Notizie dal Mondo dei Motori
Kia Soul ECO-Electric Test Drive

Kia Soul ECO-Electric Test Drive

Il primo crossover compatto elettrico che si fa apprezzare per prestazioni e stile.

Video  Kia Soul EV
Video  Crash Test Kia Soul - 2009
In Relazione:
Articoli  Soul
Video  Video KIA
Video  Foto KIA

Dimensione Carattere:

Kia Soul, l’originalissimo crossover compatto di Kia che sta riscuotendo un grande successo grazie al suo design unico, è disponibile ora anche in versione elettrica. Spazzando via quel che rimaneva del vecchio luogo comune per cui le auto elettriche dovevano essere piuttosto bruttine e prive di personalità, Kia presenta così il primo ed al momento unico esempio di SUV compatto elettrico, abbinando lo stile tanto in voga dei piccoli crossover, con la motorizzazione elettrica. L’immagine della Soul ECO-Electric ricalca quindi in tutto e per tutto quella della versione “tradizionale” dalla quale si differenzia esclusivamente per una superiore ricerca aerodinamica manifestata da paraurti di nuovo disegno, cerchi in lega lenticolari e mascherina anteriore chiusa che cela le due prese di ricarica (convenzionale e trifase) ed una colorazione esclusiva bicolore bianca con tetto azzurro a differenziarla dal resto della gamma. La guidabilità è stata una dei focus su cui hanno lavorato i progettisti Kia, fatto per cui su Soul ECO-electric hanno particolare rilievo le caratteristiche dinamiche e di guida grazie al basso centro di gravità ottenuto con la collocazione delle batterie nella parte bassa del pianale. Altri adattamenti alle sospensioni e l'utilizzo di materiali specifici eliminano le rumorosità provenienti dalle sospensioni e dalla strada, ed esaltano la silenziosità di una vettura naturalmente priva di vibrazioni. Le sospensioni hanno una differente taratura degli ammortizzatori e gli specifici cerchi in lega sono più rigidi del 15% rispetto a quelli standard, inoltre la protezione inferiore delle batterie funge da carenatura che riduce i fruscii aerodinamici. Altri pannelli fonoassorbenti sotto il cofano e dietro la plancia isolano inoltre perfettamente da tutte le rumorosità della meccanica e del sistema elettrico. Come ulteriore affinamento la Soul ECO-electric adotta particolari pneumatici a basso attrito di rotolamento, prodotti dai fornitori Kumho e Nexen, della misura 205/60 R16, che contribuiscono a ridurre la resistenza all'avanzamento senza conseguenze negative sul comfort, la tenuta di strada e la frenata.

“ECO” anche... sotto pelle
Anche all’interno dell’abitacolo, a sottolinearne gli aspetti “eco” ci pensano rivestimenti in materiali bio 100 riciclabili, anti batterici ed atossici realizzati utilizzando materiali innovativi a basso impatto ambientale come la cellulosa e la canna da zucchero. che in più hanno il pregio di risultare particolarmente gradevoli e raffinati al tatto ed alla vista, su tutti i tessuti dei sedili morbidi ed accoglienti quasi come un cachemire e dalla piacevole tonalità grigio chiaro che ben si sposa con i colori chiari e freschi della carrozzeria e danno anche all’interno un aspetto accogliente e pieno di luce. Quadro strumenti ad hoc L’aspetto hi-tech della Soul ECO-Electric è sottolineato anche da particolari come le luci posteriori a LED e il badge "ECO-electric" posto alla base del montante parabrezza. La griglia frontale è stata completamente ridisegnata al fine di integrare lo sportello di ricarica nella linea della vettura. Soul ECO-electric è la prima Kia a utilizzare l'innovativo cruscotto elettronico OLED (Organic LED) e la plancia realizzata con un processo di doppia iniezione che migliora la sensazione di qualità e il soft touch della superficie. Il sistema AVN (Audio-Visual Navigation) è ripreso da quello della versione termica con l'aggiunta delle funzioni dedicate alla versione elettrica, come la climatizzazione programmabile e il controllo della ricarica. Una serie di accorgimenti sono stati adottati per ridurre “l’ansia da autonomia”, che è il problema caratteristico delle vetture elettriche; fra questi il controllo dei consumi energetici, la ricerca automatica dei punti di ricarica e il calcolo in tempo reale dell'autonomia residua. Una strumentazione digitale che è stata realizzata appositamente per la versione ECO-Electric e che fornisce quindi tutte le informazioni specifiche che un utente di una vettura elettrica può desiderare. Autonomia residua, punto di ricarica più vicino, livello di carica ed eventualmente percorso per raggiungere il punto di ricarica sono sempre sotto gli occhi del guidatore togliendo ogni tipo di ansia che può generare a chi non è abituato, guidare una vettura 100% elettrica.

Facile e divertente
Basta poi pigiare il pulsante di avviamento per togliersi poi ogni genere di perplessità perché guidare la Soul elettrica è davvero un piacere, un’esperienza che sinceramente consigliamo di provare a tutti, anche solo per la curiosità di toccare con mano tutti i vantaggi che, almeno all’interno delle città, può dare una vettura elettrica. Al volante, Kia Soul ECO-Electric ci conquista effettivamente da subito per la sua facilità ed intuitività d’uso. Al lato pratico non vi è nessuna differenza con una tradizionale vettura dotata di cambio automatico: basta spostare il selettore su “D” per muoversi nel silenzio più totale. Non solo, proprio l’assenza di rumorosità meccanica, permette di apprezzare ancora di più la grande qualità costruttiva di Soul che non fa filtrare alcun rumorino, scricchiolio o altro nemmeno sul più tormentato dei pavè cittadini. Proprio in città si apprezza la brillantezza della vettura che grazie al suo motore da 110 CV e, soprattutto, ad una coppia di 285 Nm costante, permette scatti da sportiva e riprese fulminee in ogni situazione. Il piacere di poter accedere alle zone a traffico limitato e parcheggiare gratuitamente è poi impagabile. Anche dal posto di guida poi, abbiamo apprezzato la morbidezza dei tessuti di rivestimento ed alcune peculiarità come la climatizzazione programmabile per raffreddare o riscaldare l’abitacolo preventivamente mentre la vettura è in ricarica e la funzione Eco Clima che permette di razionalizzare il consumo energetico climatizzando il solo posto di guida quando si viaggia da soli.

Unica... ”sotto pelle”
Mentre la parte superiore della scocca è identica a quelle delle versioni a motore termico il pianale della Soul ECO-electric ha subito modifiche per ottimizzarne sia la struttura sia l'ingombro dei vari elementi e minimizzare l'impatto del sistema elettrico sull'architettura del veicolo. L'intervento maggiore è stato l'aggiunta di 5 rinforzi imbullonati al fondo del pianale che fungono da supporti del pacco batterie e aumentano la rigidità d'insieme. È aumentato anche il ricorso ad acciai speciali ad alta resistenza ( dal 35 al 37,1%) ed è stato applicato un ulteriore rinforzo del montante centrale. Con queste modifiche la rigidità torsionale è aumentata del 27% rispetto alla nuova Soul. Grazie a questi interventi l'aggiunta delle batterie sotto il pianale non ha influito negativamente sugli spazi interni. La riduzione dello spazio per le gambe dei passeggeri posteriori di 80 mm è stato compensato da un leggero rialzo del sedile posteriore. Nel vano sotto il piano di carico trovano posto il cavo di ricarica e dal kit di riparazione antiforatura.

Tecnologica ed... ”all-inclusive”
Parlando di plus propri di questa “stilosissima” autovettura, Kia Soul ECO-Electric può contare su batterie dalla capacità di ben 27 kWh oltretutto abbinata ad un peso ridotto a 282 kg (le più leggere della categoria). L’autonomia dichiarata è di 212 km (anche in questo caso un valore di riferimento per il segmento) ed i tempi di ricarica vanno da un minimo di 33 minuti in modalità trifase rapida, ad un massimo di 13 ore da presa domestica e con batteria completamente scarica. Design, tecnologia ed autonomia sono quindi le armi con cui la Soul arriva sul mercato con un’offerta full optional da 36.000 Euro e con tutti i vantaggi della garanzia di 7 anni che copre anche le batterie prevedendone la sostituzione gratuita qualora la capacità di ricarica dovesse scendere sotto all’80%. La vettura è già ordinabile e le consegne inizieranno a partire dal prossimo mese di febbraio.

Italia... fanalino di coda
Da 554 auto vendute nel 2010 alle 36.258 del 2013, un valore triplicato dal 2011 ed un un’aspettativa di raddoppiare questi dati per il 2015. Sono questi i numeri dell’auto elettrica in Europa, figli anche di politiche di incentivazione all’acquisto e di realizzazione di infrastrutture che Paesi più lungimiranti del nostro hanno messo in atto. In Italia, purtroppo, il fenomeno è ancora molto marginale con 771 vetture vendute nei primi nove mesi del 2014. Marginale, ma comunque in crescita e che segue dinamiche che in modo molto più ampio riguardano l’auto “eco” in generale (ibride, plug-in ed elettriche) per le quali a livello globale ci si attende una crescita del 27% da qui al 2020 raggiungendo gli 8,5 milioni di pezzi (3,6 milioni per la fine del 2015). Kia, all’interno del Gruppo Hyundai, ha iniziato ad investire in ricerca e sviluppo per sviluppare tecnologie alternative circa 20 anni fa. Il risultato è un ventaglio di opzioni che vanno dall’ibrido tradizionale, al plug-in per arrivare fino all’elettrica pura e nel medio termine anche le fuel-cell ad idrogeno. Queste tecnologie, incluse le ibride a GPL che costituiscono il 20% del totale delle vendite di Kia in Italia, rientrano sotto la denominazione Eco Dynamics. Soul ECO-Electric è il primo prodotto 100% elettrico che Kia importa in Europa. Le sue caratteristiche uniche per prestazioni, tecnologia e design si potranno toccare con mano, e come abbiamo sottolineato è un’esperienza vivamente consigliabile indipendentemente dalla volontà o possibilità di acquisto, nel corso di un road show che partirà a fine novembre e toccherà le principali città italiane da nord a sud..




A cura di Autolink News © riproduzione riservata.

Servizi e Link Consigliati