tutte queste novità non hanno però mai fatto perdere alla più tradizionale delle Jeep il suo Dna da fuoristrada “duro e puro” con un’immagine evergreen assolutamente al di fuori dalle mode passeggere. Ogni Wrangler, anche a livello di design, è un mondo a sè ed è in grado di mantenere alto nel tempo il suo appeal, non risultando mai superato e senza mai stancare viste le sue forme uniche ed immutabili.

Unlimited, come le capacità che ha di portarvi ovunque
L’oggetto della nostra prova è una fiammante Wrangler 2.8 CRD Unlimited in allestimento Sahara. Nel corso del test abbiamo sottoposto la vettura ai più diversi impieghi, da quello urbano, ai lunghi trasferimenti autostradali, senza farci mancare percorsi di montagna abbondantemente innevati dalle copiose precipitazioni che hanno investito il nord Italia e che abbiamo potuto affrontare senza la minima preoccupazione grazie alle doti di motricità della vettura equipaggiata tra l’altro con pneumatici M+S. Ma andiamo con ordine: quando siamo andati a ritirare la vettura presso la filiale di Milano del Gruppo Fiat ci aspettavamo la classica versione a due porte rimanendo un poco spiazzati dalla mole di questa versione “extra-long” che misura 475 centimetri di lunghezza, 188 di larghezza e ben 187 di altezza. Dopo poche centinaia di metri al volante ci siamo dovuti ricredere. Anche nella guida urbana, grazie alla posizione rialzata ed alla perfetta visibilità degli ingombri (solo posteriormente il piccolo lunotto è parzialmente oscurato dalla presenza della ruota di scorta), la guida è facile e rilassata. Certo, la soluzione più indicata in questo frangente, sarebbe il cambio automatico, anche perchè il manuale risulta un poco ruvido negli innesti e necessita di manovre decise come tuttavia questo fa parte del gioco e si confà ad un vero fuoristrada che si distacca in tutto e per tutto dai più “fighetti” SUV. Nella guida cittadina, il “rude” Wrangler si permette anche il vezzo di un ecologico quanto efficiente sistema start&stop che ferma il motore nelle soste per farlo ripartire non appena si ripreme la frizione e si innesta la prima. Una volta apprezzata la grande capienza del bagagliaio nel corso di una puntata al supermercato, lasciamo alle porte il traffico della città per affrontare un lungo trasferimento autostradale. Anche in questa situazione la Wrangler è esente da critiche. Il generoso motore consente di tenere elevate medie autostradali senza alcuna difficoltà ed a regimi contenuti ed il comfort, se non raggiunge i livelli delle più raffinate SUV, rimane comunque eccellente. Chiaramente l’aerodinamica e la natura del veicolo non ambiscono a record in termini di silenziosità e contenimento dei consumi. La percorrenza media, tuttavia, considerando la mole della vettura (che supera le 2 tonnellate), è assolutamente accettabile e varia tra i 10 ed i 12 km/l. Una volta raggiunta la meta montana, sotto una copiosa nevicata e percorrendo strade e stradine completamente ricoperte dal manto bianco, abbiamo potuto apprezzare le doti di motricità inserendo le 4 ruote motrici tramite la leva posizionata davanti a quella del cambio. Le capacità fuoristradistiche di Wrangler assolutamente senza limiti per un utente medio, ti fanno capire che procedere su uno sterrato innevato è per lei come procedere in una passeggiata autostradale e che ben altro tipo di avventure e percorsi potrebbero essere alla sua portata. Su questo fronte, è possibile contare all’occorrenza anche del blocco del differenziale e delle marce ridotte.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati