Notizie dal Mondo dei Motori
Kia Soul Eco-electric: approfondimento

Kia Soul Eco-electric: approfondimento

Per tutti arriverà nei primi mesi del 2015, ma i primi modelli si possono già guardare, toccare, provare, in una manciata di concessionari Kia selezionati.

Video  Kia Soul EV
Video  Crash Test Kia Soul - 2009
In Relazione:
Articoli  Soul
Video  Video KIA
Video  Foto KIA

Dimensione Carattere:

Debutta anche in Italia la compatta Kia in versione elettrica: si carica alla presa di corrente, garantisce 210 km d’autonomia, e con i sistemi anti ‘ansia d’autonomia’ convince anche gli elettro-scettici Innanzi tutto il silenzio: una dimensione inusuale in città, possibile perché Soul ECO-electric è la prima Kia a zero emissioni che calca le nostre strade con la gentilezza della trazione 100% elettrica plug-in, cioè si carica alla presa di corrente, e quello stile che ha reso la Soul tradizionale un autentico bestseller. Per tutti arriverà nei primi mesi del 2015, ma i primi modelli si possono già guardare, toccare, provare, in una manciata di concessionari Kia selezionati. Sono 10 infatti le vetture che si lasciano scoprire per affermare la prova di forza intrapresa dal brand coreano, impegnato nel proporre un autentico concentrato di tecnologia capace di posizionarsi immediatamente come riferimento all’interno del mercato delle vetture a zero emissioni. Stile e design ne sono il biglietto da visita, l’autonomia record (circa 210 chilometri dichiarati) e il piacere di guida del tutto identico a quello offerto dalle vetture tradizionali, con motore termico, completano l’offerta. Un’offerta interessante, se si considera che come tutte le vetture Kia, anche Soul ECO-electric ha la garanzia estesa a 7 anni, ovviamente, batterie comprese.

Le batterie ai polimeri di ioni di litio sono installate nel pianale in modo tale da ‘rubare’ appena 1,2cm all’abitabilità della vettura; alimentano il motore elettrico da 81,4 kW, in grado di spingere la vettura alla velocità massima di 145 km/h, accelerando da 0 a 100 km/h in meno di 12 secondi. L'autonomia massima raggiungibile di oltre 210 km si ottiene grazie all'eccezionale densità di energia (il rapporto fra energia contenuta e peso della batteria) pari a 200 Wh/kg. Si ricarica con una normale presa di corrente, in alternativa alla stazione di ricarica, attraverso due connessioni standard che corrispondono alle standardizzazioni SAE J1772 oppure CHAdeMo per la ricarica rapida a corrente continua a 480V. L’operazione è semplice: si apre la griglia anteriore, qui è una lastra non dovendo favorire l’ingresso d’aria nel radiatore che non c’è, e, utilizzando il cavo di ricarica di bordo a 6,6 kW, il tempo di ricarica varia da 24 ore per un impianto a 120 volt a meno di 5 ore per un impianto a 240 volt. Con un sistema di ricarica rapida a corrente continua da 100 kW sono sufficienti 25 minuti per ricaricare le batterie all'80%.

Una volta messa in moto, basta inserire la marcia del cambio automatico - si può scegliere due differenti modalità base di guida, "Drive" e "Brakes", delle quali la seconda è impostata per avere una maggiore decelerazione in rilascio ricaricando le batterie – per muoversi incuranti del ronzio tipico del traffico. Il buon livello di insonorizzazione dell’abitacolo e l’assenza di rumore tipica dei motori elettrici fanno il resto. In marcia, sia la modalità Drive che Brakes (basta uno scatto del cambio per la selezione) sono ottimizzate: con il programma "Eco-mode" inoltre si può ottenere il massimo di efficienza e di autonomia possibili, regolando automaticamente tutte le funzioni di bordo. Dal motore al sistema di climatizzazione. Esteticamente Soul ECO-electric si distingue per l’esclusiva verniciatura bi-colore Pure Soul bianca e turchese, ripresa anche nello schema cromatico bicolore degli interni. Interni che hanno un’ulteriore connotazione, :sono infatti costruiti utilizzando materiali innovativi a basso impatto ambientale come la cellulosa e la canna da zucchero. La prima Kia a utilizzare l'innovativo cruscotto elettronico OLED (Organic LED) e la plancia realizzata con un processo di doppia iniezione che migliora la sensazione di qualità e il soft touch della superficie. È qui che si integra il sistema AVN (Audio-Visual Navigation) ripreso da quello della versione termica con l'aggiunta delle funzioni dedicate alla versione elettrica, come la climatizzazione programmabile e il controllo della ricarica. Una serie di accorgimenti sono stati adottati per ridurre “l’ansia da autonomia”, tipico problema del primo approccio con le vetture elettriche. Il controllo dei consumi energetici, la ricerca automatica dei punti di ricarica e il calcolo in tempo reale dell'autonomia residua, possono però seriamente fugare ogni eventuale dubbio. E a noi non resta che lasciarci trasportare per la città, in silenzio.




A cura di Autolink News © riproduzione riservata.

Servizi e Link Consigliati