Notizie dal Mondo dei Motori
Kia Pop Concept

Kia Pop Concept

Una concept di minuscola citycar che piace o viene detestata al primo sguardo: è la Kia Pop. La vedremo al Salone dell’auto di Parigi dal 2 al 17 ottobre 2010. Col suo design avveniristico, potrebbe diventare l’avversaria della Smart e della Toyota iQ.

In Relazione:
Articoli  KIA
Video  Video KIA
Video  Foto KIA

Dimensione Carattere:

Il destino di certe concept è essere amate o detestate al primo sguardo: non fa eccezione la Pop, prototipo della Casa sudcoreana Kia, che azzarda sempre di più nel tempo, proponendo macchine particolari, garanzie molto estese (sette anni) e promozioni allettanti. Una politica aggressiva che paga. La Kia Pop la vedremo al Salone di Parigi dal 2 al 17 ottobre 2010: un prototipo di minuscola citycar, con un aspetto avveniristico.

Molto appariscente, piena zeppa di tecnologia, la Kia Pop è una concept lunga tre metri con soli tre posti. Il designer Peter Schreyer (il creatore della prima Audi TT) ha colpito ancora. Con quei numeri mini, vengono subito in mente esattamente la piccola Toyota iQ (tre posti più uno), che però non ha riscosso grande successo, e i 270 centimetri circa della Smart (a due posti). Anche perché è in arrivo la Smart Electric Drive. Senza dimenticare analogie con la Renault Twizy (lunga 2,4 metri), la Peugeot iOn e la Citroën C-Zero (3,4 metri), e con la Toyota FT-EV, oltre che con la Mitsubishi I-MiEV. Sulla Kia Pop, come sull’iQ, i posti sono tre, due sul divano anteriore e uno singolo sulla poltroncina nella seconda fila.

La Kia Pop avrà un propulsore elettrico nel retrotreno: per questo, l’anteriore è cortissimo, mentre il posteriore è bombato. E proprio tali elementi stilistici la rendono particolarissima, da apprezzare o da suscitare orrore alla prima occhiata. I finestrini hanno una forma ellittica e si estendono lungo le porte. Ovunque, trasparenze, coi vetri del tetto a goccia e il parabrezza a mezzaluna.

Tutto rimanda alla fantascienza: i fari anteriori sono a Led; parafanghi e paraurti, molto avvolgenti, sono un unicum; quei colori mercurio e viola richiamano il futuro. Da segnalare anche il grande tetto di vetro a bolla, mentre i fari anteriori sono a boomerang. In più, cerchi a quadrifoglio da 19 pollici. È una monovolumina con frontale cortissimo e coda tronca.

Difficile dire se arriverà in commercio, anche perché le soluzioni stilistiche e degli interni, nonché la propulsione elettrica, hanno costi che si ripercuotono sul listino ufficiale. Di sicuro, Kia sta lavorando a una micro citycar: i sudcoreani intendono primeggiare nel segmento delle auto fuel-cell. La sfida elettrica è stata lanciata da Kia: la vince chi trova la più grande autonomia in fatto di percorrenza, unita a una carica veloce. Il tutto, il più possibile a basso prezzo.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati