Notizie dal Mondo dei Motori
Kia Cee’d Wagon

Kia Cee’d Wagon

Dopo la berlina è la volta della Sporty Wagon. La Kia cee’d SW si propone con generose dimensioni e motori all’insegna del dinamismo di marcia e consumi ridotti. Disponibile con il benzina 1.6 CVVT da 122 Cv e diesel 1.6 o 2.0 CRDI da 90, 115 e 140 Cv.

Video  Kia Cee’d Wagon

Dimensione Carattere:

Con l’introduzione della cee’d Sporty Wagon, la versione "familiare" destinata rapidamente a trasformarsi in Italia nel modello più venduto della famiglia cee’d, la gamma della nuova protagonista europea del segmento C si amplia significati-vamente. E questo, proprio mentre la settimana prossima verrà presentata al Salone di Francoforte anche la versione sportiva a tre porte, l’attesa "pro_cee’d", che arriverà sulle nostre strade entro fine anno.

Per il 2008, quando i tre modelli della famiglia marceranno a regime di commercializzazione, le vendite italiane della gamma cee’d dovrebbero attestarsi su una maggioranza di "familiari" Sporty Wagon - circa il 60% delle immatricolazioni, con un 70% di Diesel, nel cui ambito la nuova versione due litri da 140 Cv costituirà un solido 10% - mentre la berlina a cinque porte, hatchback, dovrebbe mantenere un 33% delle preferenze e la tre porte "pro_cee’d" il restante 7%. Su questa variante a vocazione prestazionale e sportiva, le motorizzazioni benzina e diesel finiranno per equivalersi nel rapporto 50/50%.

La configurazione station wagon con cui Kia approda adesso al segmento C, continua a riscuotere in Italia, nonostante l’avanzata di Suv e monovolume, un successo interessante. A differenza di altri modelli nel panorama delle Wagon europee, nei segmenti C e D, la Kia cee’d Station Wagon sarà certamente la variante più venduta della gamma per tutta una serie di "plus" che la rendono tra le più interessanti ed attraenti della categoria.

La nuova familiare Kia, infatti, con una lunghezza di appena 23,5 cm più della berlina 5 porte Hatchback (447 cm complessivi contro 423,5), tutti concentrati sullo sbalzo posteriore, offre - a parità di guidabilità e prestazioni dinamiche - una capacità di carico sensibilmente superiore (da 534 a 1.664 litri, contro i 340/1.300 della berlina) ed un look estremamente personale e moderno.

Più lunga e capace, ma altrettanto confortevole, dinamica, maneggevole ed elegante della cinque porte hatchback, Sporty Wagon vanta alcune soluzioni personali destinate a farne una delle protagoniste del segmento C. Prima di tutto, l’esclusivo portellone posteriore, che grazie ad una intelligente scelta costruttiva consente una migliore accessibilità, una bocca d’accesso al bagagliaio più grande ed agevole, ma anche un ingombro ed un’escursione della parte mobile sorprendentemente contenuti

Destinato a costituire la punta di diamante delle motorizzazioni Sporty Wagon, il turbodiesel 2.0 litri da 140 Cv (103 kW) costituisce una scelta ottimale per coloro che cercano il massimo in termini di prestazioni e dinamismo. Il 4 cilindri common rail da 1.991 cc. è in grado di sviluppare 305 Nm di coppia massima ad appena 2.000 giri, ma anche, grazie alla trasmissione manuale a 6 rapporti ed al filtro antiparticolato di serie, di assicurare emissioni e consumi estremamente contenuti, che si attestano sul valore di 17,2 km con un litro di gasolio nel ciclo combinato. E questo con un tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h di appena 10,5 secondi. Velocità massima di 205 km/h.

Con una cilindrata di 1.582 cc, il 1.6 CRDI a 16 valvole e turbocompressore a geometria variabile (VGT), è disponibile con due livelli di potenza: 66 kW/90 Cv o 84,6 kW/115 Cv, entrambi a 4.000 giri, rispettivamente con 235 Nm di coppia massima a 1.750 giri e 255 Nm a 1.900 giri. Caratteristica principale di questi propulsori Euro 4, oltre alla grande generosità ed alla dolcezza di erogazione della potenza, sono i consumi contenuti ed il basso livello di emissioni. I valori medi omologati, nel "ciclo combinato", non arrivano infatti a cinque litri di gasolio per 100 km - 4,9 per l’esattezza (20,4 km/litro) - con addirittura 4,3 e 4,4 litri per 100 km sulle strade extraurbane e 5,9 litri nel traffico cittadino.

Si rivolge invece ai fedelissimi della motorizzazione a benzina, ma anche e soprattutto a chi prevede percorrenze annue non particolarmente elevate, il 1.6 CVVT 16 valvole, 4 cilindri in linea da 1.591 cc. che eroga 89 kW/122 Cv a 6.200 giri, con 154 Nm di coppia massima a 4.200 giri. Distribuzione a fasatura continuamente variabile (CVVT) caratterizzato da elevata silenziosità, consumi contenuti (mediamente 6,5 litri per 100 km, cioè 15,4 km/litro) e prestazioni particolarmente brillanti. Velocità massima di 192 km/h, e 11,1 secondi per scattare da 0 a 100 km/h. Oltre al cambio manuale a 5 marce è disponibile (in opzione, per 1.200 €) una trasmissione automatica a 4 rapporti, caratterizzata da passaggi estremamente dolci e progressivi.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati